×
1 491
Fashion Jobs
MICHAEL PAGE ITALIA
Senior Buyer Settore Moda
Tempo Indeterminato · PRATO
MICHAEL PAGE ITALIA
Regional Account Manager Nord Italia Per Realtà di Bigiotteria
Tempo Indeterminato · MILANO
MARTINO MIDALI
Junior Product Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
MARTINO MIDALI
E-Commerce e Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Global CRM Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
BENEPIU' SRL
Produzione -Qualita'
Tempo Indeterminato · CARPI
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Agile Delivery Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Italia e Svizzera - Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
AMINA MUADDI
Product Manager Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Regional Account Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Reuters
Pubblicato il
1 mar 2011
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Dior licenzia Galliano dopo l'episodio dei commenti razzisti e la diffusione di un video scandalo

Di
Reuters
Pubblicato il
1 mar 2011

Finisce la luna di miele Dior/Galliano. La casa di moda francese ha infatti annunciato oggi il licenziamento definitivo di John Galliano, dopo la denuncia alla Polizia secondo cui lo stilista avrebbe rivolto a una coppia commenti offensivi e antisemiti. Lo stilista britannico, prima sospeso e adesso dunque licenziato dalla maison Dior, afferma inoltre di "adorare Hitler" in un video amatoriale diffuso sul sito web del “Sun” e registrato, secondo il giornale popolare inglese, in un caffè parigino.




John Galliano dice “Adoro Hitler” in inglese a delle persone sedute ad un tavolo a fianco del suo. "Delle persone come voi sarebbero morte. Le vostre madri, i vostri padri sarebbero tutti dei cazzo di morti asfissiati dal gas”, apostrofa lo stilista in questo cortissimo clip consultabile sul sito internet del tabloid britannico.

"Lei ha un problema", gli dice una donna, fuori schermo. "Con lei. Lei è brutta", risponde Galliano, visibilmente alticcio. "Di dov'è lei?", incalza Galliano una delle persone sedute al tavolo vicino. "Stronza", gli risponde il couturier.

Secondo “The Sun”, le persone insultate da John Galliano erano francesi e italiane, e non ebree. L'uomo che ha filmato la scena, e la cui identità non è stata rivelata, ha raccontato al "Sun" che "Galliano era seduto da solo e stava bevendo". "Galliano non ha smesso di immischiarsi (nella nostra conversazione) anche in seguito, facendo dei commenti su di noi e su quello che dicevamo. Eravamo stupiti da quello che diceva", testimonia.

Il fatto è accaduto il 12 dicembre 2010, secondo il sito internet di condivisione di filmati Citizenside, che si è procurato la registrazione e l'ha venduta al “Sun”. Secondo il tabloid, il video è stato girato nella stessa brasserie parigina (il caffè “La Perle”) dove John Galliano è accusato di aver rivolto giovedì scorso degli insulti razzisti ed antisemiti durante un alterco ad una coppia di avventori.

Dior spiega di aver deciso di iniziare le procedure di licenziamento di Galliano dopo aver visto proprio questo videoclip. "Condanno fermamente quanto detto da John Galliano, che contraddice i valori che sono sempre stati difesi da Christian Dior", ha detto l'AD di Christian Dior, Sidney Toledano.

Christian Dior, John Galliano
Galliano al suo arrivo al commissariato. (Foto: AFP)

Intanto ieri pomeriggio (dalle 14 alle 19), lo stilista si trovava nel commissariato del III° arrondissement di Parigi, dove è stato messo a confronto con la stessa coppia e un'altra donna che lo ha denunciato a ruota sabato scorso per un episodio simile accaduto ad ottobre. L'ormai ex direttore artistico della maison Dior avrebbe preso in giro il fisico di questa signora 48enne, prima di pronunciare, sempre in inglese, degli insulti anche questa volta a carattere razzista.

La querelante sostiene che non aveva ritenuto di denunciare all'epoca questo fatto, considerando che le frasi di Galliano fossero semplicemente la conseguenza di un eccessivo consumo di alcool. Dopo aver saputo della lite di giovedì scorso con la coppia nel Marais ha deciso alla fine di rivelare l'accaduto, fatto che unito all'episodio testimoniato dalla registrazione filmata rende la posizione dello stilista britannico perlomeno imbarazzante.

Secondo una fonte vicina all'inchiesta, la coppia ha confermato integralmente le proprie accuse, ma queste non sono state confermate né dalle testimonianze dei tre impiegati del bar, né dalle deposizioni di due altri avventori presenti al momento dei fatti e ascoltati dalla Polizia, ha aggiunto la stessa fonte.

John Galliano ha smentito di aver mantenuto questo comportamento e di aver pronunciato insulti antisemiti, in più ha querelato a sua volta venerdì scorso i due avventori per "diffamazione", secondo il suo avvocato.

L'associazione “SOS Racisme” ha fatto notare lunedì "l'ignominia" di queste frasi e ha manifestato l'intenzione di denunciare a sua volta lo stilista "nei prossimi giorni, se i fatti saranno confermati".

Il mondo della moda si sta interrogando scioccato sull'accaduto, mentre sono cominciate proprio oggi le sfilate della Fashion Week parigina, dove un giornalista (non francese) non senza ironia commentava “The show must go on!” (“Lo spettacolo deve continuare”)...

Dal 1999, John Galliano dirigeva tutte le linee femminili di Dior così come la pelletteria e l'immagine del marchio. Parallelamente, ha continuato a disegnare le proprie collezioni.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

© Thomson Reuters 2023 All rights reserved.

Tags :
Altro
People