Victoria Beckham lancerà una linea di cosmetici sostenibili in autunno

Dopo aver interrotto la collaborazione con Estée Lauder, Victoria Beckham si appresta a lanciare la propria linea di prodotti di bellezza sostenibili, composta da trucchi e prodotti per la cura della pelle. Lancio previsto per l'autunno.

Victoria Beckham - Shutterstock

Chiamata Victoria Beckham Beauty, la collezione sarà la prima dopo che la stilista britannica ha posto fine alla sua partnership con Estée Lauder, anche se la collaborazione con il gigante della bellezza di New York si è rivelata un successo.
 
“L'idea è di essere totalmente sostenibile: tutti gli imballaggi sono riciclati. Mantenendo la qualità ad un livello elevato, ma più democratico. Cerchiamo di fissare dei prezzi ragionevoli”, spiega Victoria Beckham, sorseggiando un caffè, in un hotel nel centro di Parigi.
 
Questo nuovo dipartimento della sua azienda sarà guidato dalla CEO Sarah Creal, che in precedenza supervisionava la collaborazione della creatrice di moda con Estée Lauder, dopo essere passata da Prada e Bobbi Brown. Anche Victoria Beckham Beauty avrà sede a New York, ma il suo lancio avverrà a Londra, durante la prossima Fashion Week, in settembre.
 
Per quanto riguarda il modello commerciale, la casa di moda ha intenzione di privilegiare la vendita diretta ai consumatori, per mezzo del sito di e-commerce victoriabeckham.com (l'ordine viene poi gestito da una società di logistica esterna). Victoria Beckham non ha intenzione di distribuire la sua linea di prodotti di bellezza nei grandi magazzini, ma ammette che intende aprire varie boutique specializzate di sua proprietà.
 
“Voglio qualcosa di molto mirato. Prodotti di cui io ho bisogno nella mia vita”, spiega. Le gamme comprenderanno make up, skincare, profumi e prodotti per il benessere.
 
Questa strategia è parte di una tendenza in atto nel settore: molte influencer, da Kylie Jenner a Kim Kardashian, hanno scelto di abbandonare gli accordi di licenza tradizionali, preferendo lanciare le proprie linee di cosmetici.

Guarda la sfilata
Victoria Beckham - Autunno-Inverno 2019 - Womenswear - Londra - © PixelFormula

La stilista britannica ha chiesto ad Ezra Petronio, un direttore artistico francese famoso per le campagne di bellezza che ha realizzato per Chloé, Prada e Helmut Lang, di sviluppare l’universo visivo e la grafica della nuova società.
 
“Stiamo un po’ perfezionando il nome del marchio”, sorride Victoria Beckham, venuta a Parigi con il suo team per creare legami e trovare ispirazione. Durante il loro soggiorno parigino, prevedono di visitare diversi archivi storici della moda e il Museo Picasso e di fare acquisti in alcuni negozi vintage.
 
L'attività del marchio è stata chiaramente rivitalizzata dopo che Neo, un veicolo d’investimento di lusso con sede a Londra, ne ha acquisito una quota del 30%, per circa 30 milioni di sterline (più di 34 milioni di euro), nel 2017.
 
Nel 2017, Victoria Beckham Ltd ha registrato una perdita di gestione di 10 milioni di sterline (11,39 milioni di euro), ma anche un aumento delle entrate del 17%, a 42,5 milioni di sterline (48,4 milioni di euro). Dopo che la perdita operativa è stata oggetto di titoloni sui giornali, ora l’azienda sembra tornata sulla buona strada ed è persino probabile che possa tornare alla redditività nel prossimo futuro.
 
Recentemente Victoria Beckham ha anche fatto ricorso alle competenze della dinamica dirigente francese Marie de Reynies, che ha contribuito ad aumentare il livello di sofisticazione della collezione di prêt-à-porter del brand.
 
Altro cambiamento: Victoria Beckham presenterà la sua pre-collezione donna a Milano per la prima volta. Come un buon numero di altre case di moda, come Prada o Alberta Ferretti, svelerà il suo lavoro nel corso della stagione di sfilate maschili a giugno.
 
Questi ultimi due anni sono stati molto impegnativi per Victoria Beckham, che in particolare ha collaborato con il gigante statunitense della grande distribuzione Target, e con Reebok per una collezione di scarpe da ginnastica e di abbigliamento sportivo – per l’occasione la designer ha posato con Shaquille O'Neal. Nel gennaio di quest’anno, Victoria Beckham ha addirittura orghanizzato una cena al Frick Museum per celebrare la mostra “The Female Triumphant”, organizzata da Sotheby's, sulle grandi donne della pittura classica.
 
“La risposta è stata incredibile. David e io collezioniamo arte contemporanea, è stato molto interessante imparare un po’ di più sui grandi maestri della pittura”, ha confidato Victoria Beckham, che ha fatto appendere dei dipinti classici di Sotheby's nel suo flagship del quartiere di Mayfair a Londra.

Guarda la sfilata
Victoria Beckham al termine della sfilata del suo brand - Autunno-Inverno 2019 - Womenswear - Londra - © PixelFormula

Dal suo ritorno alla Fashion Week di Londra nel settembre del 2018, dopo un decennio a New York, la Beckham ha raccolto recensioni molto elogiative, come il suo ultimo show in febbraio alla Tate Britain.
 
“Da molto tempo ho un rapporto di amore-odio con la stampa britannica. Ero nervosa all’idea di tornare a Londra, ma alla fine la risposta è stata estremamente positiva”, ha spiegato la designer, che divide il tempo tra la sua residenza nel quartiere di Holland Park e la sua seconda casa nell'Oxfordshire.
 
La stilista ha anche debuttato su YouTube in occasione della sfilata alla Tate Britain, producendo rapidamente una mezza dozzina di video... “e ne abbiamo un altro paio in preparazione”.
 
“È stato duro. Richiede molto lavoro di editing. Sono così monitorata, bisogna prestare tanta attenzione a ciò che viene presentato in questi video. Ma è una bella esperienza, e Derek Blasberg è un genio, quindi sono contenta di averlo fatto insieme a lui”, dice.
 
Completamente assorbita dal suo lavoro, Victoria Beckham è riuscita a trasformare la sua celebrità di pop-star in una carriera di stilista di moda acclamata dalla critica. Ma qualche volta ci va in vacanza?
 
Scopriamo che la designer sta pianificando una vacanza estiva in Europa con suo marito David e i loro quattro figli. “Siamo andati a Bali lo scorso anno, è stato magnifico, ma c’è stato un terremoto, poi almeno tre ore di scosse. Per non parlare dei monsoni e dei bambini che soffrivano di jet-lag, quindi resteremo più vicino a casa quest'anno!”.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

CosmeticiBusinessCollezione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER