VF cresce del 15% nel secondo trimestre

Dopo un primo trimestre a +23%, il gruppo americano VF Corp. rallenta leggermente la sua corsa e chiude il secondo quarter dell’esercizio fiscale 2019 (concluso il 30 settembre) con un incremento del 15%, a quota 3,9 miliardi di dollari (circa 3, 2 miliardi di euro).

Vans cresce del 26% nel secondo trimestre - Instagram: @vans
 
Le recenti acquisizioni di Williamson-Dickie, Icebreaker e Altra hanno contribuito a tale risultato per 324 milioni di dollari; escludendo le acquisizioni, la crescita è stata del 6%.
 
Molto buone, in particolare, le performance di Vans, che ha messo a segno una progressione del 26%; i tre marchi principali del gruppo, Vans, The North Face a Timberland, hanno registrato un crescita complessiva dell’11%.
 
L’export è aumentato del 13% in totale; a trainare la crescita la Cina (+21%), seguita dalle Americhe (esclusi gli Stati Uniti, +19%), USA (+17%), APAC (15%) ed EMEA (11%). Nell’area EMEA, Vans è cresciuto dell’8% e The North Face del 16%, mentre Timberland ha registrato una lieve flessione del 2%.
 
Includendo le acquisizioni, le vendite direct-to-consumer sono cresciute del 19%, con un balzo del 48% del fatturato online. Il canale wholesale, dal canto suo, ha messo a segno un +14%.
 
A fronte di tali risultati, il gruppo prevede per l’intero anno fiscale 2019 una crescita dell’11%, a 13,7 miliardi di dollari.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriModa - ScarpeSportBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER