VF Corp chiude un 2016 complicato, salvato da Vans e dalle vendite dirette

Esercizio complicato il 2016 per VF Corporation. Le sue vendite sono leggermente cresciute in valute locali e, secondo l'azienda, esse dovrebbero continuare ad aumentare nel 2017.

Vans ha contribuito fattivamente alla crescita delle vendite di VF Corporation nel 2016 - DR

Le vendite del quarto trimestre sono aumentate dell'1% in valute locali (stabili dopo i cambi), a 3,3 miliardi di dollari (3,1 miliardi di euro), e le vendite sulla totalità dell'esercizio hanno raggiunto i 12 miliardi di dollari (11,3 miliardi di euro), crescendo dell'1% in valute locali (stabili dopo i cambi).

“Il modello d'attività gobale di VF, il suo portafoglio di marchi diversificato e la propria disciplina operativa hanno aiutato l'azienda a generare dei risultati solidi nel 2016, nonostante l'incertezza del mercato statunitense”, ha dichiarato Eric Wiseman, Presidente Esecutivo del Consiglio d'Amministrazione. “Siamo soddisfatti del miglioramento della qualità dei nostri ricavi, che riflette la crescita continua delle nostre piattaforme di vendita diretta al consumatore e a livello internazionale, oltre che la solidità del margine lordo e della nostra capacità di generare liquidità, il che ci ha permesso di distribuire la somma record di 1,6 miliardi di dollari (1,5 miliardi di euro) ai nostri azionisti”.

La progressione delle vendite è stata resa possibile soprattutto dal marchio Vans (all'interno della divisione 'Outdoor & Action Sports'), il cui fatturato è cresciuto del 14% nel quarto trimestre e del 6% sulla totalità dell'esercizio. I segmenti 'Denim' e 'Sportswear' hanno invece attraversato un periodo difficile. Le vendite di jeans sono calate del 5% nell'ultimo trimestre e del 2% sulla totalità dell'esercizio, mentre il calo per lo sportswear ha raggiunto rispettivamente il 17% e il 16%.

Le vendite dirette ai consumatori sono cresciute dell'11% nel trimestre e dell'8% sulla totalità dell'esercizio, mentre il business all'estero è cresciuto rispettivamente del 5% e 4%. Le vendite all'estero rappresentavano il 38% delle vendite complessive del gruppo nel 2016, contro il 28% per le vendite dirette ai consumatori. Inoltre, il margine lordo è aumentato di 90 punti base nel corso del trimestre, per raggiungere il 49,1%.

L'utile operativo del gruppo è nettamente diminuito, del 43%, nell'ultimo trimestre rispetto allo stesso periodo di un anno prima, a 320 milioni di dollari. Sull'anno, il gruppo è in contrazione del 16%, a 1,499 miliardi di dollari. Il suo utile netto è in ribasso del 15% nel trimestre, a 264 milioni di dollari, e del 13% sull'intero anno, a 1,074 miliardi di dollari.

Riguardo all'esercizio 2017, VF Corporation prevede che tutti i segmenti vedranno crescere le proprie vendite, ad eccezione dello sportswear, che dovrebbe registrare un calo inferiore al 10%. Il margine lordo dovrebbe risultare attorno al 48,6%, vale a dire una percentuale paragonabile a quella del 2016 una volta adjusted.

Obi Anyanwu (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

SportBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER