×
1 504
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Veneroso prosegue l’evoluzione di marchio, design e distribuzione e approda in America

Pubblicato il
today 28 ott 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Veneroso sta diventando una realtà da seguire con attenzione. Fondata da Giuseppe Veneroso nel 1976 e oggi guidata dal figlio Diego, l’azienda di oreficeria di Dueville (VI) intensifica il suo percorso verso la realizzazione di una produzione orafa di più alta gamma e dal design più spinto, diminuendo il focus sulle catene multimarca e puntando maggiormente sul marchio aziendale Veneroso. Intanto approda su alcuni nuovi mercati esteri.

Diego Veneroso a Gold/Italy - G.B. - FashionNetwork.com


Specializzatasi in gioielli in stampa 3D con progettazione interna e realizzazione dei prototipi in tre dimensioni, che in seguito vengono fusi e lavorati artigianalmente come nell’oreficeria tradizionale, Veneroso effettua “un connubio tra una delle tecnologie più all’avanguardia del settore orafo e l’artigianalità della finitura fatta a mano”, dice a FashionNetwork.com Diego Veneroso, amministratore della società, incontrato alla fiera Gold/Italy. “Intendiamoci, non stiamo parlando di diventare un brand. Le aziende di gioielleria sono distribuite in modo diverso: hanno una propria rete vendita commerciale, che nella maggior parte dei casi significa vendere direttamente ai punti vendita al dettaglio. Non è questo il nostro lavoro, però ci fa piacere avere un prodotto talmente caratteristico da poter reggere anche la presenza del nostro marchio”.
 
È da poco tempo che Veneroso ha deciso di puntare con più intensità sul marchio aziendale. “Questo genere di produzione è ancora piuttosto recente per noi”, continua l’AD. “Da pochi anni ci siamo aperti verso il mondo. Prima avevamo sempre lavorato o con la grande distribuzione in Italia e Francia o con il mercato italiano all’ingrosso. Solo da 4-5 anni abbiamo completamente cambiato pelle, alzando l’asticella del design e della qualità e questa scelta ci sta dando ragione”.

Veneroso, linea "Square" - Veneroso


La diffusione di Veneroso spazia oggi in una trentina di nazioni, dal Nord Africa all’Europa al Medio Oriente. Da settembre 2018, Veneroso ha trovato progressivamente nuovi clienti nel Nord America e nel Centro America, debuttando così in quel continente. “E durante la fiera aretina Gold/Italy abbiamo stabilito primi contatti con clienti dell’Asia orientale”, rivela Diego Veneroso. “Il bello di produrre qualcosa che ti piace realizzare è ancora più appagante nel momento in cui non crei un articolo per un solo mercato, oppure un semplice monoprodotto, ma linee differenti che si profilano sui gusti e le aspettative di nazioni anche molto diverse tra loro”.

Una partecipazione costante alle fiere orafe di Arezzo, Vicenza, Hong Kong, circa 20 collaboratori, Veneroso vanta una cifra variabile di 600-1.000 referenze attive a seconda del periodo e delle richieste del mercato, non effettua attività in conto terzi, per il momento opera solo nel mercato wholesale e continua la ricerca per realizzare nuove linee. I gioielli dell’azienda vicentina sono realizzati in oro ed impreziositi da pietre naturali colorate, brillanti o zirconi. “Per poter essere presenti in più mercati, l’oro lo realizziamo in più titoli: a 14, 18 o 21 carati”, precisa Diego Veneroso.

Veneroso, "Artigli" - Veneroso


Il fatturato 2018 di Veneroso è cresciuto di circa il 20% sull’anno precedente. Il 75% ottenuto all’estero, con l’area del Medio Oriente come sbocco di mercato più importante per l’azienda con oltre il 30% del dato complessivo, seguita dall’Italia col suo 25%. “La previsione per il 2019 è di crescere ancora in double digit, di trovare nuovi mercati e concepire linee nuove, ma lo sviluppo estero lo prevedo in cifra percentuale più che doppia”, indica il responsabile della società. “Il nostro ufficio sviluppo prodotto è sempre attivo. Il design viene realizzato da un collaboratore esterno con cui studiamo insieme le collezioni partendo da idee, forme, visioni e ispirazioni comuni”. 
 
Da alcuni anni, ricorda ancora l’imprenditore, la quantità di prodotti che l’azienda vicentina destina alla GDO sta diminuendo, lasciando spazio a maggiori risorse per la produzione dei gioielli a marchio Veneroso. “Già questa è una forma di crescita”, sottolinea l’AD, che conclude dicendosi molto soddisfatto in particolare per il successo della collezione “Artigli”, che sta registrando i migliori dati di vendita.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.