Victoria Beckham: Dalla Tate Britain a Piccadilly Circus e persino su YouTube

“È piuttosto birichina questa ragazza, a mio parere”, ha ridacchiato Victoria Beckham dopo aver mostrato la sua collezione più sexy, elegante, ricca di riferimenti anni '70 e curata che mai all’interno del museo d’arte Tate Britain, in una soleggiata domenica mattina alla London Fashion Week. Un evento che i fan e il pubblico avranno la possibilità di ammirare totalmente nei prossimi mesi, poiché lo show e la sua preparazione faranno parte della stagione di debutto del canale YouTube personale di Victoria.

Guarda la sfilata
Victoria Beckham - Autunno-Inverno 2019/20 - Womenswear - Londra - © PixelFormula

“Non c’è un riferimento diretto a un film in particolare, ma molti film differenti hanno ispirato questa collezione. Ho amato tutto e volevo indossare assolutamente tutto”, ha aggiunto la Beckham, mentre un cameraman di YouTube riprendeva la scena per il canale Web.
 
E l’apertura di questo canale dovrebbe essere di forte impatto, dal momento che questa è stata una delle migliori collezioni mai realizzate dalla Beckham. La designer ha lavorato basandosi sulla sua silhouette lunga d’elezione, ma si è anche aperta a nuovi orizzonti con la scelta di linee molto più attente al vestire il corpo. Aggiungendo intelligentemente magliettine aderenti di media lunghezza a tessuti a maglia a contrasto, per un profilo più felino. Un concept visto su diversi straordinari abiti di maglia a contrasto, in una tavolozza colori composta di sfumature di lilla, rosa Ghirlandaio e verde acqua Duncan Grant.
 
Il finale era composto da tre abitini neri, anche se tagliati lunghi, e non di poco. Tutti e tre ottimi esempi di uno dei capi più importanti di molti guardaroba femminili, e tutti e tre piacevolmente suggestivi.
 
“Per quanto mi piaccia che le cose sembrino semplici, uno di quei vestiti con i lacci, solo per il pannello frontale, ha richiesto 22 ore di lavoro e l’applicazione di 27.000 punti di cucitura. Abbiamo davvero una grande squadra a Londra”, ha detto, orgogliosa, la stilista inglese.

Guarda la sfilata
Victoria Beckham - Autunno-Inverno 2019/20 - Womenswear - Londra - © PixelFormula

Victoria Beckham era circondata nel backstage da una dozzina di giornalisti. All'improvviso, il marito David è passato con il figlio Brooklyn e l'amica Hana Cross a rimorchio – tutti attenti a non interrompere la sua intervista con il gruppuscolo di critici. “Ciao cara!”, le ha sussurrato l’ex calciatore sulla sua spalla. “Grazie caro!”, ha risposto la stilista, girandosi per sorridere, con le telecamere di YouTube tutto attorno.
 
Nelle vicinanze c'era Derek Blasberg, che lo scorso giugno è diventato il capo delle partnership per la moda e i contenuti Beauty di YouTube, che esibiva un enorme sorriso. 
 
Lui e i Beckham hanno festeggiato la nascita del canale ieri sera. Il suo programma è di farlo partire la settimana prossima. I filmati iniziali copriranno l’ultima escursione della Beckham a New York in gennaio, quando è apparsa su “Good Morning America”, e ha mostrato il suo lato sportivo con la collaborazione realizzata insieme a Reebok. Le trasmissioni successive riguarderanno l’ideazione, lo sviluppo, la ricerca del cast e la messa in scena di questo défilé; altre si concentreranno su come la designer britannica sta sviluppando la sua attività nei prodotti di bellezza. La scorsa settimana, Victoria Beckham ha annunciato di aver concluso la collaborazione per creare prodotti di bellezza (due capsule collection) con Estée Lauder. E che rilancerà linee Beauty da lei gestite direttamente a partire da settembre.
 
Comunque, nella mattina londinese del 17 febbraio, al centro di tutto c’era un’intelligente proposta sartoriale, a cominciare dai bellissimi cappotti lunghi fino alla caviglia, in particolare la loro versione double face decorata con il nome della Beckham in grassetto. Hanno impressionato anche le stilose ed attraenti stampe a catena di Victoria e gli outfit con grosse scritte anni ‘70, tra cui il grande top in maglia abbinato a una grande camicia di seta con colletto appuntito.
 
Si poteva percepire la mano della nuova gestione. La finitura generale è stata in qualche modo più nitida e più curata rispetto ai suoi giorni a New York. E ha alzato la posta in senso digitale: la sfilata è stata anche proiettata su alcuni schermi a Piccadilly Circus.

Guarda la sfilata
Victoria Beckham - Autunno-Inverno 2019/20 - Womenswear - Londra - © PixelFormula

La stilista inglese ha inoltre alzato la qualità delle sue modelle – la supermodel Rianne van Rompaey appariva provocante e sexy in un vestito rosso scarlatto – e incrementato la lunghezza della sfilata. Vedere 41 look è un fatto quasi senza precedenti in uno show della Beckham.
 
Detto questo, mentre la collezione è parsa elegante e altamente vendibile, lo show non è mai decollato. Forse era la colonna sonora al pianoforte, la lunghezza della passerella o il dispiegarsi molto lineare delle uscite degli outfit, ma l'evento non ha mai preso il volo. Sembrava che mancasse un trio di outfit pensati puramente per figurare in un articolo di magazine di primo piano. Non è forse la più grande e importante delle critiche da muovere, ma se uno stilista lascia New York dopo un decennio, come ha fatto la Beckham, e torna a sfilare a Londra – la capitale mondiale del teatro – avrebbe fatto meglio ad avere in serbo qualche sensazionale colpo di scena teatrale nel suo show.
 
Una piccolissima sottigliezza, forse, in una mattina nella quale si è percepito che una nuova energia sta attraversando questa casa di moda. In poche parole, da quando Victoria Beckham ha firmato il contratto con la società di private equity Neo Investment Partners 15 mesi fa, e ha insediato un nuovo management, l’azienda ha ripreso rapidamente slancio.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - AltroLusso - AltroSfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER