×
1 394
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

VF Corp: l'effetto Vans fa balzare le previsioni per l'intero esercizio

Di
Reuters
Versione italiana di
Edoardo Meliado
Pubblicato il
today 18 gen 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il player di abbigliamento VF Corp ha alzato le sue previsioni di fatturato e profitto per l'intero esercizio, dal momento che la forte domanda per le sue sneaker Vans continua a incrementarne le vendite, facendo salire le azioni della società fino al 15%.


Negli ultimi due anni Vans ha registrato un forte aumento della domanda, poiché VF ha rivisto l'offerta e lanciato nuove sneakers, tra cui una linea decorata con broccato di raso, per attirare i Millennial più attenti alla moda.

La popolarità del marchio dimostra come i produttori di calzature abbiano tratto beneficio dalla "cultura delle sneaker" in crescita in tutto il mondo, che ha dato loro il lusso di poter innalzare i prezzi.

Nike Inc ha visto il suo marchio Jordan tornare a crescere nel suo ultimo trimestre, mentre Skechers USA è stata spinta dalla rinascita del trend delle scarpe chunky (grosse, ndr) tra i consumatori attenti alla moda.

Tuttavia, Scott Roe, Chief Financial Officer di VF, si aspetta che Vans, che ha registrato un aumento del 25% dei ricavi durante il periodo festivo, cresca con un basso tasso a due cifre nell'anno fiscale 2020.

"Ad un certo punto, le leggi di gravità si ristabiliscono da sole", ha detto Roe. La società ha aumentato le sue previsioni sugli utili rettificati per l'intero anno a 3,73 dollari (3,28 euro) per azione da una stima precedente di 3,65. VF ha anche aumentato le sue previsioni di fatturato per l'intero anno di 100 milioni a 13,8 miliardi di dollari (12,4 miliardi di euro).

Gli analisti si aspettavano in media profitti per l'intero anno di 3,68 dollari (3,23 euro) per azione su un fatturato di 13,76 miliardi di dollari, secondo i dati IBES di Refinitiv.

I ricavi netti, sostenuti anche dalla crescita dei marchi North Face e Timberland del gruppo, sono aumentati di quasi l'8% a 3,94 miliardi di dollari (3,46 miliardi di euro), superando le stime di Wall Street di 3,87 miliardi di dollari. 

Su base rettificata, la società ha guadagnato 1,31 dollari per azione, nel terzo trimestre conclusosi il 29 dicembre, battendo le aspettative degli analisti di 1,10 dollari.

L'anno scorso, VF ha annunciato che prevede di liberarsi della divisione a cui fanno capo marchi come Lee e Wrangler, i cui ricavi sono diminuiti del 5% nel trimestre.

Le azioni della società sono scese di oltre il 17% negli ultimi 3 mesi e sono state scambiate l'ultima volta a 81,50 dollari venerdì.

© Thomson Reuters 2019 All rights reserved.