×
1 466
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Area Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
AZIENDA DEL SETTORE FASHION & LUXURY
Specialista Amministrazione Del Personale
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Allestimenti Visual - Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
RANDSTAD ITALIA
HR Organization & Agile Transformation
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Regional Account Manager DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Learning And Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta People Engagement And Employer Branding Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Allocatore
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Retail Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ANONIMO
Responsabile di Magazzino
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Communication Per Noto Brand Del Lusso
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga IT Project Leader
Tempo Indeterminato ·
SELTIS HUB SRL
Autista Personale di Presidenza
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Responsabile Ufficio Tecnico
Tempo Indeterminato · NOLA
FOURCORNERS
Media Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
FOURCORNERS
Sales Account
Tempo Indeterminato · REGGIO CALABRIA
CONFIDENZIALE
Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CVG GOLD
Senior Buyer Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
7 apr 2017
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Albini: la riorganizzazione della divisione filati non impedisce il calo del fatturato

Pubblicato il
7 apr 2017

Il gruppo tessile Albini, fondato nel 1876 ad Albino in provincia di Bergamo (marchi Albini 1876, Albini, donna, Thomas Mason, David & John Anderson e Albiate 1830) ha chiuso il 2016 con un piccolo calo di fatturato, a 147,6 milioni di euro, in linea con i 148,5 del 2015, dopo una crescita costante dal 2009.

Tessuti del Gruppo Albini


Per il Gruppo Albini, maggior produttore europeo di tessuti per camicia, oggi guidato dalla quinta generazione della famiglia, composta da Silvio, Fabio, Andrea e Stefano Albini, si è rivelata strategica la riorganizzazione della divisione filati (I Cotoni di Albini S.p.A.), realizzata nel corso del 2016 coerentemente con la politica dell’azienda di curare la qualità e la componente innovativa delle materie prime. Nel corso dell’anno passato la divisione filati è stata protagonista di un forte e deciso cambiamento, facendo registrare un aumento del proprio fatturato del 13%.
 
“In un anno complesso, caratterizzato da turbolenze economiche, valutarie e geo-politiche, il mondo della moda e specialmente delle grandi griffe ha sofferto un periodo di transizione aggravato dal rallentamento del mercato cinese”, sostiene il Presidente del gruppo, Silvio Albini. “Il mondo della moda, in particolar modo maschile, ha risentito inoltre di un trend poco propenso alla camicia in favore della maglieria. I risultati del Gruppo Albini si possono quindi considerare positivi, e consentono di guardare al futuro con moderata serenità, anche in virtù delle scelte strategiche intraprese da anni con una visione di lungo periodo. Fra queste, estremamente apprezzata dai clienti e dal mercato è il controllo diretto dell’intera filiera produttiva, dalla materia prima al tessuto finito, che costituisce un’unicità nel settore tessile per camiceria”.

I fratelli Albini


Da anni il Gruppo Albini esporta direttamente intorno al 70% del fatturato in più di 80 Paesi nel mondo, grazie ad una strategia di internazionalizzazione con un approccio globale, ma con investimenti e attenzioni locali che anticipano e rispondono alle esigenze di ogni singolo mercato.

“La diversificazione dei rischi, geografica e di prodotto, si è rivelata anche quest’anno una strategia vincente”, spiega il Presidente Albini. “Il mercato che ha dato più soddisfazione è stato quello statunitense, dove stanno prendendo sempre più piede nuovi business model basati sull’online e su forme di distribuzione innovative. Buona è stata anche la tenuta del segmento dei camiciai specializzati e anche della camicia su misura. Tra i nostri brand, è da segnalare la performance in costante crescita di Thomas Mason e l’interesse sempre maggiore verso la collezione Albini, donna”.

Lo stand del gruppo all'ultima edizione di Milano Unica


Dopo l’importante ciclo di investimenti del quadriennio 2012/2015, 30 milioni di euro, prosegue l’impegno del Gruppo Albini a sostegno del DNA manifatturiero del gruppo con un programma di investimenti che riguardano oltre all’area industriale, anche il know-how e la formazione. Nel 2016 un investimento di 5,4 milioni di euro è stato destinato agli impianti produttivi di Albino e Brebbia.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.