×
1 742
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager Arredo Design
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Business Intelligence Analyst - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Moulds & Soles Buyer
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Event Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ELISABETTA FRANCHI
Retail Dos/Fch Supervisor Estero
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
WYCON S.P.A
Commerciale Estero Wycon Con Lingua Francese - Sede
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
Senior Buyer - Menswear
Tempo Indeterminato · MILANO
S.A. STUDIO SANTAGOSTINO SRL
Responsabile di Produzione Moda d'Alta Gamma
Tempo Indeterminato · PESCARA
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Controllo Qualità-Accessori e Minuterie
Tempo Indeterminato · VIGONZA
SLAM JAM SRL
Back Office Specialist
Tempo Indeterminato · FERRARA
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Customer Experience Manager_premium Brand Lingerie _ Orio al Serio
Tempo Indeterminato · ORIO AL SERIO
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
24 mag 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

VF Corp chiude un anno impegnativo con un +23% nel quarto trimestre

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
24 mag 2021

Dopo un anno denso di eventi, durante il quale la società di abbigliamento outdoor e activewear con sede a Denver, in Colorado, ha affrontato le difficoltà della pandemia Covid-19 e ha acquisito il marchio di streetwear Supreme, VF Corporation ha registrato nel quarto trimestre un fatturato di 2,6 miliardi di dollari (2,3 miliardi di euro), in crescita del 23% rispetto ai 2,1 miliardi di dollari dello stesso periodo dell'anno precedente. A valute costanti l'aumento è stato del 19%.


VF Corp ha completato l'acquisizione di Supreme lo scorso gennaio - Instagram: @supremenewyork

 
Nel quarto trimestre, chiuso a marzo 2021, la crescita dei ricavi è stata trainata dai quattro marchi principali del gruppo (Vans, The North Face, Timberland e Dickies); in particolare, Timberland ha registrato un aumento delle vendite del 21%.
 
Anche il canale e-commerce della società è stato un forte motore di crescita durante il trimestre, così come la regione Asia-Pacifico, che ha registrato un aumento del 71% dei ricavi rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, quando era stata fortemente influenzata dall'impatto negativo del Covid19.

L'utile netto trimestrale di VF è stato di 89,5 milioni di dollari (73,3 milioni di euro), o 0,23 dollari (0,19 euro) per azione diluita, rispetto a una perdita di 483,8 milioni di dollari (396,2 milioni di euro), o 1,22 dollari (1 euro) per azione diluita, nel quarto trimestre dell'anno precedente.
 
Il fatturato della società per l'intero anno fiscale è stato di 9,2 miliardi di dollari (7,5 miliardi di euro), in calo del -12% o del -14% a valute costanti, rispetto ai 10,5 miliardi dell'anno precedente. La flessione è stata determinata dalla chiusura dei negozi e dalla minore domanda dei consumatori a causa della pandemia.
 
I cali più forti sono stati registrati nel segmento active di VF, dove i ricavi sono diminuiti del -15%, inclusa una flessione del -15% di Vans e un contributo alla crescita di 3 punti percentuali da nuove acquisizioni. Anche il segmento outdoor dell'azienda ha registrato un calo dei ricavi del -11%, incluso un calo del -9% di The North Face.
 
Il segmento dell'abbigliamento da lavoro di VF, invece, ha conosciuto un aumento del 7% dei ricavi, grazie a una crescita del 9% del marchio Dickies, che ha realizzato buone performance soprattutto in Asia Pacifico, registrando un aumento del 36% nella regione.
 
I ricavi del canale wholesale sono diminuiti del -17%, mentre le vendite direct-to-consumer sono scese del -5%, nonostante un aumento del 67% delle entrate da e-commerce.
 
I guadagni dell'intero anno del gruppo sono stati pari a 407,9 milioni di dollari (334 milioni di euro), o 1,04 dollari (0,85 euro) per azione diluita, in calo rispetto ai 679,5 milioni di dollari (556,5 milioni di euro), o 1,7 dollari (1,39 euro) per azione diluita, dell'anno precedente.
 
Per il futuro, VF prevede un fatturato annuo di circa 11,8 miliardi di dollari (9,66 miliardi di euro) per l’anno fiscale 2022, in crescita del 28% rispetto al 2021. Questa previsione include un contributo previsto da Supreme pari a 600 milioni di dollari (491,4 milioni di euro).

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.