×
1 383
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Customer Service Estero- Settore Design
Tempo Indeterminato · MONZA
ELISABETTA FRANCHI
Digital Marketing Manager
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Pubblicato il
26 giu 2013
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Delphine Arnault lascia Christian Dior per Louis Vuitton

Pubblicato il
26 giu 2013

Delphine Arnault lascia la maison Christian Dior Couture di cui era vicedirettore generale dal 2008. Michael Burke, CEO di Louis Vuitton, ha annunciato la nomina di Delphine Arnault nell'incarico di vicedirettore generale di Louis Vuitton. Sarà responsabile di supervisionare l’insieme delle attività prodotto di Louis Vuitton, e acquisirà le sue nuove funzioni dall'inizio di settembre.

Delphine Arnault approda in Louis Vuitton (Foto: Jean-François Robert)


"Non vedo l'ora di lavorare di nuovo con Delphine Arnault, di cui ho potuto apprezzare in numerose occasioni le grandi qualità professionali e umane", ha dichiarato Michael Burke, diventato improvvisamente CEO di Louis Vuitton nel dicembre 2012 dopo l'addio a sorpresa dello spagnolo Jordi Constans. L'americano ha diretto per un certo periodo Christian Dior Couture nel momento in cui vi lavorava Delphine Arnault.

L'arrivo di Delphine Arnault sotto Michael Burke da Louis Vuitton si verifica nel bel mezzo di un periodo di discussioni riguardanti il rinnovo del mandato di Marc Jacobs nel ruolo di direttore creativo della maison principale del numero uno mondiale del lusso. L'attuale contratto del designer americano volgerebbe al termine nei prossimi mesi. Il che ha alimentato alcune speculazioni, che sono arrivate fino ai dipendenti interni della società Louis Vuitton, che suggeriscono la possibilità di un cambio di direzione artistica. "E' lei che ha suggerito Raf (Simons, ndr.) a Dior, mentre si presentavano numerose altre opzioni", ha testimoniato suo fratello Antoine Arnault, lui stesso a capo di Berluti, in un ritratto sul “Wall Street Journal” qualche mese fa, dipingendola come una dirigente appassionata, discreta e umile.

"Partecipo alla produzione sin dai primi schizzi fino al momento in cui il prodotto arriva nei negozi", confidava l'interessata, di solito poco incline a rilasciare interviste, nello stesso articolo. Tutto sembra indicare che il futuro di Louis Vuitton riservi alcuni cambiamenti importanti, in un momento in cui il ritmo di aperture di negozi è destinato a rallentare allo scopo di rarefare l'accessibilità al brand, e in cui il classico monogramma tende a scomparire dietro prodotti più giovani, come ha attestato la capsule di piccola pelletteria "Small is Beautiful" lanciata nello scorso mese di gennaio.

Florent Gilles (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Tags :
Altro
Nomine