×
1 405
Fashion Jobs
EXPERIS S.R.L.
Responsabile Commerciale
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SASHA 2017 SRL
Gerente - Persona by Marina Rinaldi
Tempo Indeterminato · MILANO
HANG LOOSE SRL
Direttore Commerciale
Tempo Indeterminato · CASALE MONFERRATO
MIROGLIO FASHION SRL
Senior E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Digital Campaign Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILAN
LA DOUBLEJ
Junior Sales Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
District Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Product Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Taglio
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Centro Italia
Tempo Indeterminato · PESCARA
SIDLER SA
Jersey Product Manager / Luxury Brand / Ticino
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Triveneto
Tempo Indeterminato · VICENZA
RETAIL SEARCH SRL
HR Admin & Payroll
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Senior Buyer - Fashion (Provincia Padova)
Tempo Indeterminato · PADOVA
OTB SPA
E-Commerce Accounting Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
MIA BAG
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Sap Successfactors Hcm Solutions Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
STELLA MCCARTNEY
Health, Safety & Environment Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità

Victoria Beckham si lancia nella cosmetica e prepara il suo profumo per il 2020

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 18 nov 2019
Tempo di lettura
access_time 5 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

“Lancerò il mio primo prodotto di skincare questa settimana. E il mio primo profumo arriverà il prossimo anno, me ne sto già occupando”, ha rivelato venerdì scorso Victoria Beckham, tra la sorpresa generale, durante il suo intervento al Vogue Fashion Festival 2019, a Parigi. L’imprenditrice britannica punta sull’universo della bellezza e vuole sviluppare il proprio brand Victoria Beckham Beauty, lanciato quest’anno.

Victoria Beckham all'edizione 2019 del Vogue Fashion Festival - Vogue Fashion Festival


Victoria Beckham non è al primo tentativo, avendo siglato diverse collaborazioni nel campo del make up con il marchio statunitense Estée Lauder prima di decidersi a lanciare il proprio brand omonimo. “Ho imparato molto da questa esperienza, ma mi sono anche resa conto che se avessi voluto lanciare il marchio di cosmetici del futuro, avrei dovuto farlo da sola”, analizza. L’avventura in solitario è iniziata quest’anno, e le priorità della stilista sono le seguenti: un posizionamento luxury, delle formulzioni "pulite", una comunicazione trasparente, un impegno ambientale grazie al ridotto utilizzo di plastica e all'assenza di imballaggi, e un'offerta inclusiva adattata a tutti i colori e tutti i tipi di pelle.
 
Fortunatamente, Victoria Beckham ha saputo circondarsi delle risorse giuste. L’esperienza con Estée Lauder le è stata utile in molti modi, avendole permesso di conoscere la talentuosa Sarah Creal, esperta in sviluppo di prodotti per il trucco che lavorato insieme a lei su due capsule lanciate con il gruppo americano. Oggi, la Creal è la CEO e cofondatrice di Victoria Beckham Beauty, la linea di cosmetici che non a caso sembra riunire in sé tutte le speranze dell'azienda: l'annuncio del lancio di questo nuovo marchio con una foto sfocata dello "smokey eye" di Victoria Beckham pubblicata su Instagram ha creato un buzz sui social network nel mese di settembre.

Dopo questa incoraggiante introduzione, la designer muoverà i suoi primi passi nella cosmesi martedì 19 novembre acon un primo prodotto di idratazione di lusso sviluppato in collaborazione con l'esperto Augustinus Bader e commercializzato utilizzando l'hashtag #VBGlow sulle reti sociali. “Sono onorato di aver potuto collaborare con Victoria per questa incursione nel territorio dei cosmetici. Si tratta del primo prodotto di questo tipo, che protegge le cellule del viso mentre prepara la pelle all'applicazione del trucco”, spiega il professore su Instagram. Detta crema viso può essere acquistata per la modica cifra di 240 euro.

