×
1 387
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
Pubblicato il
10 ott 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Eataly aprirà a Londra da Selfridges ed è in trattativa per Parigi

Pubblicato il
10 ott 2014

Eataly continua a ritmo sostenuto la sua espansione internazionale, suscitando un forte interesse da parte dei grandi magazzini, che vedono nell'originale concept store dedicato alla gastronomia inventato da Oscar Farinetti un irresistibile polo d'attrazione per una clientela molto vasta. E così, Eataly ha siglato un accordo di joint-venture con l'insegna britannica Selfridges su Oxford Street per rinnovarne totalmente la parte dedicata alla ristorazione.

Il punto vendita Eataly Smeraldo, aperto a marzo del 2014 a Milano


"Ci distribuiremo su tre piani all'interno di Selfridges. Il progetto sarà presentato ufficialmente in novembre con un'apertura prevista per settembre 2016", ha indicato il CEO del gruppo Luca Baffigo Filangieri, in occasione della giornata "Luxury & Finance 2014", organizzata giovedì scorso dalla Borsa di Milano.

Eataly non è al suo primo tentativo in questo genere di partnership. L’azienda italiana gestisce per esempio gran parte della ristorazione del concept store di moda Brian&Barry, inaugurato a Milano lo scorso marzo. Dall'apertura del primo negozio a Torino, nel 2007, sono nati più di 20 store Eataly, da New York a Tokyo, passando per Dubai e Istanbul, che presentano sotto un unico tetto prodotti freschi, specialità del territorio e angoli dedicati alla ristorazione, attirando un flusso di visitatori spesso impressionante.

E adesso, l'insegna italiana guarda a Parigi. Per il momento, nulla è stato ancora concluso nella capitale, tuttavia, secondo le nostre informazioni, Eataly sarebbe in trattative con le Galeries Lafayette, proprietarie del BHV-Marais, per insediarsi in una delle superfici che il BHV gestisce nel quartiere, compreso l'accesso da rue Sainte-Croix-de-la-Bretonnerie. Anche in questo caso si tratterebbe di molte migliaia di metri quadrati.

Nel frattempo, Eataly ha in programma un intenso piano di aperture all'estero: San Paolo del Brasile nel gennaio 2015, Mosca fra aprile e giugno, un secondo punto vendita a New York nella zona del World Trade Center (la Torre 4) in settembre, e infine Seoul, in Corea del Sud, in ottobre.

A fine 2015-inizio 2016 sarà il turno di Monaco di Baviera, in Germania, mentre nel 2016-17, l'insegna sbarcherà a Hong Kong e a Los Angeles.

Il gruppo prevede di chiudere il 2014 su un incremento a doppia cifra, con un fatturato di 350 milioni di euro e un EBITDA di 40-45 milioni di euro, e spera di quotarsi in Borsa tra il 2016 e il 2017.

Dominique Muret (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.