×
1 259
Fashion Jobs
DOLCE & GABBANA
Sales Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENCIAL
Cost Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Commerciale/Export
Tempo Indeterminato · ROMA
THE ATTICO SRL
HR Controller & Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
AFP
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
22 ott 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Unilever: fatturato in calo del -2,4% nel terzo trimestre

Di
AFP
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
22 ott 2020

Il colosso olandese dell’agroalimentare e della cosmetica Unilever ha registrato un calo di fatturato nel terzo trimestre di esercizio, a causa soprattutto di effetti di cambio sfavorevoli e nonostante l’impatto positivo delle nuove acquisizioni. Il giro d’affari del gruppo, che non comunica l’utile netto del periodo, si è stabilito a 12,9 miliardi di euro, in ribasso del -2,4% rispetto all’anno precedente.


Dove


Le vendite sottostanti, però, sono aumentate del 4,4%, con un rialzo dei volumi (+3,9%) e dei prezzi (+0,5%). “Nel trimestre abbiamo realizzato una performance solida. La crescita, trainata dai volumi, mostra la resilienza del nostro portafoglio e la nostra flessibilità nel rispondere a una dinamica di rapidi cambiamenti”, ha dichiarato con soddisfazione Alan Jope, Direttore Generale del gruppo. “Il contesto in cui ci troviamo resta però imprevedibile nel breve periodo”.
 
Il gruppo precisa che ha continuato a rispondere con flessibilità alle dinamiche mutevoli dei consumatori e dei canali di distribuzione, causate dalla pandemia di Covid-19, e che l’obiettivo resta quello di una crescita “guidata dai volumi”. Unilever evidenzia in particolare che la crescita elevata dei prodotti di igiene per le mani è la casa è proseguita, così come quella degli alimenti consegnati a domicilio.

Il gruppo, che possiede 400 marchi (tra cui Knorr, Lipton, Magnum, Dove...) ha annunciato miglioramenti per altre categorie di prodotti, ma anche ribassi per i deodoranti e le creme per la pelle; tornano a crescere invece i prodotti per la cura dei capelli.
 
I canali di distribuzione su Internet continuano a progredire, con l’e-commerce del gruppo in salita del 76%.
 
“I mercati emergenti sono cresciuti del 5,3%; proseguono inoltre la ripresa della Cina e la crescita di India e Brasile”, dettaglia la società; anche i mercati sviluppati sono saliti del 3,1%, grazie soprattutto al Nord America.
 
Unilever ha annunciato a fine giugno la fusione delle sue due entità olandese e britannica in un’unica casa madre basata a Londra, Unilever PLC, due anni dopo il mancato trasferimento della sua sede nei Paesi Bassi; un progetto che "ha ricevuto un forte sostegno" dagli azionisti di entrambe le entità, ha dichiarato il gruppo. Un tribunale britannico esaminerà tale decisione il mese prossimo, precisa Unilever.

Copyright © 2022 AFP. Tutti i diritti riservati.