×
1 586
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Credit Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO S.P.A
Digital Acqusition Media Specialist Appartenente Alle Categorie Protette Legge 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
HR Business Partner Corporate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Wholesale Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Media Strategist, Native Content & Affiliates
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Responsabile Sviluppo Franchising - Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Talent Acquisition Partner
Tempo Indeterminato ·
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Export Area Manager- Russian Speaker
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO S.P.A
Retail Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Head of Supply Chain Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
International Wholesale Manager - Fragrances
Tempo Indeterminato · LUCCA
247 SHOWROOM
Regional Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Emea CRM Coordinator & Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FENICIA SPA
Responsabile Acquisti Donna (Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
TRUSSARDI
General Accounting Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Prodotto
Tempo Indeterminato · TORINO
FOURCORNERS
CRM Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Paid Media Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Wholesale E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
30 giu 2016
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Brexit, Paolo Castelli: “Conseguenze immediate per la nostra azienda, ma abbiamo progetti importanti a Londra”

Pubblicato il
30 giu 2016

Cominciano a manifestarsi le prime conseguenze dirette della Brexit per quelle aziende italiane che hanno commesse in corso con il Regno Unito. La Paolo Castelli S.p.A. di Ozzano dell'Emilia (BO), attiva nel settore del general contracting, dell'arredamento e del design, che realizza ristrutturazioni, rinnovamenti e forniture di arredi su misura per biblioteche, aeroporti, hotel, musei, residenze private, auditorium, uffici e settore navale, ha manifestato le prime preoccupazioni nelle parole del suo massimo dirigente. “Come ci aspettavamo, le conseguenze della Brexit sono immediate anche per noi che abbiamo commesse già avviate a Londra”, ha infatti commentato Paolo Castelli, amministratore delegato di Paolo Castelli S.p.A.

Paolo Castelli


“Il partner con cui era già stato concluso l’accordo per l’apertura di uno showroom a Londra ha infatti deciso di attendere l’esito della votazione e, con tutta probabilità, disattenderà l’intesa raggiunta. Il danno, per la nostra azienda, è evidente e ci costringe a un intervento diretto, forte, senza il supporto di partner locali. Un altro importante progetto di Real Estate rischia di subire una frenata: il cliente è molto preoccupato per la svalutazione della sterlina rispetto all’euro e io stesso temo che possa non riuscire ad accollarsi tutti i costi finali legati alla commessa”, rivela l'AD.

“Non è però tutto grigio, perché sono convinto che una volta digerita questa fase negativa potremo continuare a lavorare con profitto nell’area. A tal proposito, incontrerò nei prossimi giorni un gruppo di investitori inglesi per il progetto di un hotel 5 stelle lusso a Londra: un segnale positivo e allo stesso tempo indicativo della volontà di non compromettere i proficui rapporti commerciali che il nostro Paese, e più in generale l’Europa, ha con il Regno Unito. Servirà tempo”, puntualizza Castelli.

“Per quanto riguarda il voto”, conclude Castelli, “risulta evidente l’insofferenza del sistema inglese verso l’Europa. Si tratta però di una prova democrazia che va rispettata, ma che impone alla UE e a noi una riflessione. Penso sarebbe un grosso sbaglio continuare senza interrogarsi sull’accaduto specie se poi diventa l’apripista per altre analoghe iniziative. Certo un dato mi ha colpito: il 75% degli under 25 ha votato 'Remain', di contro la maggioranza degli over 65 ha votato per uscire dalla UE: ciò dimostra, una volta di più, che l’Inghilterra è un Paese prevalentemente conservatore”.

Tra i principali progetti realizzati dall'azienda della provincia di Bologna ci sono la biblioteca Manica Lunga della Fondazione Giorgio Cini Onlus di Venezia, il Parc Hotel Bilià e Grand Hotel Bilià di Saint Vincent, gli interni del Padiglione Italia a EXPO 2015, l’Hotel Mandarin Oriental di Milano, l’allestimento delle tre stazioni delle Nuove Funivie Monte Bianco. L'ultima creazione di Paolo Castelli si chiama Inspiration, una collezione di arredi fortemente personalizzabili ispirata al gusto del design di interni degli architetti che hanno operato tra Londra e Parigi fra gli anni ’30 e ’50 dello scorso secolo, rielaborato in chiave contemporanea.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.