×
1 810
Fashion Jobs
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
E-Commerce
Tempo Indeterminato · NOLA
JIMMY CHOO
Senior Costing And Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
Pubblicato il
1 mar 2015
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Erika Cavallini muove i primi passi sulle passerelle milanesi

Pubblicato il
1 mar 2015

Erika Cavallini brucia le tappe. Nato nel 2009, questo marchio di prêt-à-porter femminile interamente prodotto in Italia mostra una percentuale di crescita media del 40% all'anno e ha raggiunto un fatturato di 10 milioni di euro in 5 anni.

La stilista Erika Cavallini


Autodefinendosi di “Semi Couture”, suo primo nome, il marchio apre il primo showroom a Milano nel 2011. Un anno più tardi, cambia denominazione acquisendo il nome della stilista fondatrice, Erika Cavallini, e cambia anche proprietà, diventando dei fondatori di Twin-Set, Tiziano Sgarbi e sua moglie Simona Barbieri, che ne acquistano il 75% delle quote attraverso la loro società Moda Gioielli.

Grazie all'apporto finanziario di questo partner, la label accelera il proprio sviluppo con le sue prime campagne pubblicitarie, prima in Italia e poi fuori, guadagnando così visibilità e accumulando 450 clienti multimarca, 250 dei quali all'estero, dove realizza il 45% del giro d'affari, soprattutto in Russia, Cina, Germania, Giappone, Corea, USA, ma anche in Francia, dove è distribuito per esempio da “Victoire” a Parigi e da “Ma Première Boutique” a Lione e Bordeaux.

La boutique milanese di Erika Cavallini


In gennaio, il marchio italiano ha raggiunto un nuovo obiettivo aprendo la sua prima boutique monomarca in assoluto. Uno spazio di 70 metri quadri situato al numero 12 di Via Sant'Andrea, in pieno Quadrilatero del lusso a Milano. E non è tutto! Erika Cavallini sbarca in questa stagione sulle passerelle con la sua primissima sfilata a Milano, proprio il 1° marzo.

“Il défilé dovrebbe permetterci di definire meglio la nostra donna davanti ai buyer, i quali, al di là del prodotto, comprano anche una parte dell'immagine della collezione. E poi sfilano anche i nostri principali concorrenti. Non potevamo farne a meno”, spiega Andrea Vincenzi, il marito di Erika Cavallini, con la quale ha fondato il marchio a Crevalcore, cittadina a circa 20 km. da Bologna, Carpi e Modena, dove è prodotta gran parte della collezione, tranne i ricami, realizzati in Puglia, e le calzature, confezionate nelle Marche.

Un look di Erika Cavallini, PE 2015


Nata in una famiglia di produttori specializzati nella maglieria, la stilista ha cominciato lavorando per altri marchi, prima di lanciarsi in solitario. “Tutto parte dalla qualità del tessuto. Noi ci riforniamo dai migliori tessutai d'Italia. E poniamo grande attenzione ai dettagli, alla manifattura e all'artigianalità”, prosegue l'imprenditore.

“L'idea è di fare una couture senza i prezzi della haute couture. Ci posizioniamo tra le prime linee e i marchi del lusso accessibile, in un segmento medium luxury premium”, conclude Vincenzi.

Dominique Muret (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Tags :
Altro
Sfilate