Vingino collabora con J-Ax

Vingino, il marchio olandese che produce esclusivamente abbigliamento e accessori per bambini, fondato nel 2001 ad Ermelo (nella regione della Gheldria) dall’ex calciatore professionista Benny Dekker, ha vissuto un’annata stabile nel 2018, con i suoi primi mercati che rimangono sempre l’Olanda (col 25% del volume d’affari complessivo) e la Germania (che pesa per il 20%). L’Italia è terza con il 15%.

J-Ax per Vingino, qui con Elia Guidi all'ultimo Pitti Uomo - Pitti Immagine

“Nel 2018, nel retail abbiamo chiuso i negozi meno performanti per sviluppare meglio gli store monomarca e gli shop-in-shop, investendo anche sui negozi wholesale classici e sui department store key account”, dice a FashionNetwork.com Elia Guidi, Country Manager Italia di Vingino.
 
La principale novità di prodotto del marchio orange è la collaborazione col cantante J-Ax, che ha dato vita a una capsule dedicata di abbigliamento per bimbi e ragazzini da 8 a 16 anni, chiamata “I shall triumph”, nome che nasce da un tatuaggio dell’artista. Un accordo della durata di un anno, valido per tutto il 2019, che si comporrà di 4 uscite. La linea comprende felpe, t-shirt, pantaloni e bermuda. Nata fra Milano e Amsterdam, la capsule collection disegnata dal rapper italiano per il brand Vingino s’ispira alla musica rap/hip-hop e unisce la passione per il mondo tattoo con una rivisitazione delle grafiche anni ’90. La sua ispirazione è vintage e retrò, con tocchi urban/street e contemporanei.
 
“Nell’estivo di Vingino abbiamo proposto grafiche anni ’90, motivi pop, loghi ripetuti, effetti bandana. Abbiamo poi creato due pacchetti importanti in denim super soft più elastico per aumentare il confort”, ricorda Guidi. “La collezione classica di Vingino comprende 620 referenze, la capsule di J-Ax parte con 15 articoli sul pronto, ma poi sarà sviluppata una vera linea, con un labelling dedicato”.
 
Il modello di business degli shop-in-shop Vingino (più di 70 quelli totali) continua a funzionare molto bene in Europa. In Italia sono circa 40. Dopo gli ingressi in USA e Russia degli ultimi anni e il consolidamento europeo, Vingino sta adesso approcciando il Medio Oriente. “Ma pensiamo sia fondamentale consolidarci dove siamo già conosciuti, e avere le idee chiare su dove si vuole andare. Per cui politica di piccoli passi per questo 2019”, preannuncia il Country Manager. 
 
Prosegue intanto la produzione della capsule collection “ByDanie”, scaturita dalla collaborazione con la designer olandese e stylist di celebrities Danie Bles,ormai composta di un centinaio di capi, ed è stata ampliata quella con il calciatore olandese Danny Blind.
 
Sono 15 i monomarca Vingino, sempre distribuiti fra Olanda, Germania e Italia, mentre sul mercato wholesale i punti vendita che distribuiscono il brand sono ancora 1.500. Vingino propone ormai un total look 0-18 anni, mentre la linea Newborn va dai 3 mesi ai due anni. Oggi l’e-commerce conta per il 40% sul fatturato, ed è molto cresciuto nel 2018, fa sapere in conclusione Elia Guidi.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter DistribuzioneBusinessCollezione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER