×
1 163
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Art Director - Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Trademark Attorney
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
E-Commerce Specialist - Settore Fashion &Amp; Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
ESSE-M STUDIO
Plant Quality Manager Settore Tessile
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
Logistic Manager
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Organization Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
DEDAR
Trade Marketing Manager
Tempo Indeterminato · APPIANO GENTILE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Health & Safety Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
TAKE OFF
Buying Account Manager (Off-Price Fashion)
Tempo Indeterminato · GEZIRA
CONFIDENZIALE
Amministrazione
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Senior Creative Strategist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Product Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Ready to Wear Uomo Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Beauty Advisor Sud Italia
Tempo Indeterminato · CATANZARO
CONFIDENTIAL
Sap Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
THE THIN LINE LANZAROTE
Responsabile Marketing
Tempo Indeterminato · TÍAS
CONFIDENTIAL
Impiegato IT/Commerciale
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Manager Estero - Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Pubblicato il
5 dic 2013
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Bread&Butter: verso un salone rivolto al pubblico?

Pubblicato il
5 dic 2013

Il Bread & Butter nel luglio 2014 si appresta ad iniziare un nuovo capitolo della sua storia. In una lettera di tre pagine, Karl-Heinz Müller, l'emblematico cofondatore, ha descritto in una sua analisi la situazione del mercato della moda, la guerra tra fiere in corso a Berlino, e il peso dell'e-commerce.

Karl-Heinz Müller. (Foto: DR)


Il boss del salone, che ricorda la storia della manifestazione, nata a Colonia nel 2001, assicurando che rimarrà a Berlino (il suo contratto di locazione dell'aeroporto Tempelhof ha una durata iniziale di dieci anni), non fa tanti giri di parole e va dritto al punto. E così, parlando dell’Igedo e del suo arrivo a Berlino con The Gallery, ricorda che ormai oggi è facile affittare dovunque un padiglione e creare un nuovo salone (ovviamente, quest'ultimo termine è messo tra virgolette).

Quanto al Panorama, che non nomina direttamente, Müller parla di un organizzatore alimentato da sovvenzioni pubbliche che è entrato nel settore dei saloni. «A Berlino, è iniziata una concorrenza rovinosa. Sappiamo tutti che cosa significa quando l'offerta diventa più importante della domanda», commenta.

Sul versante del mercato fashion, Müller ricorda anche il peso che hanno le catene oggi, non paragonabile a quello di dieci anni fa, e il lancio del Bread&Butter, oltre al peso dell'e-commerce, che trasforma la boutique multimarca in semplice cabina di prova. «Il fatto è che solo il dettagliante tradizionale è in grado di lanciare un brand o una label sul mercato», sostiene Müller, lui che gestisce i concept store 14 OZ, molto apprezzati dalla critica.

Sì, ma allora quale potrà essere il futuro per un salone professionale di moda? «Abbiamo deciso d'includere l'ultimo partecipante della catena, dunque il consumatore finale», riassume il dirigente. «Sappiamo benissimo che non sarà un compito facile. Ci aspettiamo forti contestazioni, le stesse che abbiamo avuto quando abbiamo lasciato Colonia per Berlino», prosegue Karl-Heinz Müller, che ha invitato molti giornalisti a Berlino alla metà di dicembre.

Unica certezza: il cambiamento non avverrà ora, ma dall'edizione di luglio 2014.

Bruno Joly (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.