×
1 377
Fashion Jobs
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
5 lug 2011
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Una collezione couture di Dior eclettica, ben lontana da Galliano

Pubblicato il
5 lug 2011

Lunedì 4 luglio Dior ha definitivamente voltato la pagina John Galliano. La sfilata del brand di lusso francese ha presentato una collezione couture eclettica, firmata dal suo ex braccio destro Bill Gaytten, nell'attesa della prossima nomina di un direttore artistico.

"Qui si vede a cosa serve avere un couturier", si fa sfuggire una giornalista disillusa sin da quando si è accesa la luce sotto la grande tenda del Museo Rodin, che ha ospitato un pubblico ridotto, nel numero come nelle celebrità presenti.

Christian Dior, John Galliano
Passerella finale della sfilata. Foto: AFP/Francois Guillot.

"John mi manca tantissimo", aggiunge Anna Dello Russo, redattrice capo di “Vogue“ Giappone interrogata dall'agenzia di stampa francese AFP nel giardino. "Bisogna dire che sono stata viziata, trascorrendo quindici anni accompagnata dalla sua moda perfetta, fenomenale. Alcune idee di questa collezione comunque sono eccellenti e la nuova realtà è anch'essa interessante", si consola.

E' stato Bill Gaytten, ex assistente arrivato da Dior nello stesso periodo di Galliano, a firmare la collezione. Alla fine del défilé è venuto a salutare i presenti in compagnia della sua prima assistente, Susanna Venegas. Il britannico dovrebbe assicurare l'interim nei prossimi mesi, mentre la direzione di Dior ha detto di volersi prendere "tutto il suo tempo" prima di nominare il suo prossimo direttore artistico.

Interrogato dall'AFP sulla data ufficiale della nomina, Sidney Toledano, PDG di Dior Couture, ha spiegato anche che “non necessariamente” questa avverrà nel corso del 2011: "Voi sapete delle ragazze alle quali si chiede continuamente quando si sposeranno, e loro rispondono: quando avrò incontrato l'uomo ideale". Alla domanda se Dior non avesse per caso già "trovato" quest'uomo perfetto, Toledano ha precisato: "Non l'abbiamo ancora deciso".

Christian Dior, John Galliano
Bill Gaytten

Dietro le quinte, Bill Gaytten, brizzolato e discreto, afferma che lavorare in assenza di Galliano “non è stato così diverso": "Bisogna contare di più su se stessi, ma questo offre anche un po' più di libertà". Invece di scavare negli archivi della maison ("vi abbiamo già scartabellato molto in questi ultimi tempi”), ha preferito trovare l'ispirazione dallo stile di fine anni '70, inizio '80, dal “Palace”, grande discoteca di Parigi dell'epoca, ma anche dall'architetto Franck Gehry o dall'artista grafico Jean-Paul Goude. "Volevo qualche cosa di moderno, di glamour", ha aggiunto.

Sidney Toledano si è congratulato con lo stilista, valutando che il suo team, "sicuro di sé" sta lavorando "in continuità con ciò che è Dior sin dalla sua creazione", e che la collezione evoca "femminilità e dolcezza", ornata di "momenti di luce".

Nel pubblico, sono stati riconosciuti soprattutto Bernadette Chirac, l'attrice Marisa Berenson e la mitica Anna Wintour, influente redattrice capo di “Vogue“ America, che ha infilato degli ampi occhialoni neri quando è cominciata la sfilata. Accolti da una sfilza di camerieri con bottiglie magnum di champagne, i presenti hanno potuto scoprire delle versioni pastello dai motivi colorati del celebre "tailleur bar", firma della maison, con la sua silhouette curva, la gonna voluminosa e la giacca stretta.

Fra enormi forme geometriche su capelli cotonati, le modelle, con lo sguardo circondato da un rettangolo di colori acidi, presentano anche una sequenza di capi in blu e verde vivo, con abiti vaporosi dalle lunghe pieghe bordate di piume, altre in beige con plissettature tipo origami. Infine, dei vestiti da ballo dalle gonne voluminose che sembrano realizzati a partire da chilometri di organza, come per il modello in arancione, rosa e giallo o in quell'altro, viola intenso, indossato dalla supermodel-vedette Karlie Kloss in chiusura di sfilata.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.