×
1 650
Fashion Jobs
JENNIFER TATTANELLI
Responsabile Ufficio Prodotto
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Shoes Costing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · TORINO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · GENOVA
CONFIDENZIALE
Sales Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Responsabile Produzione e Avanzamento Produzione
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Export Manager Usa
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Buyer Pellami, Tessuti e Semilavorati Per Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Categoria Kids
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Director - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
PAUL&SHARK
Area Manager Outlet - Centro Sud
Tempo Indeterminato · VARESE
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
7 ott 2021
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Zadig & Voltaire punta a 550 milioni di euro nel 2025

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
7 ott 2021

Zadig & Voltaire ha elaborato il suo road plan per il 2025. Rémy Baume, CEO del marchio dall'inizio del 2020, ne ha chiarito i dettagli il 6 ottobre presso la sede parigina della società fondata dall'azionista di maggioranza Thierry Gillier. Alquanto discreta in passato sui propri risultati e obiettivi, l’azienda, di cui il fondo Peninsula è diventato azionista di minoranza lo scorso anno, ha rivelata una serie di elementi strategici.


Rémy Baume, CEO di Zadig & Voltaire - FNW


"Volevamo condividere delle buone notizie nell’ambito del nostro piano strategico 2025. Il brand sta accelerando", ha dichiarato il manager, soddisfatto della dinamica di Zadig & Voltaire, precisando che la società ha sempre mantenuto la redditività anche nel pieno della crisi.
 
Pur non spingendosi fino a dichiarare il tasso di margine netto, Baume ha specificato che il volume d'affari per l’esercizio finanziario 2020-21 chiuso a fine luglio è stato di 359 milioni di euro. Si tratta di un risultato leggermente migliore rispetto all'anno precedente, durante il quale l'azienda aveva praticamente mantenuto vendite stabili a 350 milioni di euro. Il fatturato consolidato ammontava a 292 milioni di euro. L'ambizione del gruppo per l'anno finanziario 2024-25 è di raggiungere i 550 milioni di euro, vale a dire un aumento di oltre l'88% in quattro anni.

A supporto di tale obiettivo, Rémy Baume ha evidenziato i pilastri del suo progetto. Per il manager, il posizionamento del marchio e la sua identità, ispirati alla libertà d'animo, dovrebbero consentirgli di continuare ad attrarre la sua clientela principale di età compresa tra i 35 ei 55 anni, ma anche di conquistare sempre più i giovani tra i 15 ei 25 anni.


Un look Zadig & Voltaire per l'autunno/inverno 2021 - Zadig & Voltaire


"Noi non ci definiamo un marchio o un progetto di moda. Siamo degli specialisti in prodotti stilistici. A partire da un capo, una donna o un uomo hanno la libertà di creare il proprio stile. La nostra offerta sarà composta per il 50% di prodotti stilistici, come le nostre pelli stropicciate, gli abiti in pizzo, il cashmere... E per il 50% di capi ‘allure’ che completano il look. Che si tratti di gen Z o millennials, tutti cercano più fluidità, per poter passare dal lavoro alla serata semplicemente cambiando un capo. E tutto ciò è stato rafforzato dall'ingresso dello streetwear nel lusso e, per molte persone, dallo smartworking. Il lusso casual è una tendenza fondamentale e oggi constatiamo che noi che siamo in linea con molte tendenze".
 
Rafforzare il digitale e i servizi


Baume intende sfruttare questo asset su più livelli. Zadig & Voltaire vuole innanzitutto rafforzare ulteriormente la propria struttura digitale. Nonostante il suo sito sia attualmente in fase di graduale rinnovamento, il brand afferma di realizzare il 21% del fatturato tramite il digitale (contro il 64% delle vendite in-store e il 15% delle vendite wholesale), grazie anche alla crescita delle vendite assistite dal digitale in negozio, che rappresentato il 3% del totale.


La boutique di Kings Cross a Londra - Zadig & Voltaire


Tra l'anno fiscale 2019 e l'anno fiscale 2021, le vendite online sono aumentate da 31 a 61 milioni di euro. In particolare, il marchio stima che il 41% dei suoi clienti abbia un contatto digitale durante il percorso di acquisto. Tanto che entro il 2025 prevede vendite online pari al 30% del totale, ovvero più di 160 milioni di euro. Per supportare questa accelerazione, il brand intende mettere in campo soluzioni che identifica come “no channel”, che consistono essenzialmente nel potenziare soluzioni di servizio sia in ambito fisico che digitale, in particolare con un servizio post vendita che potrebbe diventare anche un punto di contatto per nuove proposte ai clienti.


Alcune opere esposte nello store di Broome Street a New York - Zadig & Voltaire


Tuttavia, l'azienda non intende abbandonare il commercio fisico. Disponendo attualmente di circa 400 punti vendita nel mondo, annuncia di voler mantenere la quota del fatturato retail al 60% del totale. Oggi il marchio realizza il 30% delle sue vendite in Francia, il 30% nel resto d'Europa, il 25% nelle Americhe e il 15% in Asia. E se Francia e Spagna sembrano mercati maturi, Rémy Baume sottolinea che il marchio ha ancora spazi di conquista in molte città europee e americane.
 
Passare da 16 a 60 negozi in Cina
 
In questi punti vendita, il marchio intende portare un tocco particolare, legato alla passione del suo fondatore per l'arte moderna. In totale, l'azienda punta a un'espansione del 36% del suo network, raggiungendo 522 punti vendita. In questo modo, l’Asia diventerà sempre più importante. Già ben posizionato in Corea del Sud, Zadig & Voltaire vuole accelerare sul mercato cinese, che rappresenta attualmente meno del 5% del suo business. A settembre, la società ha acquisito dal suo ex partner IT Group le quote della joint venture che distribuiva il marchio nel Regno di Mezzo. Un'operazione il cui importo non è stato reso noto. Il nuovo team, guidato da Jean Lahirle, ex capo di Delvaux in Cina, mira a rafforzare il brand portandolo da 16 a 60 negozi in quattro anni e sviluppando anche la sua presenza sulle piattaforme digitali locali. Per raggiungere tale obiettivo, il nome del marchio in Cina è stato rivisto in "sà di gé". Zadig & Voltaire sta anche pianificando una sfilata in Cina nelle prossime stagioni.


Jean Lahirle, Direttore Generale Zadig & Voltaire Greater China - Zadig & Voltaire


Infine, sul fronte del prodotto la società sta avanzando su due fronti. In primo luogo, intende rafforzare l’offerta di accessori. Nuovi modelli di borse e pochette dovrebbero arrivare ad ampliare una proposta che oggi porta il 35% del fatturato; l'obiettivo dichiarato è di raggiungere il 50% entro il 2025.
 
L'altro progetto del brand è di consolidare il proprio approccio responsabile. Con un network di fornitori limitato "a meno di 100", l’azienda intende perseguire obiettivi di miglioramento, ad esempio puntando a utilizzare il 100% di materie prime chiave certificate come sostenibili. Obiettivi riuniti nella sua strategia VoltAIRe, presentata recentemente, che intende soddisfare le aspettative dei clienti ma anche essere un motore di progresso e di formazione per i team aziendali.
 

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.