×
1 160
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Art Director - Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Trademark Attorney
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
E-Commerce Specialist - Settore Fashion &Amp; Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
ESSE-M STUDIO
Plant Quality Manager Settore Tessile
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
Logistic Manager
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Organization Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
DEDAR
Trade Marketing Manager
Tempo Indeterminato · APPIANO GENTILE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Health & Safety Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
TAKE OFF
Buying Account Manager (Off-Price Fashion)
Tempo Indeterminato · GEZIRA
CONFIDENZIALE
Amministrazione
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Senior Creative Strategist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Product Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Ready to Wear Uomo Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Beauty Advisor Sud Italia
Tempo Indeterminato · CATANZARO
CONFIDENTIAL
Sap Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
THE THIN LINE LANZAROTE
Responsabile Marketing
Tempo Indeterminato · TÍAS
CONFIDENTIAL
Impiegato IT/Commerciale
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Manager Estero - Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB
sr Europe Retail Buyer - Female Denim & Apparel
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Pubblicato il
18 mar 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

E-commerce: 12,6 miliardi di euro di vendite in Russia nel 2013

Pubblicato il
18 mar 2014

L’e-commerce russo ha generato 12,6 miliardi di euro di vendite nel 2013, incluse quelle all’estero, secondo Euromonitor. Le vendite on line nel retail russo supereranno inoltre il 3% a inizio 2014, e dovrebbero raggiungere il 10-12% verso il 2018-2020, avverte dal canto suo PricewaterhouseCoopers (PwC).


Una crescita consentita dalla crescente democratizzazione del web nel Paese. Secondo le previsioni di PwC, la parte della popolazione russa che utilizza internet aumenterà fino al 68% da qui al 2017, toccando 38 milioni di famiglie. Attualmente, il 43% delle persone utilizza l’Internet mobile (61 milioni di utenti). Nel 2017, questa cifra passerà ai 100 milioni. I consumatori che effettuato i loro acquisti grazie agli smartphone hanno raggiunto nel 2013 il 41% contro il 28% dell’anno precedente.

Circa la metà dei clienti russi effettua i suoi acquisti on line attraverso i social network. Nel 2012, essi rappresentavano soltanto il 21%. Più della metà delle persone ha pubblicato un commento riguardante un prodotto o un brand nel 2013 (e soltanto il 31% nel 2012).

L’abbigliamento è il leader delle vendite on line per il mercato russo, secondo l’agenzia Markswebb Rank & Report. Ogni mese, vestiti e scarpe sono ordinati da 6,4 milioni di russi (il 32% dei cyber-acquirenti e il 22% degli utenti russi). Tra i clienti, il 67% sono donne, che rappresentano ad oggi il 54% degli utenti russi. In totale, 20 milioni di russi effettuano acquisti on line, ovvero il 71% degli internauti attivi.

Le donne e gli uomini nella fascia di età che va dai 25 ai 34 anni, rispettivamente il 18 e il 16% degli internauti attivi, rappresentano la più attiva generazione di cyber-acquirenti. I meno attivi sono le persone appartenenti alla fascia 55-64 anni con soltanto il 5% di donne e il 3% di uomini che acquistano on line. La Russia è in ritardo rispetto agli altri Paesi come ad esempio la Francia: nella fascia 55-64 anni l’interesse per il canale si è rinforzato con ormai il 13,8% di persone che acquistano on line contro il 7,9 dell’anno precedente.

Il 23% dei clienti che acquistano on line abitano a Mosca, quasi l’8% a San Pietroburgo e circa il 18% in altre città con più di un milione di abitanti. A Mosca la percentuale di clienti tra gli utenti di internet supera l’80%, seguita da San Pietroburgo con il 79% e le città più piccole (da 100 a 500 mila abitanti) con il 63%.

I maggiori consumatori on line sono quelli che hanno un reddito più elevato. Tra le persone che guadagnano più di 100.000 rubli al mese (circa 2.000 euro), il 91% effettuano i loro acquisti on line regolarmente. Il metodo di pagamento più diffuso è il contrassegno (43%). Il 34% dei pagamenti viene fatto tramite carta di credito e il 10% con sistemi tipo Paypal. Il resto degli utenti preferisce pagare con sistemi e terminali di pagamento russi (Yandex, Qiwi).

Il problema sta ad oggi nel valutare l’impatto delle ultime iniziative legislative in materia di acquisti on-line. È infatti possibile che la diminuzione del limite di acquisto esentasse per gli articoli importati dall’estero spingerà i russi a rivolgersi ai negozi e-commerce locali.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.