VF Corp. vede crescere utili e ricavi nel primo trimestre

Il colosso di abbigliamento e calzature VF Corp. ha annunciato ricavi nel primo trimestre che hanno superato le stime di Wall Street, grazie alla forte domanda di scarpe Vans e di abbigliamento North Face, nonché ad elevate vendite online.

Instagram: @vans

VF ha intensificato gli sforzi per ridisegnare il suo portafoglio e rafforzare i suoi marchi di punta come Vans, Wrangler e Timberland.

Il fatturato è cresciuto del 22% a 3,05 miliardi di dollari (2,55 miliardi di euro), superando la stima media degli analisti di 2,92 miliardi di dollari (2,44 miliardi di euro) di Thomson Reuters I/B/E/S.

La società con sede a Greensboro, nel North Carolina, ha dichiarato che l'utile netto è salito a 252,8 milioni di dollari (211,4 milioni di euro), o 63 centesimi di dollaro per azione (53 centesimi di euro), da 209,2 milioni di dollari (175 milioni di euro), o 50 centesimi per azione dell'anno precedente.

VF ha adottato una strategia in quattro punti, volta a potenziare le sue attività dirette al consumatore e al digitale e ad indirizzare gli investimenti in Asia, con particolare attenzione alla Cina.

Ha completato la vendita del marchio Nautica alla newyorkese Authentic Brands Group.

Per l'anno fiscale 2019, la società prevede ricavi compresi tra 13,45 e 13,55 miliardi di dollari (11,25 e 11,33 miliardi di euro), con una crescita tra il 9% e il 10%. L'utile per azione rettificato dovrebbe essere compreso tra 3,48 e 3,53 dollari (2,91 e 2,95 euro) per l'esercizio 2019, con una crescita compresa tra l'11% e il 13%.

Gli analisti si aspettano in media utili per azione di 3,48 dollari (2,91 euro) e vendite per 13,30 miliardi di dollari (11,12 miliardi di euro) nel FY 2019, secondo Thomson Reuters I/B/E/S.

Versione italiana di Edoardo Meliado

© Thomson Reuters 2018 All rights reserved.

Moda - ScarpeSportBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER