×
1 379
Fashion Jobs
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
14 dic 2015
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Fendi ha il vento in poppa

Pubblicato il
14 dic 2015

Fendi appare come uno dei marchi in maggiore crescita del gruppo LVMH. Secondo il “Corriere della Sera”, che cita alcuni analisti, il marchio romano di prêt-à-porter specializzato nella pellicceria avrebbe superato il miliardo di euro di giro d'affari. "Fendi sta attraversando un buon momento; il marchio piace, è desiderato e cresce", riassume l'Amministratore Delegato Pietro Beccari.

Fendi (qui un look per la primavera 2016) presenta un'immagine ringiovanita - © PixelFormula


Arrivato al posto di comando del brand nel 2012, il manager (entrato a far parte del colosso francese del lusso nel 2006), ha implementato una strategia di riposizionamento di Fendi nel segmento dell'altissimo di gamma ponendo l'accento sull’italianità del marchio a colpi di ingenti investimenti, in particolare a Roma, città dove è stato fondato nel 1925 (e quindi quest'anno ha festeggiato i 90 anni). In quest'ottica, è stato modificato il logo del packaging, diventato "Fendi Roma".

Il marchio di abbigliamento, accessori e pellicceria ha anche finanziato il restauro della Fontana di Trevi e delle Quattro Fontane. Ha anche ristrutturato l’imponente Palazzo della Civiltà Italiana, un simbolo dell'epoca fascista, chiamato anche il Colosseo Quadrato, dove ha collocato la sua nuova sede sociale rendendo accessibile al pubblico una parte dell'edificio.

Infine, la casa di moda si appresta a riaprire Palazzo Fendi, la sua sede storica di Via del Plebiscito, che ospiterà un flagship, un hotel e un ristorante di lusso.

La sfilata di Fendi "haute fourrure" a Parigi lo scorso luglio


Il riposizionamento nel segmento top di lusso è stato fatto attraverso gli accessori, in particolare le borse e alcuni modelli storici, ma naturalmente anche attraverso le pellicce, il core business del brand, che ha organizzato a questo titolo la sua prima sfilata di alta moda in assoluto a Parigi nel luglio scorso, chiamata “haute fourrure”, sempre firmata da Karl Lagerfeld, responsabile dello stile delle collezioni Donna.

Secondo l'intervista concessa da Pietro Beccari al “Corriere della Sera”, un altro punto cruciale di questa strategia è stato l'integrazione tra il canale di distribuzione tradizionale e quello online. Dopo l’Europa, Fendi ha appena lanciato il proprio e-commerce in Giappone e negli Stati Uniti.

“Se un venditore è riuscito ad aiutare un cliente a completare una vendita online, noi gli riconosciamo una percentuale come se la vendita fosse stata finalizzata in negozio”, afferma l'AD, il quale stima a “più del 90% la sovrapposizione tra clienti del lusso e clienti online”.

L'azienda può contare su 200 negozi in proprio, dei quali 11 in Italia. Ha appena aperto uno store a Miami ed è distribuito in tutto il mondo grazie ad una visibilità sempre crescente.

Dominique Muret (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Tags :
Altro
Collezione