×
1 513
Fashion Jobs
AZIENDA LEADER NEL SETTORE LUXURY GOODS
Global Retail CRM Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
MANDARINA DUCK
Ecommerce Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Espansionista Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Manovia Montaggio
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CMP CONSULTING
E-Commerce e Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · SAN GIOVANNI LA PUNTA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Moda
Tempo Indeterminato · PADOVA
RETAIL SEARCH SRL
Back Office Commerciale - Customer Service Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Customer Engagement Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci HR Control Project Lead & Analyst
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Operation Manager/Director
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta Human Resources Generalist (Creative Talents)
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato ·
JIMMY CHOO
Stock Controller
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
PVH ITALIA SRL
E-Commerce Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Facility & IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Vip Key Account Manager / Online Sales Associate
Tempo Indeterminato · LUGANO
Di
AFP
Pubblicato il
3 set 2013
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Cannes, "un centro commerciale a cielo aperto" per i grandi patrimoni

Di
AFP
Pubblicato il
3 set 2013

Cannes riunisce in sé tutti gli ingredienti ottimali per attirare una clientela estiva fatta di persone ricchissime provenienti dalla Russia o dai Paesi del Golfo Persico, a condizione di scordare velocemente il senso di insicurezza lasciato dal furto d'antologia di 100 milioni di euro in straordinari gioielli messo a segno di recente in un albergo locale. Chaumet, Chopard, Rolex, Chanel, Prada, Louis Vuitton, Dior... la celebre "Croisette" è un'antologia dell'ostentazione, coi suoi 70 marchi di lusso internazionali di gioielleria, pelletteria e abbigliamento disposti uno a fianco all'altro su 800 metri di fronte al mare.

La facciata del negozio Chaumet sulla Croisette, firmato dall'architetto Jean-Michel Wilmotte (Foto: DR)


"Un centro commerciale a cielo aperto", secondo l'espressione usata in loco, per tenere occupati i clienti dei 6 hotel a cinque stelle e dei 24 alberghi a quattro stelle, senza dimenticare i proprietari di ville e di yacht ormeggiati nei due porti di Cannes. Anche gli stessi hotel vogliono approfittare di questa folla di compratori spesso facoltosi. Nella hall del Carlton brillava in agosto una nuova mostra di alta gioielleria firmata dal creatore parigino Waskoll, specialista in pietre preziose, sotto l'occhio attento di un folto personale di sicurezza.

"Bisogna alimentare la voglia di comprare gioielli. E questi si trovano a portata di mano, senza alcun lucchetto", mormora l'espositrice. Il 28 luglio, il precedente gioielliere ad aver realizzato un'esposizione temporanea (la maison del miliardario israeliano Lev Leviev) è stato derubato da un uomo armato fuggito poi da una porta-finestra con un bottino record di 100 milioni di euro. Alcuni giorni più tardi, un orologiaio di lusso si è fatto rubare nel suo negozio orologi per un valore di un milione di euro. Ma nonostante questi episodi, immensi cartelloni sulla facciata del Carlton invitano ad entrare per ammirare un gioiello decorato da 327 diamanti. Nonostante il caldo soffocante, un altro annuncio -tradotto in russo- reclamizza una mostra di giacche e cappotti di un'azienda di pellicce di Parigi.

Dettaglianti di lusso e albergatori si rallegrano per la fine del Ramadan, in quanto così potranno accogliere nuovamente visitatori provenienti dall'Arabia Saudita, dal Qatar o dal Kuwait. "Arrivano con intere delegazioni, affittano da 10 a 50 camere negli hotel", rivela Isabelle Gainche, direttrice dell'ufficio del turismo. “Qui si sentono a casa, tanto che due hotel, il Carlton e il Martinez, sono adesso di proprietà qatariota. I loro yacht sono ancorati al largo per ogni evenienza, per trascorrere la giornata al mercato di Saint-Tropez”, spiega ancora Isabelle Gainche.

Cannes è situata a metà strada fra le sue concorrenti estive Saint-Tropez e Monaco. La loro clientela comune spesso si sposta alternativamente fra tutte e tre le località francesi. La stagionale Saint-Tropez, coi suoi negozi di lusso temporanei, riserva le sue lunghe spiagge di Pampelonne alle atmosfere musicali festose gestite dal "jet-set". Cannes, città di congressi, circondata dall'alone di prestigio dato dal festival del cinema, resta viva tutto l'anno. I turisti del Golfo e i russi sono accolti ai primi posti dei tavoli "VIP" da bottiglie di champagne, preludio a serate da concludere nei locali notturni o nei casino. Dopo un festival culturale dell'Azerbaigian in presenza della first lady del Paese ex sovietico all'inizio di luglio, Cannes ha ospitato in agosto un festival delle arti russe che messo in primo piano la Siberia. La direttrice dell'ufficio del turismo ha già fatto parte di una delegazione recatasi in numerosi Paesi satelliti della Russia, come il Kazakhistan, ma da un po' di tempo sta guardando al Brasile.

I professionisti del settore stanno infatti notando che i russi hanno scoperto nuove destinazioni, come la Grecia o la Croazia. "In questo periodo di crisi, Cannes, come Monaco e Saint Tropez, diventa troppo cara. E' quindi in atto una presa di coscienza anche fra i clienti facoltosi", si preoccupa Claudio Ceccherelli, nuovo direttore del Martinez. "E' pericoloso affidarsi troppo a soli due mercati", avverte. Serge Carreira, specialista del lusso, si mostra più ottimista. "Un grande marchio di lusso non può davvero fare a meno di essere presente a Cannes o a Saint-Tropez. La Costa Azzurra è il secondo bacino d'utenza di questo turismo dopo Parigi", sottolinea. Il mito della Riviera, nato fra gli aristocratici della fine del XIX secolo, non è quindi ancora finito, nell'ambiente dei grandi ricchi.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2021 AFP. Tutti i diritti riservati.