×
1 662
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager Arredo Design
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Business Intelligence Analyst - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Moulds & Soles Buyer
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Event Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ELISABETTA FRANCHI
Retail Dos/Fch Supervisor Estero
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
WYCON S.P.A
Commerciale Estero Wycon Con Lingua Francese - Sede
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
Senior Buyer - Menswear
Tempo Indeterminato · MILANO
S.A. STUDIO SANTAGOSTINO SRL
Responsabile di Produzione Moda d'Alta Gamma
Tempo Indeterminato · PESCARA
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Controllo Qualità-Accessori e Minuterie
Tempo Indeterminato · VIGONZA
SLAM JAM SRL
Back Office Specialist
Tempo Indeterminato · FERRARA
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Customer Experience Manager_premium Brand Lingerie _ Orio al Serio
Tempo Indeterminato · ORIO AL SERIO
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
MIRA GROUP SRL
Responsabile Prodotto
Tempo Indeterminato · POGGIOMARINO
CONFIDENZIALE
Responsabile Amministrativo/Contabile
Tempo Indeterminato · FIRENZE
DIAMONDS 4U SRL
Jewelry Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LYLIANE
Purchasing Manager
Tempo Indeterminato · VIGONZA
CONFIDENZIALE
Commerciale Junior Nord Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
15 dic 2021
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Vetements nomina Guram Gvasalia direttore creativo

Pubblicato il
15 dic 2021

L’etichetta francese di abbigliamento e calzature fondata nel 2014 dallo stilista georgiano Demna Gvasalia (dal 2015 attuale direttore creativo di Balenciaga) e guidata dalla sua partenza nel 2019 da suo fratello Guram, annuncia la nomina di un nuovo direttore creativo: proprio Guram Gvasalia. La collezione Autunno-Inverno 2022/23, presentata il 25 novembre scorso, è la prima sotto la nuova leadership creativa.

Guram Gvasalia - Vetements


“Tutto ha il suo tempo. È ora che io esca allo scoperto! Dalla collezione AI 2022/23, sono subentrato nella gestione del marchio e ho deciso di entrarvi come direttore creativo”, spiega Guram Gvasalia in un comunicato.
 
Gvasalia, che nella nota definisce Vetements “più di un marchio” per lui, tanto che “il suo DNA scorre nel mio sangue”, ha inoltre rimarcato il fatto che molte idee del brand siano state ‘rubate’ qua e là nel tempo: “Negli anni passati ci sono stati numerosi tentativi di prendere da Vetements ciò che è sempre appartenuto a Vetements. Per proteggere il nostro duro lavoro, i codici e il DNA di Vetements, sapevo cosa dovevo fare per rivendicare gli originali diritti di primogenitura” del brand.

Quando è arrivata sulla scena della moda sette anni fa, sfilando nei luoghi più inaspettati, l'etichetta di “street-couture” ha infatti rivoluzionato molti codici dell’universo fashion. In poche stagioni è passata dall'essere un marchio underground anticonformista ad una griffe di lusso rinomata e seguitissima. I suoi volumi extra-large e i suoi capi vintage rielaborati, ma anche la costante (e volutamente dissacrante) diversificazione dei loghi sono stati ripresi da altri brand e così ultimamente Vetements, anche a causa dell’addio di Demna, ha perso qualcosa in immagine, e molto del suo originario potere d’attrazione, quasi vittima del suo stesso successo.
 
Nell’accorato comunicato, il nuovo direttore creativo del marchio con sede legale a Zurigo, in Svizzera, ha dichiarato di sentire il bisogno, lui persona finora molto riservata, di emergere pubblicamente “per tutti i ragazzi là fuori che sognano la moda, ma hanno troppa paura di raccontarla ai loro genitori che non approveranno. A tutti i ragazzi che non hanno i mezzi per pagare stravaganti scuole di design con i loro 50-100.000 euro annui di tasse scolastiche annuali. Coloro che hanno bisogno di svolgere lavori diurni per pagare le bollette, mentre di notte imparano a fare design”.

