×
1 757
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chian & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Brand Manager Sneakers
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Design Consultant, Slgs
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Sportswear Merchandising Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Technical Textile Production Manager – 271.Adv.21
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
HUGO BOSS
Sales Area Manager - Wholesale
Tempo Indeterminato · MILANO
ASCOLI HFD SRL
Impiegato Ufficio Acquisti e Gestione Cliente
Tempo Indeterminato · MILANO
HUGO BOSS
Construction Junior Project Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Menswear Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
26 set 2021
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Versace: fantasie di foulard con tanti dongiovanni

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
26 set 2021

La cosa strana dell’aver partecipato alla sfilata di Versace della Milano Fashion Week di venerdì risiedeva nel fatto che ciò di cui tutti parlavano era cosa avrebbe annunciato Donatella domenica sera.

Versace - Primavera-Estate 2022 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


Giri di e-mail nell’ultima settimana avevano convocato una ventina di importanti giornalisti e critici per incontrare Donatella. Alcune congetture e speculazioni ipotizzavano che la stilista avrebbe annunciato una collaborazione senza precedenti con Kim Jones e Fendi.
 
È stato un lieve peccato che questo fatto abbia attirato così tanto l'attenzione, poiché la collezione Versace presentata venerdì sera era pura espressione del DNA della maison: impressionanti stampe araldiche e barocche, suggestivi abiti da sera, camicie di seta realizzate con la consueta bravura ed elementi di sartorialità impeccabili. Anche se c’era poco o nulla di rivoluzionario in questa sfilata mista, almeno le sciarpe hanno portato la collezione verso qualcosa di inedito.

Tuttavia, con i nuovi proprietari della casa di moda, guidati dall'amministratore delegato del gruppo Capri, John D. Idol, seduti in prima fila, si percepiva che si trattasse di una collezione spesso ispirata dalle richieste ed esigenze del reparto merchandising.
 
Donatella ha dato il via all'azione con una dozzina di novelli dongiovanni a torso nudo con indosso pantaloni neri, biancheria intima dal logo ben visibile, collane d'oro e mascherine nere, che sono saliti sulle scale e hanno iniziato (in stile punkahwallah, ovvero quei servi che azionavano manualmente i ventilatori di tessuto nel subcontinente indiano, ndr.) a tirare delle corde, facendo così ondeggiare su e giù un foglio di foulard patchwork di 800 metri quadrati. Stranamente, la loro azione non ha creato una brezza rinfrescante nello spazio espositivo del seminterrato. Ma queste sete sono state la chiave della collezione, apparendo in più look e aggiungendovi molta spinta.

Versace - Primavera-Estate 2022 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


“Il foulard è una componente fondamentale dell'heritage e del carattere di Versace. Il foulard è con noi fin dall'inizio del marchio, ma questa stagione ribalta tutto. Non è più fluida o sognante, la sciarpa è provocante, sexy, avvolta stretta”, ha sottolineato Donatella, il cui invito è arrivato in una pochette di seta.
 
Donatella ha poi aperto ufficialmente il défilé mandando in passerella Dua Lipa in un favoloso abito attillatissimo e affilato: la giacca a un bottone Medusa tagliata di lato, la gonna sotto il ginocchio. L’outfit ha fatto percorrere un fremito lungo le schiene del pubblico ben distanziato socialmente.
 
“È stata un'esperienza così incredibile continuare il mio viaggio con la mia famiglia Versace, da protagonista di una campagna all'apertura della sfilata PE 2022! Donatella, era il mio sogno partecipare alla tua sfilata”, ha detto Lipa, la cui canzone “Physical” era la colonna sonora principale.
 
Donatella ha anche inserito stampe della nobiltà nell'abbigliamento maschile – come in camicie di seta, fasce da smoking, colletti di giacche o nelle parti posteriori di trench folli. Altri ragazzi hanno sfilato in canottiere che lasciavano la muscolatura bene in vista sulle quali si leggeva “Versace Dream via Gesù”. Forse avremmo potuto fare a meno delle giacche da baseball con logo viola in lana asciutta. Anche la serie di eleganti borse in pelle nera o motivi paisley barocchi e rifinite con catene dorate e con altre micro borse e pochette ad esse attaccate, sembrano già dei futuri best seller.

Versace - Primavera-Estate 2022 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


Purtroppo, c'è stato anche un difetto di vestiario sull’outfit di Gigi Hadid, la bellezza americana che di recente ha avuto il suo primo figlio, la quale sembrava essere molto a disagio schiacciata in un vestito con spilla da balia da Liz Hurley dei gorni nostri.
 
Spesso i migliori look femminili erano i più semplici, come l'abito di pelle composto da una giacca da smoking chiusa da una spilla da balia dorata e una gonna corta tagliata di lato. O anche l'abito da cocktail bustier color turchese indossato da Imaan Hammam dotato di quel ‘fattore Wow’ che fa la differenza. Un Versace inconfondibile, anche a 100 metri di distanza.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Tags :
Moda
Altro
Sfilate