×
1 587
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
ANONIMA
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
District Manager
Tempo Indeterminato · VERONA
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
NARA CAMICIE
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Account Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Retail Area Manager Piemonte/Liguria/Lombardia
Tempo Indeterminato · TORINO
ANONIMA
ww Wholesale Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Digital Client Development Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
ORIENTA SPA
General Manager - Bolzano
Tempo Indeterminato · BOLZANO
ANTONIOLI S.R.L.
SEO & SEM Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Di
Adnkronos
Pubblicato il
14 mag 2012
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

UE, italiani 'spendaccioni': comprano vestiti e mobili. Più 'avari' per la cultura

Di
Adnkronos
Pubblicato il
14 mag 2012

La classe non è acqua e, soprattutto, si paga, in particolare, la nota 'classe italiana', con il gusto nel vestire e nell'arredare casa. L'Italia risulta essere infatti, secondo l'ultima pubblicazione di Eurostat, il paese europeo più spendaccione per abbigliamento, calzature e arredamento. Gli italiani si sono infatti distinti nel 2010 per aver 'investito' più di tutti gli altri europei in vestiti e mobili, rispettivamente il 7,7% e il 7,1% della loro spesa complessiva, contro una media UE del 5,3% e del 5,7%.



A tener testa agli italiani in materia di scarpe e abiti solo i lituani, anche loro al 7,7%, ma decisamente meno pronti a spendere anche per decorare casa (appena 4,9%). Qui, infatti, solo i maltesi sono allo stesso livello (7,1%) ma, complici forse il sole e le spiagge dell'isola mediterranea, per vestire si limitano a spendere il 4,5%.

Decisamente più moderata, rispetto agli altri europei, la spesa per ristoranti e hotel, pari al 9,8%, anche se superiore alla media dell'Unione Europea dell'8,5%. A godersi di più la vita, tra cibi, bevande e soggiorni fuori casa sono infatti gli spagnoli, notoriamente amanti della 'fiesta', seguiti dai maltesi (14,6%) e dai ciprioti (14,5%), poi dagli irlandesi (13,5%), dagli austriaci (11,8%), dai portoghesi (11,0%) e dai greci (10,1%).

Ma da qualche parte bisogna pur tagliare. E così gli italiani riducono le spese per tempo libero e cultura, dedicando a questo settore appena il 7,2% delle loro uscite complessive, quindi meno che per i vestiti e quasi alla pari con l'arredamento, e inferiori alla media UE, pari all'8,9%. Qui a primeggiare sono invece i paesi del Nord Europa, in particolare i finlandesi (11,5%), i danesi e gli svedesi (entrambi 11,1%), senza contare i norvegesi che per nutrire mente e spirito arrivano al 12,6%.

Copyright © 2021 AdnKronos. All rights reserved.