Vetements - Autunno-Inverno 2021 - Menswear - Parigi - © PixelFormula


Del resto, questa è la storia dei Gvasalia. Nati da madre russa e padre georgiano, i due fratelli furono costretti a fuggire con la famiglia durante la guerra civile del 1991-93, fermandosi in un primo momento a Tbilisi per poi spostarsi verso l’Ucraina e la Russia e stanziarsi a Düsseldorf nel 2000. Erano dei rifugiati, che vivevano nei campi profughi senza conoscere lingue straniere. “Andare alla scuola di moda non era un'opzione per me, i miei genitori non avrebbero mai approvato, poiché mio fratello era già considerato la causa persa e io ero l'unica speranza rimasta per sfamare la famiglia”, continua Guram Gvasalia, secondo il quale è “importante avere persone nella tua vita che credono in te, ma non è niente se non credi in te stesso. Il tuo background non è quello che sei”.
 
Per incanalare la propria creatività, dunque, “non è necessario avere genitori ricchi, non è necessario un investitore, non è necessario vendere la propria anima a grandi corporazioni malvagie, ma è possibile farcela da soli”, prosegue Gvasalia, per il quale molte persone sono semplicemente troppo spaventate per farlo “a causa della società e delle scatole in cui la maggior parte di noi viene messa da quando siamo bambini”.
 
Occorre però avere reali abilità creative di base. Il nuovo stilista di Vetements spiega, a tale proposito, di aver “impiegato gli ultimi due anni a studiare e ad apprendere il lato tecnico, dalla modellistica e costruzione all'aspetto teorico del design. Ho investito tutta la mia vita privata, ogni fine settimana, ogni notte, per imparare e analizzare non solo come fare vestiti, ma come migliorarli”.
 
Fondata come detto da Demna Gvasalia, che proveniva da esperienze negli studi creativi di marchi come Louis Vuitton, Balenciaga, Céline e Maison Margiela, Vetements ha collaborato con svariati brand che hanno portato l'azienda ad essere conosciuta a livello mondiale nell'industria dello streetwear. Fra le tante co-lab realizzate negli anni quelle con Brioni, Church’s, Champion, Eastpak, Mackintosh, Levi’s, Carhartt, Schott, Manolo Blahnik, Dr. Martens e Reebok.

Lo stile della nuova label di Guram Gvasalia - VTMNTS


A proposito della continua trasformazione dei loghi della moda perseguita da Vetements per dissacrarne l’immutabilità, la società ha comunque avuto problemi a proteggere il suo nome. I fratelli Gvasalia nel 2014 scelsero volutamente il nome generico in lingua francese per ‘vestiti’, vêtements appunto, ma senza accento circonflesso. Un nome che si è rivelato essere molto complicato da registrare e proteggere. In particolare negli Stati Uniti, dove l'Ufficio Brevetti e Marchi non ha registrato Vetements come marchio, considerando che la parola corrispondeva alla descrizione del prodotto venduto.
 
Anche per questo, dopo mesi di speculazioni sul “progetto segreto” preannunciato a inizio 2021, lo scorso luglio l’azienda ha lanciato un nuovo brand, VTMNTS, composto da creazioni agender basate sul classico guardaroba tradizionale maschile, che sarà un'entità completamente separata da Vetements e resterà legata al progetto principale solo condividendone specifiche risorse e know-how. La scelta di rimuovere le vocali dal proprio nome per ricavarne un marchio originale che non è già in uso rende anche più facile ottenere un nome di dominio .com, ovvero l’estensione più utilizzata al mondo - che è molto ambita, ma ormai molto rara vista la proliferazione delle registrazioni di nomi di dominio. E infatti, Vetements ha già ottenuto il via libera da due autorità negli Stati Uniti per poter registrare VTMNTS su prodotti d’abbigliamento, accessori e gioielli.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.