×
1 352
Fashion Jobs
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
Pubblicità
Pubblicato il
13 mar 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Aeffe: la perdita sale nel 2013

Pubblicato il
13 mar 2014

Aeffe raggiunge nel 2013 un fatturato di 251,1 milioni di euro, in linea con i 254,1 milioni del 2012 (-1,2% a tassi di cambio correnti, +1,2% a tassi di cambio costanti), annuncia l’azienda in un comunicato in occasione della pubblicazione dei risultati. Il gruppo di moda, che opera sia nel settore del prêt-à-porter sia nel settore delle calzature e pelletteria con i marchi di proprietà Alberta Ferretti, Moschino e Pollini, ha visto la sua perdita netta salire a 3,2 milioni di euro nell’esercizio 2013 dai 3 milioni di un anno prima.

La campagna pubblicitaria di Alberta Ferretti


Aeffe ha anche registrato un calo del 31,7% del risultato operativo (Ebit), che si attesta a 6 milioni di euro, contro gli 8,8 milioni del 2012. Anche l’Ebitda diminuisce, a 20,6 milioni di euro, rispetto ai 22,8 milioni dell’anno prima (-9,6%). Questo calo è riferibile principalmente ai costi sostenuti per attività promozionali e per risorse umane relativi soprattutto ai brand Philosophy, la seconda linea di Alberta Ferretti, Ungaro e Cédric Charlier, spiega il gruppo, assicurando che "tali azioni produrranno i loro benefici a partire dal 2014".

Nell’ultimo anno il gruppo ha infatti investito molto, portando a termine il rinnovamento completo della sua proposta creativa: dai due nuovi progetti in licenza di Cédric Charlier e di Emanuel Ungaro by Fausto Puglisi all’arrivo di Nathalie Ratabesi per seguire lo stile di Philosophy, fino alla nomina di Jeremy Scott alla direzione creativa di Moschino, la cui prima collezione è stata svelata lo scorso 20 febbraio a Milano.

Questo rinnovamento sul fronte creativo, oltre alla massima attenzione posta all’on-line e al retail con un focus verso i mercati maggiormente dinamici e a maggiore potenziale di crescita, ha portato l’azienda ha considerare il 2013 con soddisfazione "soprattutto in un’ottica prospettica".

"L’esercizio 2013 ha rappresentato un anno di transizione soprattutto sul versante della riorganizzazione del portafoglio brand. L’atteso debutto di Jeremy Scott alla guida della maison Moschino ha raccolto consensi oltre le nostre aspettative così come lo sviluppo degli altri progetti: dall’upgrade delle collezioni Alberta Ferretti a quelle Cédric Charlier ed Emanuel Ungaro by Fausto Puglisi", commenta il Presidente esecutivo di Aeffe, Massimo Ferretti.

Dal punto di vista geografico, la dinamica si è invertita rispetto al 2012. La buona sorpresa è arrivata dal mercato italiano, che rappresenta il 41% delle vendite totali di Aeffe. Nel Belpaese le vendite sono cresciute del 5,2% (mentre erano calate del 3,4% nel 2012), a 104,5 milioni di euro, trainate dai buoni risultati di Moschino in seguito all’apertura della boutique di Roma.

Le vendite sul mercato europeo (escluse l’Italia e la Russia), che rappresentano il 20% del fatturato totale del gruppo, sono invece calate del 7% nel 2013 rispetto al 2012. In Russia sono diminuite dell’8,4%, negli Stati Uniti del 10,9% e in Giappone del 9,4% (+12,1% a tasso di cambio costante). Solo il Medio Oriente (+7%) e la Grande Cina (+20%) registrano un trend positivo.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.