×
1 078
Fashion Jobs
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Reuters
Pubblicato il
7 mag 2018
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Ferragamo: nel primo trimestre giù ricavi e utili, sul 2018 peseranno cambi e mix canali

Di
Reuters
Pubblicato il
7 mag 2018

Ferragamo chiude il primo trimestre con utili e ricavi in calo, in linea con le attese, appesantiti dall’effetto cambi e da un mix di canali distributivi penalizzante, con un buon andamento degli outlet che incide negativamente sulla redditività. Fattori che peseranno anche sul resto dell’anno, ha sottolineato il management, che nella conference call non ha voluto fare previsioni più specifiche salvo indicare come potenzialmente raggiungibile una crescita dei ricavi del 2% a cambi costanti. 

Salvatore Ferragamo - Autunno-Inverno2018 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


Intanto il focus del presidente esecutivo ad interim Ferruccio Ferragamo è portare a termine la riorganizzazione del gruppo e concentrarsi sul prodotto e il controllo dei costi. Il nuovo AD, ha ribadito, verrà auspicabilemte dalla nuova organizzazione, che ha visto da poco l’arrivo di Micaela Le Divelec come direttore generale e la nomina di James Ferragamo vicepresidente. La manager, giunta in azienda dopo una lunga esperienza in Gucci, si occuperà per ora di finanzia, logistica e risorse umane, il figlio Ferruccio di prodotto, mentre i canali distributivi restano sotto la responsabilità diretta del presidente. 

Nel trimestre l’utile netto è calato a 9 milioni da 11 milioni (-18,8%) su ricavi per 304 milioni, in contrazione dell’1,7% a cambi correnti ma in crescita dell’1,7% a cambi costanti. L’EBITDA è sceso dell’1,9% a 32 milioni, con un’incidenza sui ricavi stabile al 10,7%; l’EBIT è rimasto stabile (+0,3%) a 17 milioni. Secondo le stime Thomson Reuters, gli analisti si aspettavano 304 milioni di ricavi, 32 milioni di EBITDA e un utile netto di 10 milioni. 

Le attese su vendite e margini 2018, spiega il gruppo in una nota, “risentono degli effetti negativi del corrente andamento dei cambi e del perdurante impatto sfavorevole del mix di canali. In questo contesto prosegue un programma mirato di investimenti per il rilancio del brand e l’ottimizzazione dei processi”. 

Tornando al primo trimestre, il canale Retail ha registrato ricavi in diminuzione del 3,6% (stabili a tassi di cambio costanti) con una crescita di 0,3% delle vendite omogenee. Il canale Wholesale ha registrato un aumento del 2,6% (+5,9% a cambi costanti) con una crescita a doppia cifra del canale travel retail. 

L’area Asia Pacifico, primo mercato del gruppo, è cresciuta dell’1,2% (+4,6% a cambi costanti), con la Cina stabile rispetto a un primo trimestre 2017 molto forte e una brusca accelerazione di Hong Kong (+34,1% a cambi costanti). L’Europa ha registrato un aumento dei ricavi dell’1,4% (+1,9% a cambi costanti) grazie all’andamento positivo del canale wholesale. Il Nord America ha visto una contrazione del 6,1% (+2,4% a tassi di cambio costanti). Il mercato giapponese ha registrato una diminuzione dei ricavi del 6,3% (-8% a tassi di cambio costanti), il Centro e Sud America un calo dell’8,3% (-1,4%).

© Thomson Reuters 2022 All rights reserved.