×
1 323
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Sales Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Sales Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Art Director - Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Trademark Attorney
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
E-Commerce Specialist - Settore Fashion &Amp; Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
ESSE-M STUDIO
Plant Quality Manager Settore Tessile
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
Logistic Manager
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Organization Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
DEDAR
Trade Marketing Manager
Tempo Indeterminato · APPIANO GENTILE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Health & Safety Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
TAKE OFF
Buying Account Manager (Off-Price Fashion)
Tempo Indeterminato · GEZIRA
CONFIDENZIALE
Amministrazione
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Senior Creative Strategist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Product Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Ready to Wear Uomo Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Beauty Advisor Sud Italia
Tempo Indeterminato · CATANZARO
CONFIDENTIAL
Sap Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
THE THIN LINE LANZAROTE
Responsabile Marketing
Tempo Indeterminato · TÍAS
Pubblicità
Pubblicato il
12 lug 2011
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Conbipel: ricavi a +4,3% e nuove aperture in programma

Pubblicato il
12 lug 2011

Nell’esercizio chiuso al 31 marzo 2011 migliorano tutti i principali indicatori finanziari dell’azienda specializzata in abbigliamento per tutta la famiglia. Ricavi pari a 242 mln di euro, in crescita del 4,3% rispetto ai 232 mln dell’esercizio precedente, ed Ebitda pari a 6,6 mln di euro, in deciso aumento rispetto all’anno precedente quando era negativo per 1,2 mln di euro. La Società rafforza lo sviluppo con l’implementazione del piano industriale che prevede più di 40 nuove aperture nei prossimi tre anni.

Conbipel
Conbipel, collezione donna P/E 2011

Il Consiglio di Amministrazione di Conbipel, che fa capo al fondo di private equity Oaktree Management Capital, ha approvato il Progetto di Bilancio dell’esercizio 2010/11, chiuso al 31 marzo 2011.

In un contesto economico ancora critico, che ha impattato in maniera negativa sul mercato dell’abbigliamento italiano con una contrazione generale dei volumi (-2,3% rispetto al 2009) e una riduzione dei prezzi medi, nel corso dell’esercizio 2010/11 Conbipel ha registrato i primi segnali di ripresa, con vendite in aumento e un miglioramento della marginalità.

L’incremento del fatturato e il positivo contributo derivante da una migliore ottimizzazione dei costi di acquisto dei capi di abbigliamento e dei costi di locazione hanno influenzato in maniera positiva il Margine Operativo Lordo che è stato pari a 8,1 milioni di euro, in crescita di 9,9 milioni di euro rispetto all’anno precedente, quando era negativo per 1,8 milioni di euro.

Il Risultato Operativo è negativo per 6,0 milioni di euro, tuttavia in significativo miglioramento rispetto al dato del 2009/10, quando era negativo per 17,8 milioni di euro. La crescita, pari a 11,8 milioni di euro, è attribuibile principalmente alle performance del MOL e in misura minore a un calo degli ammortamenti. Al 31 marzo 2011 l’indebitamento finanziario netto risulta pari a 41,2 milioni, in miglioramento rispetto ai 56,1 milioni del 2009/10.

“Dal 2007, anno in cui Oaktree ha rilevato Conbipel, ad oggi abbiamo lavorato sostanzialmente su quattro fronti - commenta Nicola Girotto, CFO della Società. – Ci siamo focalizzati sul posizionamento strategico intervenendo sullo stile e sulla gamma prodotti; abbiamo iniziato a lavorare per razionalizzare la distribuzione; ci siamo concentrati sull’organizzazione e siamo intervenuti per migliorare l’efficienza operativa. In questi tre anni di lavoro, che fra l’altro sono coincisi con la più grave crisi economica globale degli ultimi decenni, siamo riusciti non solo ad incrementare il fatturato ma anche a riportare l’Ebitda in positivo”.

Nel corso dell’esercizio 2010/11, Conbipel ha perseguito una strategia di sviluppo in linea con le direttrici definite negli anni precedenti. In particolare sono proseguite le attività volte a rafforzare la struttura patrimoniale e finanziaria della società, al fine di supportare con maggiore efficacia la crescita in termini di nuove aperture di punti vendita e la ristrutturazione di parte di quelli esistenti. L’Azienda si è focalizzata inoltre sulle categorie di clientela ritenute strategiche e ha messo in atto una strategia di riposizionamento del brand, con conseguenti modifiche nelle logiche di definizione delle collezioni per le singole stagioni.

“Abbiamo inoltre rafforzato la funzione di sourcing del prodotto, unitamente ai flussi di approvvigionamento e gestione della logistica, allo scopo di migliorare costantemente la qualità dei prodotti offerti, pur garantendo prezzi competitivi – aggiunge Nicolas Girotto – e abbiamo razionalizzato la struttura di vendita, che ha visto da un lato la chiusura di 11 negozi non profittevoli e l’apertura di nuovi 9 punti vendita realizzati con il nuovo concept store, situati in aree ritenute strategiche”.

La razionalizzazione della rete di vendita è una delle principali linee strategiche definite da Conbipel nel business plan elaborato per il periodo 2011-14 che prevede, tra l’altro, l’apertura di oltre 40 nuovi punti vendita nei prossimi tre anni e un profondo rinnovamento dei negozi esistenti e ad alto potenziale; una nuova offerta di prodotti e servizi; la creazione di partnership strategiche di soucing nonché il completamento del processo di riposizionamento del marchio.

A supporto dell’implementazione del business plan, nell’ottobre 2010 la società ha sottoscritto con i propri principali Istituti finanziatori un accordo per il riscadenziamento delle linee di credito e la concessione di nuova finanza per complessivi 25 milioni di euro. Inoltre l’azionista di riferimento di Conbipel ha effettuato un’iniezione di nuove risorse, pari a 20 milioni di euro, a titolo di capitale sociale e di riserva per futuri aumenti di capitale sociale.

“L’esercizio 2010/11 è stato importante non solo per la crescita del fatturato, ma anche perché il progetto di rilancio dell’azienda è proseguito a pieno ritmo ed è stato rafforzato dall’avvio del nuovo piano industriale – conclude Girotto. - Le sfide che ci attendono sono ancora molte, ma in base all’andamento dei primi mesi del nuovo esercizio, siamo confidenti di poter raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati”.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.