×
920
Fashion Jobs
MANPOWER GROUP
Responsabile Avanzamento Produzione Tessile
Tempo Indeterminato · VARESE
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Wholesale Operations Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Responsabile Commerciale - Premium Fashion Brand
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Impiegato di Magazzino App. Categorie Protette
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
jr Financial Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MALIPARMI
Responsabile Amministrativo ed Amministrazione Del Personale
Tempo Indeterminato · ALBIGNASEGO
CONFIDENTIAL
Impiegato Ufficio Acquisti Estero
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
District Manager Veneto
Tempo Indeterminato · VERONA
INTIMAMEDIAGROUP
International Sales & Marketing
Tempo Indeterminato · CORSICO
GIOVANNI RASPINI
Retail Controller
Tempo Indeterminato · AREZZO
CONFIDENZIALE
Responsabile Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · NOLA
RETAIL SEARCH SRL
Sales Account Piemonte Liguria
Tempo Indeterminato · CUNEO
UB INTERNATIONAL SAGL
Head of Retail/Retail Director
Tempo Indeterminato · LANDQUART
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Business Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Brand Communication Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Project Manager Security Systems - Consultancy Contract
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Production Director
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Junior Export Area Manager - Calzature
Tempo Indeterminato · PADOVA
CONFIDENZIALE
Senior Legal Specialist
Tempo Indeterminato · VICENZA
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Corporate & Emea Health & Safety Manager + Rspp Hqs Milan
Tempo Indeterminato · MILANO

Under Armour licenzierà 600 persone worldwide e creerà un hub digitale in Olanda

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
11 set 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il produttore statunitense di articoli sportivi Under Armour, che ha indicato di essere stato molto colpito dalla pandemia di coronavirus, ha annunciato questa settimana il licenziamento di quasi 600 dipendenti in tutto il mondo.

DR


Per finanziare tale operazione, l'azienda prevede un budget di 235 milioni di dollari (198 milioni di euro), dei quali 135 milioni sarebbero allocati per la risoluzione dei contratti e altri costi di ristrutturazione.
 
La società ha inoltre aumentato il suo budget annuo di “ristrutturazione” con ulteriori 75 milioni di dollari, e ora si aspetta che esso raggiunga dai 550 ai 600 milioni di dollari (da 463 a 505 milioni di euro).

Secondo Under Armour, la maggior parte dei costi di ristrutturazione rimanenti sarà spesa entro la fine del suo esercizio fiscale.
 
Lo scorso aprile, la società ha annunciato di aver collocato 600 dipendenti in cassa integrazione nei suoi centri di distribuzione con sede negli Stati Uniti.
 
Intanto, l’unità EMEA di Under Armour ha comunicato venerdì che ha in previsione di “migliorare notevolmente la brand experience dei clienti con un hub digitale futuristico” basato presso il suo quartier generale ad Amsterdam.
 
Ciò significa che “non ci sono piani per riaprire [le] sedi fisiche degli uffici di Manchester, Monaco, Parigi e Barcellona”. L’azienda americana non ha però precisato se ci sarebbero state implicazioni lavorative o se tutti i dipendenti di quegli uffici hanno continuato a lavorare da remoto. Però ha indicato che a seguito delle forti vendite registrate nell’area EMEA negli ultimi anni, la trasformazione pianificata “continuerà ad espandere la visione digitale di Under Armour per la gestione degli account, supporterà un futuro più sostenibile riducendo i campioni fisici in più location e fornirà ai membri del team UA migliori opportunità e supporto per il lavoro da remoto”.
 
Mentre il mondo si adatta alla nuova normalità, la società fondata nel 1996 a Baltimora da Kevin Plank ha detto di aver “individuato la necessità di adattarsi rapidamente a nuovi modi di lavorare, internamente e con i suoi partner” e ha affermato che il nuovo hub avrà una combinazione di attributi fisici e digitali, “con una forte attenzione alla connettività digitale – poiché lo spazio sarà abilitato a supportare funzionalità di vendita sia di persona che a distanza”. 

Under Armour


L’hub olandese combinerà anche un software di pianificazione dell'assortimento digitale migliorato e dispositivi hardware portatili di qualità più elevata per il team di vendita EMEA, “creando un ambiente all'avanguardia che rappresenterà un nuovo standard nel settore”.
 
Quella di Under Armour è l'ultima di una serie di iniziative digitali realizzate dai marchi negli ultimi periodi. OTB si è immerso in profondità nel concept dell’esperienzialità, il che significa che gran parte dei suoi marchi principali, da Diesel a Marni, ora gestiscono showroom digitali. Il marchio Jack & Jones, del gruppo danese Bestseller, ha optato per meeting digitali invece che riunioni di persona per presentare le ultime offerte delle sue collezioni. Ormai non si contano poi le le fiere e le sfilate di moda che sono passate ad orgfanizzare loro versioni digitali quest'anno.
 
Nell'ambito della riorganizzazione globale di Under Armour, il nuovo hub digitale fungerà da localizzazione centrale per le funzioni commerciali dell'area EMEA. Under Armour ha aggiunto che la decisione di non riaprire gli uffici nel Regno Unito, in Germania, in Francia e in Spagna è stata presa “al fine di concentrarsi bene su nuovi modi di lavorare digitalmente in tutta la regione e di svilupparli ulteriormente”. 

Con Reuters

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.