×
1 654
Fashion Jobs
MANPOWER PROFESSIONAL
Expansion Manager Franchising
Tempo Indeterminato · CESENA
VIVIENNE WESTWOOD SRL
Purchasing And Procurement Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
JIL SANDER SPA
IT Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Product Manager Maglieria
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
ANONIMA
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
District Manager
Tempo Indeterminato · VERONA
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
NARA CAMICIE
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Account Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Pubblicato il
14 lug 2021
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

VAM Investments SPAC: nasce il nuovo progetto di Francesco Trapani e Marco Piana

Pubblicato il
14 lug 2021

VAM Investments SPAC è il nuovo progetto industriale di Francesco Trapani, ex CEO e azionista di Bulgari e CEO della divisione ‘Orologi e Gioielli’ di LVMH, e di Marco Piana, ex 3i Group e Fondo Italiano d'Investimento, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di VAM Investments, holding milanese di investimenti di private equity indipendente sponsor dell’operazione, la quale, nell’ottica di un pieno allineamento di interessi con gli altri investitori, immetterà direttamente nella SPAC fino a 10,25 milioni di euro.

A sinistra Francesco Trapani, a destra Marco Piana - VAM Investments


Obiettivo della SPAC (ovvero una Special Purpose Acquisition Company finalizzata all’acquisizione di un’azienda target già esistente, in un procedimento chiamato Business Combination, ndr.) è quello di investire in società attive nel mondo dei prodotti e servizi consumer che abbiano la propria sede o la loro principale attività nello Spazio Economico Europeo, in Svizzera o nel Regno Unito, fermo restando che la SPAC potrà perseguire la Business Combination in qualsiasi geografia e in ogni settore.
 
In Europa, il settore dei beni e servizi di largo consumo sta vivendo un favorevole momento di accelerazione, con interessanti opportunità favorite dall’attesa ripresa economica in seguito al primo (seppur timido) miglioramento internazionale della situazione legata alla pandemia di Covid-19. Il consumo domestico, per esempio, ha raggiunto i massimi storici con il passaggio all'e-commerce, che ne ha accelerato la crescita, mentre l'esperienza omnicanale è diventata sempre più importante, indica la società in un comunicato.

I settori di investimento di VAM Investments SPAC saranno in dettaglio: il Luxury & Luxury Value Chain (include e beni di lusso e arredamento di design di alto livello), i Consumer Services (include hotel e resort, food, intrattenimento e media), l’Online Retail, il Beauty & Personal Care (include salute e benessere), il Physical Retail, il Lifestyle.
 
“Stiamo raccogliendo la fiducia di una ampia base di investitori da tutto il mondo, compresi alcuni importanti family office italiani e grandi nomi istituzionali sia in Italia che all’estero”, ha dichiarato nella nota Marco Piana. “La SPAC nasce con ambizione europea e con l’obiettivo di portare in borsa una grande azienda, che affiancheremo nel medio termine con le nostre competenze di gestione d’impresa, strategia e private equity per stimolarne la creazione di valore”.
 
“La SPAC è uno strumento relativamente recente in Europa, che ci consentirà di mettere le competenze del team e la mia esperienza diretta nel lusso con Bulgari, LVMH e Tiffany, a disposizione di una grande azienda che intenda accedere al mercato dei capitali”, ha aggiunto Francesco Trapani. “Il clima di ripresa post-Covid in Europa offre importanti opportunità di crescita organica e di acquisizione per quelle aziende che hanno tenuto bene nella crisi e competono in un contesto globale”.
 
La governance di VAM Investments SPAC, oltre a Trapani Presidente e Piana CEO, si avvarrà come CFO della trentennale esperienza in posizioni di leadership in vari settori di Carlo di Biagio, che è stato Financial Manager della divisione europea di Procter & Gamble, CEO di Cesare Fiorucci, CFO e CEO di Ducati Motor Holding, CFO e COO di Roberto Cavalli. Entrano nel CdA come consiglieri indipendenti René Abate, basato a Parigi, Chairman dell’advisory board di FAPI (il ramo di private equity di Rothschild & Co); Thomas Walker, basato a Londra, per 17 anni nel private equity quale co-founder di CCMP (ex J.P. Morgan Partners); e Beatrice Ballini: basata a Milano e a Parigi, alla guida della Family Business Practice di Russell Reynolds e fra l’altro Presidente del Comitato Nomine e Remunerazioni di Coty Inc.

VAM Investments


Il collocamento presso gli investitori istituzionali e qualificati è iniziato il 14 luglio con un target di raccolta fino a 225 milioni di euro. La SPAC verrà quotata su Euronext Amsterdam. Ogni quota collocata prevede un’azione ordinaria nel capitale sociale della società e la metà di un warrant riscattabile che sarà assegnato contestualmente.
 
Ma più precisamente cos’è una SPAC? Si tratta di una particolare tipologia di società veicolo destinata alla raccolta di capitali attraverso la quotazione in Borsa (IPO o Initial Public Offering). Il suo obiettivo è l’investimento in una o più società esistenti ed operative (chiamate “target”). Tratto caratteristico di questo tipo di società è che l’IPO si basa solamente su un progetto di investimento, in quanto la target sarà individuata in un momento successivo. Per questo si può dire, tra virgolette, che la sottoscrizione da parte degli investitori avvenga quasi al buio. Al termine della fase della raccolta, l’unico asset in portafoglio è quindi il denaro raccolto, che esprime anche il valore di mercato di tale tipo di società.
 
La SPAC sta riscuotendo particolare successo in Italia tra gli operatori grazie anche ai capitali derivanti dai Piani Individuali di Risparmio (PIR, Legge di Bilancio 2017) e quale valido strumento, alternativo al private equity, per la capitalizzazione delle PMI.
 
La SPAC è anche denominata “direct listing” o quotazione inversa, perché è più veloce dell’IPO e non ha bisogno del prospetto informativo. Ma altri elementi che ne hanno decretato il successo, soprattutto nell’ultimo quadriennio, sono stati l'enorme liquidità generata prima dai programmi di quantitative easing e poi dalla enorme massa di denaro stampato dalle banche centrali.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.