×
1 078
Fashion Jobs
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
29 feb 2016
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Eurojersey punta agli USA, ai mercati dell'area dollaro e all'Asia nel 2016

Pubblicato il
29 feb 2016

Eurojersey, una delle aziende leader nel settore dei tessuti tecnico sportivi (per costumi da bagno, intimo sport, abbigliamento...), fondata nel 1960 a Caronno Pertusella (VA), ha presentato a Première Vision The Sensitive Evolution, un nuovo concept per raccontare la collezione Ready-to-Wear PE 17 in cui la protagonista è la grande trasversalità dei tessuti Sensitive® Fabrics in fatto di design, essenzialità e praticità.

Eurojersey, 'Sensitive Fabrics' PE 2017 insieme a C.I.A.


“I tessuti 'Sensitive Fabrics' sono leggeri, traspiranti, no curling, e rimangono tali anche dopo lavaggi frequenti, ideali per la creazione di giacche, capospalla e pantaloni, per l’ottima vestibilità, il mantenimento della forma e il confort che garantiscono”, indica il comunicato ufficiale del brand.

I 'Sensitive Fabrics' sono anche stati oggetto di studio e sperimentazione da parte degli studenti della Facoltà di Design della Moda del Politecnico di Milano, all’interno del workshop “Moving Forward”, dedicato ai nuovi outfit “in movimento” e pensati per le generazioni future. Al recente salone francese Première Vision, un video ha mostrato le caratteristiche più interessanti di questo tessuto per la moda del futuro, insieme ai lookbook di undici dei cinquantasei progetti realizzati.

Il progetto della studentessa Francesca Azzonidel Politecnico di Milano per il workshop “Moving Forward”, realizzato coi tessuti di Eurojersey


In precedenza, al salone internazionale dell'outdoor Ispo, Eurojersey ha presentato una serie di key pieces creati per l’azienda varesina da due marchi leader della confezione sportiva (C.I.A. e NTT) utilizzando proprio i tessuti 'Sensitive Fabrics', per esprimere le potenzialità delle nuove tecnologie che ha sviluppato. In particolare, C.I.A.-Centro Ideazione Abbigliamento, azienda di Mirella Becucci con una forte specializzazione nella ricerca e sviluppo nel settore del bodywear e nell'alta competizione, ha progettato per Eurojersey (insieme allo stilista italiano Gigi Vezzola) capi che utilizzano la tecnologia del bonding, che permette di unire fra loro pannelli di tessuto grazie a un particolare sistema di rifiniture, senza costrizioni e con una sensazione di comfort.

La tedesca NTT (New Textile Technologies GmbH) ha invece usato la sua innovativa tecnologia brevettata 'SensELAST', che conferisce ai tessuti massimo comfort e dinamicità, e l'ha associata al taping, metodo avanzato di nastratura applicato direttamente sulla superficie piatta dei tessuti 'Sensitive Fabrics'. Il risultato sono capi Cardio dal sofisticato body mapping, ingegnerizzati per esercitare compressioni differenziate su precise fasce muscolari in modo da incoraggiare prestazioni oltre i limiti.

Eurojersey, 'Sensitive Fabrics' PE 2017 insieme a C.I.A.


“Il nostro prodotto nel corso degli anni si è stabilizzato nel settore dell’intimo e del beachwear”, precisa Andrea Crespi, direttore generale di Eurojersey. “Negli ultimi anni abbiamo creato una serie di tessuti che uniscono eleganza, comfort e tecnicità. Così, in occasione dell’Ispo abbiamo deciso di promuovere in maniera diversa e più strutturata il nostro concetto di activewear, una linea che già producevamo, ma per la quale abbiamo ora sviluppato prodotti ad hoc, con la famiglia 'Sensitive', e nobilitandoli con stampe evolute grazie alle tecnologie digitali. Per noi innovazione vuol dire ricerca e creazione di nuove materie e il know how che possediamo nell’intimo e nei costumi da bagno ci ha aiutato a trasferire le nostre capacità a settori come l’activewear”.

L’azienda ha chiuso il 2015 con un fatturato di 53 milioni di euro, in linea con il 2014, dove c’era stata una crescita del 10%. “Il 2015 è stato un anno molto importante per proiettare l’azienda verso un 2016 in cui ci aspettiamo una ulteriore crescita, grazie in particolare alle collezioni di activewear e lifestyle. L'Italia genera il 15% del fatturato, il resto è spalmato in un 60% Europa, 20% America e 5% Asia”, puntualizza Crespi. “Nel 2016 faremo molti investimenti, sia nella ricerca pura, sia nel prodotto in sé, che nei processi produttivi, per offrire servizi e qualità sempre migliori”.

Il progetto della studentessa Chiara Petronella del Politecnico di Milano per il workshop “Moving Forward”, realizzato coi tessuti di Eurojersey


“L’Europa è ancora il nostro mercato di riferimento (Francia, Germania e Italia quelli principali), ma stiamo registrando dei bei risultati a livello di crescita negli Stati Uniti (per tutti i settori, bagno, intimo, activewear e sportswear)”, puntualizza il DG, “e prevediamo una crescita importante in Asia, continente in cui siamo già presenti da qualche anno, ma dove crediamo che il nostro tipo di posizionamento ci potrà far guadagnare nuove fette di mercato. Inoltre, vogliamo entrare in maniera più importante sui mercati dell'area dollaro”, conclude.

Elena Passeri e Gianluca Bolelli

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.