×
1 533
Fashion Jobs
PESERICO
Coordinamento Ufficio Prodotto
Tempo Indeterminato · CORNEDO VICENTINO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Outlet District Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
QUANTA PROFESSIONALS
Sales Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Retail Sicilia
Tempo Indeterminato · CATANIA
DIEGO M
Product Developer Con Ottimo Inglese
Tempo Indeterminato · CASTELNUOVO DEL GARDA
CAMICISSIMA
Merchandiser Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ALEGRI TRADE
Impiegato Ufficio Vendite
Tempo Indeterminato · PRATO
CONFIDENZIALE
Csr Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Digital & Ecommerce Professional
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Finance Business Controller
Tempo Indeterminato · VARESE
CONFIDENZIALE
Area Manager Centro Sud
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Sales Manager - Fidenza Outlet
Tempo Indeterminato · FIDENZA
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Beni di Lusso
Tempo Indeterminato · VICENZA
G COMMERCE EUROPE S.P.A.
Gucci Emea Emarketing & Analytics Manager
Tempo Indeterminato ·
AFS INTERNATIONAL SRL
Export Sales Manager
Tempo Indeterminato · POMPEI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Retail Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Piemonte
Tempo Indeterminato · TORINO
TRUSSARDI
Product Manager Leggero
Tempo Indeterminato · MILANO
TRUSSARDI
Senior Product Manager Knitwear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
International Sales Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CONFIDENZIALE
Responsabile Commerciale Italia/Estero
Tempo Indeterminato · PESCARA
BENETTON GROUP SRL
Area Manager Centro - Franchising
Tempo Indeterminato · BOLOGNA

Andrea Guerra: "A ottobre tornerò a lavorare"

Di
APCOM
Pubblicato il
today 4 giu 2015
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Ormai sono mesi che le indiscrezioni seul futuro professionale di Andrea Guerra ex AD di Luxottica si rincorrono, da Armani a Eataly, si sono fatti tanti nomi, anche se in questo momento il manager fa parte della squadra del governo del premier Matteo Renzi, come consigliere strategico. Ma adesso è lui stesso a parlare.

Andrea Guerra


"A ottobre tornerò a lavorare". Andrea Guerra, ex ad di Luxottica e ora consigliere strategico per l'industria di Matteo Renzi non svela i suoi piani, ma conferma che il suo anno "sabbatico" sta per finire.

Guerra è intervenuto il 4 giugno, alla Scuola Holden, di cui è socio, tenendo una relazione in occasione della Opening Doors", manifestazione di quattro giorni che ha lo scopo di far incontrare i suoi neodiplomati al pubblico e a una audience di importanti personalità del mondo aziendale e culturale italiano.

Guerra non dice di più, anche se si è parlato di recente di un suo possibile ingresso come amministratore delegato in Eataly, l'azienda fondata da Oscar Farinetti, che prevede la quotazione in Borsa tra il 2016 e il 2017. Nel suo intervento Guerra ha ricordato il suo addio a Luxottica: "Ero sfiancato da come si era conclusa quella esperienza e ho deciso di fare un anno di servizio civile, di dedicarlo a Renzi e alla presidenza del consiglio".

Parlando ai giovani Guerra ha dato alcuni consigli su come affrontare il mondo del lavoro, limitando il valore delle iniziative estemporanee: "Non pensate che con il colpo di tacco si risolva tutto. In Italia spesso si pensa così: gol, fatto, finito. La sistematicità, la capacità di tenere le cose sul lungo periodo, questo è lavoro - ha detto Guerra - Il lavoro è la sostenibilità di quello che facciamo: imparare a lavorare significa far sì che il nostro valore aggiunto rimanga lì". Quattro gli elementi fondamentali per chi affronta il mondo del lavoro: l'importanza della prima esperienza, il non accontentarsi, la capacità di ascolto e di suscitare emozioni.

"Il primo lavoro serve per imparare a lavorare - ha osservato Guerra - . Guardate le persone, i valori, la cultura che ci sono dietro ciò che vi viene prospettato". Guerra ha invitato i giovani ad essere "educati, ma scomodi". "Non abbiate paura di parlare - ha aggiunto - e di proporre". Ha sollecitato a sviluppare capacità di narrazione, ma anche di ascolto perchè "non c'è lavoro in cui si è soli e i confini di ogni lavoro sono sempre più opachi". E infine, ha sottolineato che le emozioni "sono l'unica cosa che fa cambiare un capo in un leader". "L'essenza del business è ideale - ha concluso -, perchè significa coinvolgere tutte le persone che hai intorno rispetto a un obiettivo irraggiungibile".

Fonte: APCOM