×
1 352
Fashion Jobs
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
Pubblicità
Di
Adnkronos
Pubblicato il
24 set 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

E-commerce: lo shopping online si fa con un tweet

Di
Adnkronos
Pubblicato il
24 set 2014

Acquistare online con un semplice tweet. All’estero è già una realtà e “presto lo diventerà anche in Italia”. Parola di Alessio Semoli, marketing director di Softec, società leader nei servizi di marketing digitale. Semoli lo ha annunciato al convegno 'eCommerce...Always Connected' che si è tenuto a Roma, lo scorso 23 settembre, nell'ambito della Social Media Week. “Entro massimo sei mesi”, assicura il dirigente di Softec, i sempre più numerosi compratori online potranno dire basta alle lunghe schede con i dati personali da compilare prima di effettuare l’acquisto: la registrazione fatta sui social network potrà essere usata anche per essere identificati sui siti di e-commerce. Basterà dunque inserire il codice della carta di credito e il prodotto verrà spedito.

Foto: Corbis - Foto: Corbis


Un’agevolazione per gli utenti che dovrebbe incrementare ancora di più un settore che, nonostante la crisi, registra una crescita costante. Sempre di più sono infatti gli italiani che si affidano alla Rete per fare acquisti: in tre anni sono passati da 9 a 16 milioni (dati NetComm di maggio 2014). E si impenna anche il fatturato previsto: a fine 2014 infatti, secondo una stima NetComm, si attesterà a 18 miliardi di euro con un incremento del 25,6% rispetto al 2013.

“Il potenziale italiano è enorme - rileva Semoli - ma gli italiani, rispetto agli altri europei, sono molto più scrupolosi nelle informazioni all’acquisto". Per questo "occorre aiutare i potenziali clienti ad avvicinarsi all’e-commerce, presidiando i canali che offrono le informazioni e assicurando la massima assistenza”.

Se lo shopping online è sempre più popolare, infatti, sono ancora tantissime (67,91% a livello globale) le persone che si collegano alla rete solo per farsi un'idea. Che si tratti di un nuovo pc, di un pezzo di ricambio per la moto o di un paio di scarpe, l'utente al termine della sua ricerca sceglie spesso di non cliccare sull'iconcina del carrello per comprare l'oggetto dei suoi desideri. A rappresentare un ostacolo è ancora una certa diffidenza a usare in Rete la carta di credito, per questo "occorre aumentare l’offerta delle modalità di pagamento - dice Semoli - , pensando anche a chi è più ritroso a utilizzare la carta e rendere più veloci le operazioni”.

Copyright © 2023 AdnKronos. All rights reserved.