×
1 389
Fashion Jobs
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Area Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
CRM Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Area Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
District Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
Responsabile Laboratorio Collaudo e Certificazione Qualità
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Key Account Manager - Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIOLI S.R.L.
E-Commerce Operations Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
TOMMY HILFIGER
Assistant Manager
Tempo Indeterminato · PONTECAGNANO FAIANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Footwear Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · PADOVA
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of E-Commerce Luxury Company- International Country
Tempo Indeterminato ·
BENEPIU' SRL
Responsabile Produzione
Tempo Indeterminato · CARPI
CONFIDENZIALE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Export Area Manager Russian Speaker Abbigliamento Premium
Tempo Indeterminato · MILANO
UNDER ARMOUR
Brand Representative Under Armour Nord-Est Female Collection (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLZANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist- Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
RETAIL SEARCH SRL
Specialista Logistica e Spedizioni
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · LEGNANO
Pubblicato il
19 mag 2021
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Yves Rocher Italia diventa Società Benefit e cresce nel social selling

Pubblicato il
19 mag 2021

Importante riconoscimento per Yves Rocher, a coronamento dell’impegno che da sempre la società ha dedicato alla salvaguardia dell’ambiente e delle persone: lo scorso aprile, la filiale italiana del gruppo è diventata Società Benefit, definizione che ne attesta l’impegno nel perseguire non solo una crescita economica, ma anche finalità di beneficio comune.
 

Benoit Ponte, Direttore Generale di Yves Rocher Italia


Lo status, legalizzato per la prima volta in Italia nel 2016 (nel nostro Paese si contano più di 800 Società Benefit), ogni anno impone per legge alle aziende di rendere conto sugli impatti da loro generati e sugli obiettivi che si erano poste l’anno precedente. Yves Rocher Italia si unisce quindi alla missione del gruppo, che nel 2019 è stato il primo a livello internazionale ad adottare formalmente e legalmente lo status di “mission-driven company”, introdotto dalla legge francese nota come Loi Pacte, ponendosi come obiettivo il bene comune e quello del Pianeta.
 
“Da oltre 60 anni, sin dalla sua fondazione nel 1959, la nostra azienda difende una bellezza impegnata, naturale e responsabile, come quella immaginata dal nostro fondatore, Monsieur Yves Rocher”, ha raccontato a FashionNetwork.com Benoit Ponte, Direttore Generale di Yves Rocher Italia, ripercorrendo le tappe più importanti dell’impegno sostenibile del gruppo. “Risale a quell’anno la creazione della Cosmétique Végétale, un brevetto esclusivo Yves Rocher che per primo ha mostrato quanto la cosmetica possa essere naturale ed efficace. Nel 1975 abbiamo creato il Giardino Botanico a La Gacilly, per difendere e conservare la biodiversità. Da ottobre 2020, con 5 anni di anticipo sulla direttiva europea, Yves Rocher ha lavorato attivamente affinché tutti i flaconi realizzati presso i suoi siti produttivi siano prodotti con plastica pet riciclata e riciclabile. Infine, la Fondazione Yves Rocher, creata nel 1991, ha piantato negli anni ben 100 milioni di alberi in tutto il mondo attraverso l’iniziativa Plant For Life, un progetto di piantumazione mondiale nato con l’obiettivo di rigenerare il suolo, rallentare la desertificazione e riconnettere le persone all’energia positiva della natura, che vede protagonista anche l’Italia con la piantumazione di 10.000 alberi fra Veneto e Lazio”.

Un’altra importante iniziativa dell’azienda è il premio Terre de Femmes della Fondazione Yves Rocher, che ogni anno conferisce un premio monetario a donne che hanno avviato attività con impatti altamente positivi sul pianeta e sulla biodiversità. L’iniziativa, presente in 15 Paesi, ha supportato fino ad oggi azioni realizzate in 50 Paesi nel mondo e ha premiato 460 donne, donando più di 2 milioni di euro. In Italia il premio è arrivato nel 2016 e quest’anno festeggia un primo importante anniversario, la sua quinta edizione: nel corso delle edizioni italiane, la Fondazione Yves Rocher ha premiato 12 donne e donato quasi 80.000 euro a supporto dei loro progetti.


Il Giardino Botanico di Yves Rocher a La Gacilly


“I tre progetti premiati nel 2020 rappresentano l’impegno verso problematiche strettamente legate all’attualità”, precisa Ponte. “Il primo premio da 10.000 euro è stato assegnato a Rebecca Zaccarini, fondatrice e vicepresidente di Recup, Associazione di Promozione Sociale volta a contrastare lo spreco alimentare. Il secondo premio è stato assegnato a Jessica Alessi, che con la sua associazione Me.Ri.S si occupa della conservazione dei giganti del Canale di Sicilia, i cetacei. Infine, il terzo premio è stato vinto da Daniela De Donno, fondatrice del Jane Goodall Institute Italia e già vincitrice della prima edizione italiana, per il suo lavoro con l’orfanotrofio “Sanganigwa Children's Home” in Tanzania”.
 
Per quanto riguarda il futuro, Yves Rocher Italia ha definito una roadmap di progetti per la tutela dell’ambiente, il benessere dei dipendenti e il supporto al territorio, che verranno attuati nel 2021
 
“Abbiamo scritto le nostre quattro finalità di beneficio comune, che sono state trascritte anche nello statuto dell’azienda, quindi sono ufficiali al 100%, oltre che raccolte in un documento pubblico consultabile da tutti e visionabile sul nostro sito”, prosegue Ponte. “Lavoreremo sul nostro impatto ambientale in termini di distribuzione e logistica, sulla consapevolezza verso le tematiche ambientali, sul valore delle persone, coltivando i talenti, sull’importanza del worklife balance e del benessere dei dipendenti e daremo visibilità alle opportunità che offre il social selling, uno dei nostri due canali di vendita e tratto distintivo di Yves Rocher Italia, in termini di accessibilità al mondo del lavoro grazie alle peculiarità che ne fanno un’opportunità davvero adatta a tutti”.
 
E proprio per quanto riguarda il social selling, nuovo canale di vendita basato sui social media, la filiale italiana di Yves Rocher ha registrato lo scorso anno risultati decisamente positivi, con una crescita del fatturato generato da questo canale pari al 21%, arrivando così a rappresentare oltre il 70% del giro d’affari totale.
 

Il social selling di Yves Rocher Italia è cresciuto del 21% nel 2020


“Yves Rocher è presente in Italia con un modello di business multicanale: da una parte i negozi monomarca (ad oggi 113) e dall’altra il social selling, l’evoluzione della vendita diretta in chiave digitale, in quanto i consulenti di bellezza possono avvalersi dei social media per contattare e costruire rapporti di fiducia con clienti potenziali e attuali”, spiega Ponte. “I canali maggiormente utilizzati nel social selling sono Whatsapp, Instagram e Facebook, che come sappiamo sono ai primi posti in classifica in termini di penetrazione per una fascia allargata di 18-54 anni”.
 
“Negli ultimi 10 anni, abbiamo assistito a una media del +20% di crescita continua anno su anno sia in termini di fatturato che di crescita dei consulenti che si uniscono alla nostra famiglia”, aggiunge Milena Pellegrino, Direttrice Social Selling di Yves Rocher Italia. “Il push digitale che abbiamo vissuto ci sta permettendo di arrivare davvero ovunque. Oggi siamo capillari su tutto il territorio italiano e cavalchiamo l’onda della tecnologia per farci arrivare più velocemente al cliente finale”.
 
Oggi la filiale italiana di Yves Rocher conta 200.000 consulenti di bellezza, 7.690 capogruppo, 428 responsabili di zona e 8 direttori regionali. Il suo fatturato rappresenta il 15% del giro d’affari totale del gruppo, subito dopo la Francia e prima della Russia. A livello mondiale, la società è presente in 61 Paesi e conta 2.800 negozi monomarca.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.