×
1 632
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Credit Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO S.P.A
Digital Acqusition Media Specialist Appartenente Alle Categorie Protette Legge 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
HR Business Partner Corporate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Wholesale Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Media Strategist, Native Content & Affiliates
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Responsabile Sviluppo Franchising - Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Talent Acquisition Partner
Tempo Indeterminato ·
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Export Area Manager- Russian Speaker
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO S.P.A
Retail Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Head of Supply Chain Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
International Wholesale Manager - Fragrances
Tempo Indeterminato · LUCCA
247 SHOWROOM
Regional Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Emea CRM Coordinator & Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FENICIA SPA
Responsabile Acquisti Donna (Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
TRUSSARDI
General Accounting Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Prodotto
Tempo Indeterminato · TORINO
FOURCORNERS
CRM Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Paid Media Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Wholesale E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
23 ago 2016
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Bang & Olufsen: quattro trimestri di perdite nel 2015/2016

Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
23 ago 2016

Il produttore danese di hi-fi di alta gamma Bang & Olufsen (B&O) ha reso noto di aver dovuto registrate perdite per quattro trimestri nell'esercizio 2015/2016 (giugno-maggio), e di prevedere un miglioramento nel 2016/2017.

Bang & Olufsen


Il gruppo aveva tentato di rilanciarsi con un nuovo investitore, un magnate cinese del lusso, Qi Jianhong. Ma il progetto è fallito nel mese di aprile, e B&O ha anche dovuto registrare la partenza del suo capo, lasciando un compito difficile al nuovo CEO Henrik Clausen.

La perdita netta annua è stata di 208 milioni di corone (28 milioni di euro), più della metà della quale è stata registrata nel quarto trimestre, contro l'utile di 57 milioni di corone messo a segno nel 2014/2015, esercizio al termine del quale B&O aveva venduto la sua divisione automobilistica al produttore americano Harman.

Il fatturato è aumentato del 12%, a 2,63 miliardi di corone.

B&O stima di trovarsi sulla buona strada. Nel quarto trimestre, "globalmente il gruppo ha realizzato lo stesso fatturato dell'anno precedente. I margini sono migliorati e i costi fissi sono stati abbassati, il che ha migliorato la redditività", ha riferito Bang & Olufsen in un comunicato.

Resta però difficile puntare su un ritorno agli utili. Nelle sue previsioni, B&O stima che "il volume d'affari del gruppo dovrebbe crescere rispetto al 2015/2016" e l'EBITDA "migliorare", ma non ha fornito ulteriori precisazioni.

Il marchio continua pagare degli errori di strategia. Tuttavia, è riuscito a recuperare il ritardo nelle attrezzature più leggere e mobili con la sua gamma “B&O Play”, che sta avendo la crescita maggiore, e si è sforzata di ridurre la propria rete di distribuzione, troppo costosa.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2021 AFP. Tutti i diritti riservati.