×
1 695
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chian & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Brand Manager Sneakers
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Design Consultant, Slgs
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Sportswear Merchandising Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Technical Textile Production Manager – 271.Adv.21
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
HUGO BOSS
Sales Area Manager - Wholesale
Tempo Indeterminato · MILANO
ASCOLI HFD SRL
Impiegato Ufficio Acquisti e Gestione Cliente
Tempo Indeterminato · MILANO
HUGO BOSS
Construction Junior Project Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Menswear Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
21 dic 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Zegna: esordio col botto a Wall Street

Di
Ansa
Pubblicato il
21 dic 2021

Esordio col botto per Zegna a Wall Street. In una seduta nera per i listini americani che, spaventati da Omicron, perdono ben oltre l'1,5%, i titoli della fashion house italiana balzano di oltre il 7%. "È un momento storico, siamo orgogliosi di essere italiani e i primi nella moda a quotarsi" a New York, dice soddisfatto l'amministratore delegato Gildo Zegna poco dopo aver suonato la campanella di avvio degli scambi con la quale ha ufficialmente aperto un "nuovo capitolo" nei 111 anni di storia della società.

Zegna/Linkedin


Dal floor del New York Stock Exchange, Gildo Zegna ripercorre gli ultimi 12 mesi, quelli che hanno portato la sua azienda di famiglia a Wall Street. "È stata una maratona, ma ce l'abbiamo fatta in un anno. Andrea Bonomi mi ha parlato in gennaio, ho iniziato a crederci da allora. Ce l'abbiamo fatta grazie a una squadra straordinaria e un partner che non ci ha mai lasciato soli", racconta orgoglioso assicurando che nonostante la quotazione la "strategia non cambia". "Famiglie forti fanno aziende forti", aggiunge descrivendosi "sereno e calmo perché sappiamo cosa stiamo facendo e abbiamo il partner giusto".

Zegna approda a Wall Street dopo aver completato l'unione con la spac Investindustrial Acquisition Corp fondata da Andrea Bonomi e presieduta dall'ex numero uno di Ubs Sergio Ermotti. L'iniziale capitalizzazione di mercato è di 2,4 miliardi di dollari. Della società nata dalla fusione, la famiglia Zegna ha il 66%. Un'operazione quindi tutta Made in Italy che potrebbe essere da esempio e ispirazione per altre aziende italiane.

"Zegna è il primo: ha sempre avuto il coraggio di andare in giro per il mondo. È stato il primo in Cina", osserva Bonomi. "Mi auguro che Zegna sia un esempio per altri. Mi auguro di essere apripista", spiega Gildo Zegna osservando come i pionieri "devono rischiare, in Italia c'è tanta gente in gamba, anche più di noi. È un modo per modernizzare il family business, bisogna però avere una governa e chiara, consiglieri indipendenti, meritocrazia soprattutto per quelli della famiglia", aggiunge l'amministratore delegato accompagnato nella sua missione a Wall Street dal figlio Edoardo, la quarta generazione della famiglia, e da Thom Browne. La società italiana ha acquistato il marchio americano nel 2018 affacciandosi così, forte dei suoi 111 anni di storia, a un pubblico più giovane. Per dirla con le parole di Zegna: "stiamo imparando da Thom Browne: siamo come gli alpini, siamo maratoneti non sprinter".

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.