×
1 796
Fashion Jobs
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
is&t Finance Specialist
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
E-Commerce
Tempo Indeterminato · NOLA
JIMMY CHOO
Senior Costing And Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
Pubblicato il
14 nov 2010
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

American Apparel: futuro ancora incerto

Pubblicato il
14 nov 2010

14 nov 2010 - La difficile situazione di American Apparel non sembra risolversi. Nel terzo trimestre 2010 (periodo dal 30 giugno al 30 settembre) la griffe californiana di prêt-à-porter che possiede 278 negozi in 20 paesi, ha fatto registrare un calo delle vendite del 10,5%, a 98 milioni di euro (134,4 milioni di dollari). Cifre per lo meno allarmanti, confermate dalla perdita netta di 6,9 milioni di euro, quando questo dato era in attivo di 3 milioni sullo stesso periodo un anno fa. Così, sui primi nove mesi del 2010 le vendite del brand sono arrivate a 283 milioni di euro, contro i 291 milioni dello stesso periodo 2009.

American Apparel
Immagine American Apparel

In più, in una nota consegnata alla “Security and Exchange Commission” (equivalente americano dell'Autorità di controllo dei mercati finanziari) l'azienda spiega che prevede di essere in perdita nel 2010 e che sia possibile che non si trovi più in grado di proseguire l'attività nei 12 mesi successivi. American Apparel aggiunge anche che sostanzialmente sarà molto difficile rispettare gli impegni presi lo scorso ottobre con il Lion Capital, il fondo d'investimento che già nel marzo 2009 aveva immesso 80 milioni di dollari nel capitale della società con sede a Los Angeles. Un accordo che prevedeva peraltro che in caso di mancato rimborso del debito, Lion Capital avrebbe potuto assicurarsi un giorno il 18% delle quote di American Apparel.

Ciò nonostante, malgrado un futuro piuttosto incerto e indistinto, il PDG di American Apparel, Dov Charney, sceglie la carta, per lo meno ritardata e un po' fuori luogo, dell'ottimismo, dichiarando, nello stesso comunicato che ha reso noti i risultati del terzo trimestre, che il brand "American Apparel resta un marchio solido, che i nostri consumatori amano per i suoi prodotti di qualità e la sua moda "Made in America". Ho anche potuto osservare una ripresa per American Apparel […]".

Di Sarah Ahssen (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.