Victoria Beckham ha mosso i primi passi nella cosmesi con Augustinus Bader - Instagram: Victoria Beckham


La diversificazione dell’offerta dovrebbe anche permettere a Victoria Beckham di aumentare margini e dati finanziari. Secondo gli ultimi dati pubblicati, le vendite dell’azienda sono salite del 17%, per raggiungere i 42,5 milioni di sterline nel 2018. Lo stesso anno le perdite erano di 10,2 milioni di sterline. L’azienda, diretta dal 2018 da Marie LeBlanc de Reynies, a seguito della partenza di Paolo Riva solo un anno dopo il suo arrivo, ha ceduto il 28% del proprio capitale a Neo Investments Partners nel 2017. Il fondo ha iniettato 30 milioni di sterline nel marchio per stimolare il suo sviluppo fisico e online. David Beckham ha fatto lo stesso, con un'iniezione di capitali per 23 milioni di sterline.
 
“Penso che le collaborazioni siano interessanti per i consumatori. Le partnership mi ispirano, soprattutto quando sono inaspettate. Inoltre, è una buona opportunità per imparare, formarsi e posizionarsi in altre nicchie”, precisa Victoria Beckham, che vede già al di là dei confini della cosmetica. Nell’abbigliamento ha collaborato con Reebok, avventurandosi così nel campo dello sportswear. Enon manca di mettere in risalto i vantaggi di lavorare con fabbriche specializzate e specialisti di un settore. “Al momento siamo una piccola squadra (179 dipendenti nel 2017, ndr.), ma mi piacerebbe fare molte collaborazioni e sono aperta alle trattative”, conclude.
 
La responsabilità ambientale è tornata più volte nei discorsi di Victoria Beckham. “L’industria della moda deve recuperare il tempo perso. In cosmetica, trovo più facile aggiornarmi sulla responsabilità ambientale. Essendo un nuovo lancio, siamo partiti da zero. È anche una sfida per i miei team”, sorride, aggiungendo: “Voglio proporre degli articoli che le persone possano conservare da una stagione all'altra. È anche un modo per agire in favore dell'ambiente”.
 
Sorpresa: dietro l'imprenditrice si nasconde una donna come tutte le altre. “Come consumatrice, non trovavo ciò che cercavo”, racconta. È questa frustrazione che l'ha portata a lanciare il suo omonimo marchio 11 anni fa, dopo collaborazioni ad hoc con varie griffe. “Sapevo bene che essere sposata con David Beckham e aver fatto parte delle Spice Girls avrebbe generato dei pregiudizi. Infatti spesso ho dovuto fare orecchie da mercante. Ascolto solo critiche costruttive”, insiste.

Il primo prodotto cosmetico di Victoria Beckham Beauty in collaborazione con Augustinus Bader è in vendita dal 19 novembre - Instagram: Agustinus Bader


“Se non fossi stata vestita così sul palco, non sarei la persona che sono oggi e non avrei potuto spingere sullo stile "posh" portandolo così lontano”, ricorda a propisto del suo passato: “Quando facevo parte delle Spice Girls negli anni ‘ 90, la sfida era davvero accettarci come eravamo. Era un messaggio potente, che ovviamente fece di noi delle femministe. Oggi mi considero femminista”, afferma, orgogliosa di poter dire che le donne sono ampiamente rappresentate nella sua azienda.
 
Definendosi una "control freak" del processo creativo del suo brand, Victoria Beckham non dimentica l'importanza “di una discussione costante con la comunità. Cerco di offrire alle clienti quello che vogliono, nella moda e nei cosmetici. I pezzi che propongo sono quelli che potrei indossare io stessa o che mi fanno sognare”. E la Beckham non perde certo contatto con la realtà “Sono una donna di 45 anni e ho 4 bambini. Non oserei più indossare una minigonna, ma ne ho ancora voglia e potrei considerare di farlo per un servizio fotografico”, sostiene.
 
E anche se uscire per salutare dopo una sfilata può essere esaltante, Victoria Beckham resta consapevole del suo livello di esigenza personale e dei sacrifici che ha dovuto fare. “Le persone non si rendono conto di cosa c'è dietro. Mi chiedo costantemente se ciò che mostro nei miei show sia corretto o sufficientemente buono. Come madre lavoratrice ho dovuto rinunciare a un sacco di cose e a volte mi sono sentita in colpa”, confida. Quindi, cosa dovrebbero ricordarsi di fare i giovani che vogliono lasciare il proprio segno nel settore? “Una volta che si raggiunge il successo, ci si rende conto che sarà ancora più difficile mantenerlo. Bisogna continuare a lavorare sodo e godersi il viaggio”.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.