×
1 334
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Customer Service Estero- Settore Design
Tempo Indeterminato · MONZA
ELISABETTA FRANCHI
Digital Marketing Manager
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Area Manager - Centro Italia
Tempo Indeterminato · ROMA
Di
Reuters
Pubblicato il
17 mag 2015
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Courrèges è pronto ad aprire il suo capitale per svilupparsi

Di
Reuters
Pubblicato il
17 mag 2015

Courrèges, iconico marchio di moda francese degli anni '60 e '70, si appresta ad aprire il suo capitale per accelerare lo sviluppo e aumentare di dimensione.

Collezione autunno-inverno 2015 - Courrèges.


Acquistato quattro anni fa da Jacques Bungert e Frédéric Torloting, ex dirigenti dell'agenzia Young & Rubicam, la griffe creata da André Courrèges nel 1961 è stata immediatamente al centro di un importante progetto di ristrutturazione.

Oggi, "è pronta a cambiare dimensione. E deve ritrovare quella diffusione, quella fama e quello splendore che le competono; è questa la nostra ambizione", ha dichiarato all'agenzia Reuters Jacques Bungert, co-dirigente della società.

In questa prospettiva, l'azienda sta per finalizzare un procedimento di apertura del suo capitale, ha precisato Frédéric Torloting, parlando di un'operazione di una ventina di milioni di euro che diluirà la quota dei due proprietari, ma permetterà loro di mantenere il controllo della società. I due boss dell'azienda transalpina non hanno precisato se si tratta di investitori industriali o finanziari.

Secondo Bungert e Torloting, fino a questo momento è stato necessario ricostruire l'azienda preservando il marchio: un vasto cantiere passato attraverso il rinnovamento del laboratorio di Pau nei Pirenei Atlantici (fabbrica storica della casa), un importante investimento nei sistemi informatici e un rinnovamento del personale, passato da 50 unità a un centinaio di persone.

Nel frattempo, Courrèges ha anche aperto un negozio a Lussemburgo (la capitale dell'omonimo granducato), un secondo store a Parigi, sulla rive gauche, e ha ricostruito la propria rete distributiva, che oggi conta circa 250 punti vendita in una ventina di nazioni.

La società ha inoltre concluso il suo contenzioso con Lorience, il licenziatario che aveva scelto per produrre i profumi. In mancanza di accordo sui prodotti e sul marketing, i co-dirigenti hanno ripreso a gestire internamente l'ideazione e la distribuzione dei cinque profumi del brand, prima del lancio, in giugno, di una sesta fragranza, chiamata "La Fille de l'air", prodotta dalla svizzera Firmenich.

Grazie al previsto apporto di soldi freschi, Courrèges vuole accelerare i tempi. "Bisogna arrivare a poter coprire compiutamente, in tre-cinque anni, i mercati che sono importanti per noi", ha precisato Frédéric Torloting, riferendosi ad aperture di negozi a New York, Tokyo, Londra, Seoul e Madrid. E' anche prevista l'estensione della rete dei distributori terzi, con spazi di maggiori dimensioni dedicati al brand.

Questa fase espansiva sarà accompagnata da una nuova dinamica artistica. Courrèges ha infatti assunto una coppia di giovani stilisti suscettibile di infondere la dose di creatività necessaria al successo del rilancio della griffe. Sconosciuti al grande pubblico, gli stilisti del marchio Coperni, Sébastien Meyer e Arnaud Vaillant, hanno vinto nel 2014 il prestigioso premio alla prima collezione dell'Andam. "Per inventare il futuro, ci vogliono persone di talento. Avevamo bisogno di questa nuova energia", ha spiegato Frédéric Torloting. Fino ad oggi, la creazione era affidata a un ufficio stile di una decina di persone.

Dal 2011, le vendite della storica boutique di rue François 1er sono triplicate e il marchio francese produce 15 volte in più di capi di prêt-à-porter.

Il suo fatturato avvicinerebbe i 20 milioni di euro e l'azienda, in deficit, non dovrebbe generare profitti nel breve termine. Il prêt-à-porter, che rappresenta il 75% delle vendite del brand, è interamente prodotto in Francia, ad eccezione della maglieria, esternalizzata in Italia. I dirigenti di Courrèges puntano anche sullo sviluppo degli accessori (soprattutto degli occhiali) e dei profumi per spingere la crescita.

Per conquistare un pubblico più giovane, Courrèges ha allargato la gamma dei prezzi, con abiti che partono da 800 euro, e conta di proporre dei prodotti più accessibili, come delle gonne a 450 euro.

Anche il sito Internet del brand, poco attraente, dovrà essere rivisto, mentre la pelletteria diventerà successivamente una business line a sé stante.

Non potendosi permettere grandi campagne pubblicitarie, Courrèges sta puntando a incrementare la visibilità tramite delle partnership, come quella scattata in marzo con Estée Lauder, il colosso statunitense dei cosmetici. I due marchi si sono associati per un'edizione limitata di prodotti per il make up venduti sul sito Internet di catene di profumeria come Sephora o Marionnaud e nei corner di Estée Lauder.

Courrèges ha anche firmato una collezione limitata per il catalogo di La Redoute.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: Reuters

© Thomson Reuters 2022 All rights reserved.