×
1 604
Fashion Jobs
LABO INTERNATIONAL
Export Business Development Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Manager - Lombardia e Sicilia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
CRM Specialist
Tempo Indeterminato · RIMINI
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Compliance And Testing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
ww Distribution Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Project Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Digital Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
MANPOWER PROFESSIONAL
Expansion Manager Franchising
Tempo Indeterminato · CESENA
VIVIENNE WESTWOOD SRL
Purchasing And Procurement Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · SALERNO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
JIL SANDER SPA
IT Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Product Manager Maglieria
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
12 gen 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Cesare Paciotti S.p.A. chiede il concordato preventivo

Di
Ansa
Pubblicato il
12 gen 2014

Traballano le scarpe tacco 12 con il pugnale incastonato sotto la suola: la crisi investe uno dei marchi top del Made in Italy, la Cesare Paciotti S.p.A. di Civitanova Marche, costretta a chiedere il concordato preventivo al Tribunale di Macerata per debiti con creditori e banche che sfiorerebbero i 30 milioni di euro.

Al centro, Cesare Paciotti. Foto: Ansa


Duecentocinquanta i posti di lavoro a rischio, più 1.200 nell'indotto: una notizia che mette in allarme i sindacati del comparto moda, anche se le prime avvisaglie si erano già avute tempo addietro con la richiesta di fallimento presentata da alcuni creditori (l'udienza è fissata a giugno). Simbolo di un lusso barocco e trasgressivo (tacchi vertiginosi, cristalli, velluti, borchie e castoni negli stiletti per "donne forti e sofisticate"), e di una moda maschile congeniale a rocker e campioni dello sport (ultimo testimonial Francesco Totti), il marchio sconta il crollo del mercato interno "e 6 milioni di euro di insoluto da parte di 'storici' clienti italiani", spiega Cesare Paciotti.

Con la sorella Paola, manager nell'azienda, lo stilista dichiara ottimismo: "Proseguiremo l'attività produttiva e manterremo tutta la forza lavoro attuale". "Puntiamo sui mercati esteri, in particolare sulla Russia e l'Estremo Oriente". Da subito però ogni istanza di pagamento verso lavoratori e creditori è congelata, e la società ha due mesi di tempo, prorogabili, per presentare un piano definitivo di concordato. Per il distretto calzaturiero maceratese-fermano (5 mila aziende, dalla 'regina' Tod's a piccolissime realtà, 2 miliardi di export in valore) un colpo non facile da assorbire, anche sul piano dell'immagine.

Un'identità che ha tratti comuni per molte aziende: le dimensioni familiari e artigianali degli inizi, le prime collaborazioni importanti (nel caso di Paciotti con Gigli, Dolce & Gabbana, Roberto Cavalli), il debutto in passerella con un proprio brand. Fondata nel 1948 dai genitori Giuseppe e Cecilia Paciotti, la S.p.A. lancia la prima collezione firmata Cesare Paciotti nel 1980. Il 1990 è l'anno della svolta, cui seguirà una graduale diversificazione della produzione: non più solo calzature e borse, ma anche gioielli, occhiali e abbigliamento intimo. Bruce Willis, Anne Hathaway, Adrien Brody e Tony Ward sono fra le star che hanno prestato i loro volti alla Paciotti way of life.

Lui stesso volto 'da cinema', lo stilista ha fatto di sé il primo testimonial: presenza fissa a feste ed eventi internazionali; cliccatissimo sulla rete anche per le piccole disavventure, come la Land Rover impantanata nel fiume per portare a spasso il cane, e il salvataggio ad opera dei Vigili del Fuoco di animale e padrone riparati sul tettuccio del suv. Oggi la disavventura è decisamente più seria.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.