×
1 229
Fashion Jobs
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
28 mag 2018
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Foot Locker beneficia della vitalità del mercato delle sneakers premium

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
28 mag 2018

Foot Locker mantiene le vendite del primo trimestre d’esercizio al di sopra della soglia dei 2 miliardi di dollari (2,025 miliardi di euro). Il gruppo statunitense ha persino ottenuto un aumento di fatturato dell’1,2%, in un settore della distribuzione che rimane complesso. Durante l'ultimo anno fiscale, le sue vendite erano rimaste stabili, a 7,78 miliardi di dollari. A perimetro comparabile, le sue vendite sono però calate del 2,8%, ma il gruppo fa sensibilmente meglio di quanto si aspettavano gli analisti finanziari, che puntavano su una contrazione del 3,6%, secondo Consensus Metrix, nel trimestre chiuso il 5 maggio.

Foot Locker


Il margine lordo del gruppo è diminuito, passando dal 34% al 32,9% rispetto al primo trimestre dell’esercizio precedente. “La proposta di prodotti premium continua a migliorare, con una profondità e un’ampiezza di gamma negli stili più ricercati che sta migliorando nei nostri marchi di punta”, spiega Richard Johnson, il CEO del gruppo. “Questo ci ha garantito un primo trimestre al di là delle attese”.
 
Da notare che anche le performance di Kids Foot Locker sono in progressione.

In compenso, in Europa, il gruppo accusa un calo di fatturato in doppia cifra, soprattutto a causa dei massicci periodi di promozioni, e della situazione delle insegne Sidestep e Runners Point, sempre in netto calo. Il gruppo punta su un secondo semestre migliore nel Vecchio Continente.
 
Globalmente, le calzature hanno segnato il passo nel corso del trimestre, in particolare quelle femminili. Il gruppo ha ricordato, in una discussione con gli analisti finanziari, che l'anno scorso aveva beneficiato dell’entusiasmo per l'offerta Fenty di Puma. Quest’anno non ci sono stati nello stesso periodo lanci di prodotti femminili importanti... ne è risultato un calo a due cifre per questo segmento.
 
Nell’uomo, le scarpe da basket sono in declino. "Stiamo iniziando a vedere alcuni dei vantaggi della distribuzione più serrata del marchio Jordan, con vendite migliori per Jordan Retros”, precisa tuttavia Richard Johnson. “Come abbiamo già accennato, gli stanziamenti ridotti continueranno a remare contro nei prossimi trimestri, ma diminuiranno nel corso dell’anno. I bei nomi del basket sono in ribasso, ma continuiamo a vedere la forza di Lebron con la “Soldier” e il suo modello per le partite”.
 
L’altro settore in fiorente crescita è il running. La categoria continua a progredire. Nei modelli per la città, Vans e Fila hanno attualmente la meglio su Adidas, Converse o Puma. In compenso, l’abbigliamento avanza ad ampie falcate, con l’esplosione degli stili Anni ‘90 di Nike e Adidas, ma anche di Fila e Champion.
 
L’utile operativo del gruppo passa da 268 a 224 milioni di dollari. Il gruppo, che gestisce 3.284 negozi in 24 Paesi, punta anche sul digitale. Tutte le sue insegne (Foot Locker, Kids Foot Locker, Foot Action, Champ Sports, ecc.) stanno per migrare verso una nuova piattaforma digitale.
 
Per l’insieme dell’esercizio, la direzione stima di registrare una stabilità, o addirittura una leggera crescita delle vendite. Il margine lordo potrebbe migliorare da 10 a 30 punti base sula totalità dell’anno.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.