×
1 598
Fashion Jobs
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Communication Per Noto Brand Del Lusso
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga IT Project Leader
Tempo Indeterminato ·
SELTIS HUB SRL
Autista Personale di Presidenza
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Responsabile Ufficio Tecnico
Tempo Indeterminato · NOLA
FOURCORNERS
Media Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
FOURCORNERS
Sales Account
Tempo Indeterminato · REGGIO CALABRIA
CONFIDENZIALE
Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CVG GOLD
Senior Buyer Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Fabric Research Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Replenishment
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
District Manager Wycon - Calabria
Tempo Indeterminato · COSENZA
RANDSTAD ITALIA
Art Director
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
ROSSIMODA S.P.A.
Buyer Componenti Calzatura
Tempo Indeterminato · VIGONZA
FIRST SRL
Helpdesk IT Specialist
Tempo Indeterminato · RHO
DELL'OGLIO
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Digital Communication Project Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Lombardia/Piemonte- Settore Profumeria
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
BOT INTERNATIONAL
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
23 ago 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

VF Corp meglio delle attese nel primo trimestre

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
23 ago 2021

Come Capri Holdings, un altro peso massimo della moda americana, VF Corp ha visto le proprie vendite aumentare tra aprile e giugno 2021 e così ha alzato le prospettive annuali. Il gruppo statunitense, che possiede tra gli altri i brand Timberland, Vans e The North Face, ha raddoppiato le vendite, a 2,19 miliardi di dollari (1,85 miliardi di euro), nel primo trimestre dell'anno fiscale 2021/22 terminato il 3 luglio, mentre gli analisti si aspettavano 2,17 miliardi.

Vans ha visto crescere le vendite del 110% nel primo trimestre - Instagram: @vans


Le vendite sono aumentate del 104% (+96% a cambi costanti) rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Escludendo le acquisizioni - VF Corp ha comprato il marchio di streetwear Supreme alla fine del 2020 - la crescita sarebbe stata del 90%, ha affermato in un comunicato la società con sede a Denver, che ad aprile ha anche venduto nove marchi di workwear. L’azienda è quindi tornata ai livelli pre-Covid, avvicinandosi ai 2,27 miliardi raggiunti nel primo trimestre dell'anno fiscale 2019/20, per una discesa del 3,5% in due anni.
 
In particolare, Vans si è distinto come il marchio più performante nel trimestre, con vendite in aumento del 110%. Il giro d’affari di The North Face è cresciuto del 93%, mentre quello di Timberland è salito del 70%.

Nei primi tre mesi del suo anno fiscale in corso, il gruppo ha registrato un utile netto di 324 milioni di dollari rispetto alla perdita di 285 milioni di dollari ottenuta nello stesso periodo dell'anno precedente e all’utile di 49 milioni di dollari di due anni fa. “I nostri team hanno realizzato un primo trimestre eccezionale, riportando VF ai suoi livelli di vendita pre-pandemia e generando un ritorno agli utili al di sopra delle nostre aspettative”, ha commentato il CEO Steve Rendle.
 
“Continuiamo ad osservare uno slancio generale in tutto il portafoglio, con conseguente aumento delle nostre prospettive per l'anno fiscale 2022 per ognuno dei nostri marchi più grandi. Sebbene il primo trimestre rappresenti solo una piccola parte dell'intero anno, questo buon inizio rafforza la mia fiducia nella nostra capacità di accelerare la crescita per tutto l'anno fiscale 2022 e oltre”, ha continuato Rendle, ricordando che “il contesto di breve periodo rimane un po' offuscato dalle recrudescenze del virus nel sud-est asiatico, dalle incertezze in altre regioni causate dall'impatto di nuove varianti e dalle nuove pressioni sulla catena d’approvvigionamento globale”.
 
Dal punto di vista geografico, il gruppo ha registrato una forte ripresa nel mercato domestico (+107%), oltre che nella regione EMEA (+126%), mentre in Asia-Pacifico le vendite sono aumentate del 32% (+19 % nella Grande Cina e +23% nella Cina continentale).
 
Per l'intero anno VF Corp ha alzato le previsioni, tanto che ora conta di ottenere un fatturato di almeno 12 miliardi di dollari contro gli 11,8 miliardi inizialmente previsti, e stima una crescita del 30%. Il gruppo punta a un fatturato di 600 milioni di dollari per il suo nuovo marchio Supreme.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.