×
1 515
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Learning Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SOBA SRL LABELON EXPERIENCE BEACH CLUB
Responsabile Amministrativo Contabile
Tempo Indeterminato · BACOLI
OTB SPA
Corporate Tax Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Financial Reporting Coordinator
Tempo Indeterminato ·
BALDININI SRL
Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · SAN MAURO PASCOLI
THUN SPA
Area Manager Wholesales Province di fr, te, lt, aq, ri
Tempo Indeterminato · FROSINONE
MANTERO SETA
Junior Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · GRANDATE
FOURCORNERS
Retail Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
G COMMERCE EUROPE S.P.A.
Emea Emarketing & Analytics Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
HR Training & Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
Stock Operations Manager - Boutique Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
IT Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
FOURCORNERS
Earned & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CLAUDIE PIERLOT ITALIE
Area Manager Italy - Permanent Contract H/F
Tempo Indeterminato · MILAN
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Toscana Settore Fashion
Tempo Indeterminato · FIRENZE
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Fashion Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
Rsponsabile Modelleria e Industrializzazione Tomaie Sneakers e Mocassino
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
LABOR S.P.A
Business Developer - Luxury/Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VALENTINO
IT CRM Specialist
Tempo Indeterminato · VALDAGNO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Centro- Nord Est
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Pubblicità

Wrad moltiplica le collaborazioni per la sostenibilità

Pubblicato il
today 24 set 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Continua la marcia green di Wrad, il design studio che da tre anni sta portando avanti una serie di progetti e di collaborazioni per sensibilizzare il pubblico finale sull’impatto che il sistema moda ha sul nostro pianeta. FashionNetwork.com ne ha parlato in occasione di White con Matteo Ward, fondatore di Wrad insieme a Victor Santiago e Silvia Giovanardi, che si occupa dello stile.

Da sinistra, Matteo Ward, Silvia Giovanardi e Davide Rinaldi di Wrad - Photo: Laura Galbiati - FashionNetwork.com

 
“I nostri progetti spaziano dal fashion design, alla consulenza ad aziende per supportarle nel loro percorso di sostenibilità, a progetti educativi per formare i giovani su queste tematiche, fino a progetti di comunicazione e di design innovativo. Lavoriamo a stretto contatto con i retailer, formando la forza vendita e fornendo loro dei report di sostenibilità che dimostrano il risparmio di acqua e la riduzione di CO2 a cui hanno contribuito acquistando i nostri prodotti”, ci spiega Ward. "Ultima in linea temporale, dopo Penelope, Yoox e Biffi Boutiques, è la collaborazione con llo storico negozio di Mantova Bernardelli: un progetto sinergico nato da un messaggio condiviso, ossia la necessità di tornare alle radici per poter fare un passo avanti nel futuro. Da Bernardelli sono ora disponibili le t-shirt Planting the Seed, frutto di questa collaborazione speciale.”

Sempre sul piano delle collaborazioni, Wrad ha realizzato una capsule esclusiva per celebrare i 10 anni di Yooxygen, la piattaforma di Yoox dedicata alla moda sostenibile: “Abbiamo pensato a una felpa in denim con grafite riciclata, con una grafica disegnata da Silvia Giovanardi e ispirata ai movimenti musicali della fine degli anni ’60 e primi anni ’70, che trasmettevano numerosi messaggi ambientali”, precisa Ward.

Lo stand Wrad a White - Photo: Laura Galbiati - FashionNetwork.com

 
In occasione della fashion week appena conclusa, Wrad ha collaborato al progetto “A New Awareness” lanciato da 10 Corso Como, insieme a Fashion Revolution, Bethany Williams, Helen Kirkum, Duran Lantink, Awareness Infinitum, Consorzio Detox, Manteco, Marini Industrie e Com.i.stra. “L’idea era quella di rendere la moda sostenibile accessibile al pubblico milanese, trasformando per tre giorni, dal 18 al 20 settembre, il concept store in uno spazio dedicato a queste tematiche e cercando di far capire al consumatore finale i problemi causati dallo spreco e l’importanza di diminuire i consumi”, racconta Matteo Ward.

In quest’ottica, Wrad sta lavorando con la propria divisione R&D, endorsed by Perpetua (dal nome della prima matita in grafite riciclata, inventata dall’azienda Alisea Recycled and Reused Objects Design di Susanna Martucci, con cui Wrad collabora sin dai suoi esordi, ndr) a un processo innovativo di comunicazione della tracciabilità, che permetta al consumatore finale di sapere chi ha fatto i suoi vestiti e di quantificare la diminuzione dell’impatto ambientale determinata dall’utilizzo prolungato degli abiti: si stima infatti che allungare la vita di una capo di 9 mesi riduca del 25% le emissioni di CO2.

La capsule realizzata da Wrad per il progetto A New Awareness di 10 Corso Como

 
Sul fronte prodotto, Wrad ha lanciato la scorsa primavera una capsule di pantaloni realizzati con tessuti dismessi molto preziosi, come cashmere e lino: “Un’analisi di Fashion Revolution dimostra che oggi il cliente finale è disposto a spendere fino al 40% in più per un capo sostenibile. Quello che noi vediamo dal nostro lavoro sul campo nelle scuole è che le generazioni più giovani hanno una grande sensibilità in quest’ambito; la barriera è data dalla capacità di spesa", spiega Ward. "Acquistando i tessuti da uno stocchista, siamo riusciti a tenere i prezzi particolarmente bassi e la capsule, pensata per il nostro e-commerce, è andata subito sold out. La riproporremo con la stagione invernale, utilizzando altri tessuti in stock”.
 
Quali saranno gli sviluppi futuri di Wrad? “Stiamo chiudendo un secondo round di capitalizzazione che prevede a business plan l’apertura, probabilmente entro tre anni, di uno spazio Wrad; vogliamo che sia un luogo aperto al pubblico, di scambio e confronto, perché la nostra motivazione ci arriva dalle tantissime persone che si sono appassionate al nostro progetto negli anni e che ci spingono a continuare”, conclude Ward.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.