×
1 723
Fashion Jobs
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
is&t Finance Specialist
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
E-Commerce
Tempo Indeterminato · NOLA
JIMMY CHOO
Senior Costing And Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile di Produzione- Fashion Luxury Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
13 feb 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Under Armour, dopo essersi ristrutturato, cerca nuovo slancio nel 2019

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
13 feb 2019

Con un 2018 chiuso in perdita, Under Armour ha visto l’utile operativo scivolare in territorio negativo nel corso dell’esercizio terminato a fine dicembre. Il produttore statunitense di articoli sportivi con sede a Baltimora ha proceduto lo scorso anno all’attuazione di un piano di ristrutturazione la cui entità ha quantificato, comprendendo alcuni altri oneri, in 183 milioni di dollari, il che gli ha fatto concludere il 2018 con una perdita operativa di 25 milioni di dollari. Tuttavia, in termini di vendite, il marchio di prodotti per lo sport ha superato i cinque miliardi di dollari, raggiungendo la cifra di 5,2 miliardi (4,6 miliardi di euro), in crescita del 4,1% rispetto all’anno precedente (+3,8% a cambi costanti), e questo nonostante una progressione più rallentata, pari al 2%, nell’ultimo trimestre dell’anno, a 1,4 miliardi di dollari.

Under Armour


“I nostri risultati del 2018 dimostrano i progressi significativi ottenuti nell’ambito della trasformazione pluriennale che abbiamo implementato per diventare un marchio ancora più forte e un'azienda ancor più performante sul piano operativo”, ha dichiarato Kevin Plank, CEO di Under Armour. “Per quanto concerne il 2019, il nostro programma di innovazione accelerato, il nostro processo di marketing mirato e il nostro potente approccio incentrato sul consumatore ci danno sempre più fiducia nelle nostre capacità a fornire dei risultati agli atleti, clienti e azionisti di Under Armour”.
 
La crescita annua è trainata principalmente dall’incremento delle vendite di abbigliamento (+5,3%), a 3,46 miliardi di dollari, dall'aumento dei ricavi provenienti dalle licenze (+7%), a quasi 125 milioni, e dall'evoluzione delle vendite di prodotti connessi (+18,1%), a 120 milioni. Le calzature crescono leggermente, a oltre un miliardo di dollari (+2,4%); al contrario, le vendite di attrezzature sportive scendono del 5,2%, a 422 milioni di dollari.

Under Armour


L’America del Nord resta il mercato principale del gruppo, con 3,7 miliardi di dollari, ma la regione cala del 2%. Comunque all’estero le vendite sono aumentate del 23% e ora valgono un quarto dell’attività del marchio. In Europa (area EMEA), la crescita è del 25%, a 588 milioni di dollari, l'Asia-Pacifico sale invece del 28,7%, a 558 milioni, e l’America Latina cresce del 5,2%, a 190 milioni.

Per il 2019, il gruppo punta ad ottenere un aumento delle vendite compreso tra il 3% e il 4%, con una stabilità sul mercato nordamericano. Inoltre, stima di registrare un utile operativo che si collochi fra i 210 e i 230 milioni di dollari.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.