×
1 568
Fashion Jobs
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
LABO INTERNATIONAL
Export Business Development Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Manager - Lombardia e Sicilia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
CRM Specialist
Tempo Indeterminato · RIMINI
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Compliance And Testing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
ww Distribution Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Project Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Digital Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
MANPOWER PROFESSIONAL
Expansion Manager Franchising
Tempo Indeterminato · CESENA
VIVIENNE WESTWOOD SRL
Purchasing And Procurement Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · SALERNO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
JIL SANDER SPA
IT Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Product Manager Maglieria
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
Pubblicità
Pubblicato il
22 lug 2013
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Barbara Franchin: "C’è una maggiore maturità nei giovani oggi"

Pubblicato il
22 lug 2013

Vera e propria anima del concorso per giovani stilisti ITS (International Talent Support), che supervisiona dal 2001, Barbara Franchin setaccia le scuole di moda e di design di tutto il mondo per far emergere la creatività degli angoli più remoti del pianeta. Al termine della 12ma edizione dell'ITS svoltasi a Trieste il 12 e 13 luglio, la Franchin traccia un bilancio del momento e ne analizza le tendenze.

Barbara Franchin


FashionMag.com: È stato difficile organizzare ITS 2013?
Barbara Franchin: L’ultimo anno è stato il più difficile di tutti. Con la crisi le istituzioni pubbliche hanno tagliato tutti i contributi. Il sostegno pubblico rappresentava solo il 10% del nostro budget, ma era un aiuto importante. Le difficoltà economiche ci hanno insegnato a razionalizzare. Eve, la società che organizza il concorso, impiega 10 persone a tempo pieno e 80 per organizzare l’evento vero e proprio. Si tratta di una macchina complessa. Cominciamo a settembre andando in giro per il mondo presso tutte le scuole di moda, poi facciamo una prima selezione sulle 1000 candidature e portfolio che riceviamo ogni anno. Bisogna poi formare la giuria e procedere ad una seconda selezione fino alla realizzazione dell’evento. Siamo riusciti ad organizzare quest’ultima edizione grazie all’arrivo di un nuovo partner, Swatch, che si è aggiunto ai nostri sponsor storici (Diesel, YKK, Swarovski, ndlr).

FM: Gli archivi di ITS accolgono le collezione dei finalisti e i portfolio delle candidature che arrivano dal mondo intero. Rispetto ai portfolio selezionati non è mai stata delusa dalle collezioni presentate in seguito?
BF: I candidati preparano i portfolio per illustrare il loro progetto, si tratta di una mini collezione composta da 5 a 8 look che corrisponde di solito al lavoro di fine anno fatto per la scuola. Certi portfolio sono dei veri capolavori. Riceviamo di tutto! Arrivano nel cemento, nel ghiaccio, nei mobili, perfino in animali impagliati! Ma spesso le cose più folli non rendono e non corrispondono alle collezioni più belle.

FM: Quali sono i Paesi più creativi?
BF: In questo momento gli asiatici sono molto focalizzati e concentrati. Giapponesi, coreani, cinesi sono molto attivi. Si sforzano in tutti modi a farmi capire i loro progetti, sono molto motivati e abituati a lottare per ottenere quello che vogliono. Poi la creatività gira. L’Europa è in una fase di crisi. Sempre meno giovani possono permettersi le costosissime scuole di moda. Ci sono quindi sempre meno studenti europei.

FM: Quali sono i grandi trend emersi quest’anno ?
BF: I nuovi trend sono assolutamente materici. C’è un grande ritorno alla materia declinata in tutti i modi possibili. C’è un approccio intellettuale ma sempre accompagnato da una ricerca sulla materia usata come chiave di lettura. Per esempio i gioielli non sono mai costruiti in maniera tradizionale con pietre incastonate ma concepiti come vere e proprie sculture o come se fossero immersi. C’è una maggiore maturità nei giovani oggi. I ragazzi hanno un senso di quello che fanno, di come lo pensano e come lo raccontano. Come se si avvicinassero alla consapevolezza. Non si accontentano più solo di concepire il vestito ma pensano anche a tutto il contesto intorno. Fare il designer non basta più, cominciano ad avere più esperienza e a lavorare su tutti gli aspetti.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.