×
1 221
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Earned & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CLAUDIE PIERLOT ITALIE
Area Manager Italy - Permanent Contract H/F
Tempo Indeterminato · MILAN
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Toscana Settore Fashion
Tempo Indeterminato · FIRENZE
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Fashion Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
Rsponsabile Modelleria e Industrializzazione Tomaie Sneakers e Mocassino
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
LABOR S.P.A
Business Developer - Luxury/Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VALENTINO
IT CRM Specialist
Tempo Indeterminato · VALDAGNO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Centro- Nord Est
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHAEL PAGE ITALIA
Buyer Retail - Accessori - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Centro Italia - Base Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
PRONOVIAS GROUP
Accounting Manager
Tempo Indeterminato · CUNEO
VICTORIA’S SECRET
Area Manager Victoria's Secret
Tempo Indeterminato · BERGAMO
TESSILFORM SPA -PATRIZIA PEPE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
OTB SPA
Sap Successfactors Hcm Solutions Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
L'AUTRE CHOSE
Addetto al Reporting e Controllo di Gestione
Tempo Indeterminato · PORTO SANT'ELPIDIO
VALENTINO
Digital Media Planning & Buying Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ROSSIMODA S.P.A.
Tecnico Industrializzatore Strutture
Tempo Indeterminato · VIGONZA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
IT Manager
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
ALEXANDER MCQUEEN ITALIA S.R.L.
Alexander Mcqueen Stock Controller
Tempo Indeterminato · ROMA
Pubblicità

Denim by Première Vision: 22% di visitatori in più

Pubblicato il
today 12 dic 2011
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Nella sua edizione del 30 novembre-1° dicembre, il salone del denim ha coinvolto 2.552 buyer. Questa nona edizione è dunque andata bene, al di là dei confronti con i 2.088 professionisti riuniti a dicembre 2010 o dei 2.353 contati nel maggio scorso. L’estero è stato una volta in più particolarmente rappresentato, con il 73% dei visitatori totali, contro il 70% dell'anno passato, e una progressione considerevole di certe zone.

Denim by Première Vision
Denim by Première Vision - novembre-dicembre 2011

L’organizzatore nota così una presenza accresciuta dei Paesi del Nordeuropa, e in modo particolare della Germania (+24,5%), della Svezia (+24%), dei Paesi Bassi (+31%), e anche del Regno Unito (+15%). Benché la manifestazione resti principalmente europea, gli americani si sono anch'essi presentati in grande quantità (+41%). Quanto ai Paesi della top 10, l’Italia (+6,5%) conserva il suo secondo posto dietro alla Francia, mentre la Spagna compie la maggiore progressione (+43%). La Turchia, nazione presa sempre più in considerazione nelle odierne scelte produttive, cresce dal canto suo del 30%.

Sul versante delle 81 aziende espositrici (+15,7%), i professionisti non hanno nascosto la loro soddisfazione a fronte dell'abbondante attività registrata in questa edizione, con alcuni che hanno manifestato addirittura la richiesta di una mezza giornata supplementare. Per Etienne Monami, responsabile soprattutto del mercato francese per la spagnola Textil Santanderista, presente sin dal lancio del salone, "Denim by è diventato un salone vero, dove si lavora veramente e che attira i più grandi produttori del mercato. Anche il profilo degli espositori si è evoluto. In origine, eravamo qui solo noi specialisti del flat. Oggi, l'offerta si è sviluppata attorno al denim".

Tanto che dopo aver ampiamente proposto le loro offerte eco-friendly le aziende hanno dispiegato per la primavera-estate 2013 un ampio ventaglio di nuove tecnologie. Che si tratti di rafforzata solidità, di accresciuta elasticità, delle ultime tecniche al laser o dei recenti procedimenti di lavaggio che risparmiano le fibre, l’offerta globale si è rivelata particolarmente ricca.

"L'eco-responsabilità è diventata imprescindibile, tutti i protagonisti più credibili oggi l'hanno presa in considerazione”, spiega Pascaline Wilhelm, direttrice moda di Première Vision. “Per contro, vediamo dei professionisti proporre dei materiali dotati di proprietà cosmetiche. In termini fashion, la nitidezza e l'intensità hanno il sopravvento. Il periodo del cowboy trash che arriva dal deserto col suo jeans bucato è passato. Questo côté più pulito si accompagna di colori vivaci e di una ricerca di dolcezza, sia visiva che al tocco. Anche lo sviluppo della tecnologia laser offre delle belle prospettive di creatività".

E le aziende se ne sono accorte. Première Vision riferisce così la presenza degli attori-chiave dell'universo del denim (G-Star, Teddy Smith, 7 For All Mankind…), degli imprescindibili (Levi’s, Mustang …), dei protagonisti del settore del lusso (Marc by Marc Jacobs, Valentino, Vuitton, Lagerfeld, Burberry …), di vari brand di fast fashion (H&M, Celio, Mango, Quiksilver, Abercrombie & Fitch …) e delle insegne della grande distribuzione (La Redoute, Marks & Spencer, C&A, El Corte Ingles …).

L'appuntamento ha anche costituito l'occasione per Première Vision di annunciare la nascita di Denim by Première Vision Asia. Come vi avevamo anticipato, la sua prima edizione si svolgerà a Shanghai la terza settimana di ottobre 2012, a margine di Première Vision Cina. Nel frattempo, il prossimo Denim by PV parigino avrà luogo il 23 e 24 maggio del 2012.

Matthieu Guinebault e Olivier Guyot (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.