×
1 565
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Drumohr a tutto retail, primo sito di e-commerce e nuovo flagship a Torino

Pubblicato il
today 19 giu 2018
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Drumohr si espande nel retail a 360 gradi: la storica insegna britannica di menswear, dal 2006 in mani italiane, ha appena lanciato il proprio sito di e-commerce e si appresta ad aprire un nuovo monomarca, il primo nella città di Torino.

Da destra:Michele Ciocca (AD Drumohr), il padre Luigi Ciocca e il fratello Filippo.

 
“Il portale servirà principalmente Europa e Asia che sono rispettivamente i principali mercati del brand”, ha spiegato a FashionNetwork.com l’AD di Drumohr, Michele Ciocca. “A livello Europa, tra i Paesi di punta troviamo Germania, Austria, Olanda, Belgio, in pratica l’area nord europea. Mentre per l’Asia, Giappone e Corea”.
 
Il nuovo sito web, che ospita sia il portale di vendite online che una sezione dedicata ad approfondimenti sul mondo del marchio, è stato realizzato in collaborazione Triboo; lo specialista della trasformazione digitale ha curato la parte grafica e creativa della piattaforma, ma si occuperà anche della di alcuni aspetti logistici, come servizi di spedizione, pagamento e customer-care.

Drumohr

 
Sul fronte dell’espansione fisica, a fine settembre Drumohr aprirà i battenti del suo terzo flagship store, a Torino, dopo quelli di Milano e Alassio: uno spazio di 100 mq. su un solo piano con 3 vetrine su strada, al numero 10 di via Lagrange, arteria del lusso cittadina che ospita celebri firme di moda come Cucinelli, Prada e Church. Entro la fine dell’anno, ha rivelato Ciocca, “l’obbiettivo è di arrivare ad altre due aperture in Italia, ma ci stiamo ancora lavorando”.

Come clienti wholesale, Drumohr vanta una rete consolidata di 350 punti vendita, di cui circa 280 in Europa e una settantina in Asia.
 
Nato nel 1770 a Drumfries, in Scozia, il marchio è stato acquisito oltre 10 anni fa dalla storica azienda di magliera Ciocca, che ne ha trasferito la produzione in Italia fondendo l’heritage british con il gusto del Made in Italy. Per Drumohr, “il 2016 e il 2017 sono stati abbastanza costanti, con un fatturato annuo di circa 9 milioni di euro”, ha concluso l’AD, Michele Ciocca, che per il 2018 si attende un incremento delle vendite del 10%.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.