×
1 678
Fashion Jobs
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
is&t Finance Specialist
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
E-Commerce
Tempo Indeterminato · NOLA
JIMMY CHOO
Senior Costing And Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile di Produzione- Fashion Luxury Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Adnkronos
Pubblicato il
15 gen 2014
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Trend bimbo: cosmopolita e poliglotta per parlare a tutti i mercati

Di
Adnkronos
Pubblicato il
15 gen 2014

Mentre i dati di settore sono poco confortanti (secondo le stime di Sistema Moda Italia il 2013 dovrebbe chiudere con un calo del fatturato del 3,2%, zavorrato in particolare dai consumi interni), la moda bimbo si attrezza per affrontare in modo sempre più aggressivo ed esaustivo i mercati esteri. Vien da sè che le collezioni che verranno presentate a Pitti Bimbo, la manifestazione fiorentina che si appresta ad aprire i battenti il 16 gennaio, avranno un'anima sempre più cosmopolita e poliglotta. Lo spiega all'Adnkronos Emanuela Fontana, esperta del settore, che spiega "in generale la tendenza delle aziende è quella di seguire rigorosamente le richieste del mercato, perché l’imperativo quest’anno è vendere".

Foto: pittiimmagine.com


Ecco dunque che "lo sforzo è di creare collezioni ampiamente fruibili ma allo stesso tempo particolari, attraenti e competitive, che possano così incontrare il gusto del pubblico italiano ma anche quello dei numerosi paesi in cui i nostri migliori marchi esportano". E di punti vendita in giro per il mondo recentemente aperti di brand a insegna italiana oggi ce ne sono molti, tra Londra, Parigi, San Pietroburgo, Dubai: "la nostra moda bimbo ha imparato a parlare molte lingue e i risultati di vendita sono eccellenti" all'estro.

"I casi sono molteplici - sottolinea Fontana - pensiamo ad esempio a Spazio Sei Fashion Group che nell’anno ha registrato un volume di affari all’estero pari circa al 70% del suo fatturato, ad Armani i cui punti vendita Junior nel mondo sono oltre 1.000, di cui 30 monomarca" Ma anche "Pepè, calzaturificio di tradizione Italiana, che vende in tutta Europa ed America".

Insomma "una moda cosmopolita, che parla nuovi linguaggi dove cultura e fantasia si armonizzano". I temi guida, ricorda l'esperta, "sono ricorrenti: scuola, tempo libero, occasioni eleganti e sport, ma la chiave di lettura è molto più articolata. Nota piacevole e incoraggiante sono le new entry di questa edizione del Pitti. Msgm che inaugura il suo ingresso nel mondo kids con un evento alla Polveriera; Ikks junior ritorna con uno spazio di 75 metri quadrati animato all’esterno da foto, video e immagini 3D che mettono in primo piano la tribù Ikks. E ancora Mole Little Norway nuovo marchio norvegese di sofisticata maglieria".

"Lo stile romantico ed elegante dal sapore francese si riconosce nelle collezioni di ki6?, twin set, Monnalisa, nelle infinite sfumature di rosa della collezione Il Gufo. Fiori stampati su abiti plissé, cappotti con fiocchi, gonne in organza, eco pelliccia, decori di pietre e strass, piumini soffici, maglia lavorata e le balze sono solo alcuni degli spunti più significativi". E poi "Miss Blumarine con la sua ricerca di materiali sempre più approfondita, nuove proposte di tessuti come la ciniglia di seta, il tulle e il velluto stampati, l’ottoman dalla mano fluida e la maglieria calata. Ricercatezze che mirano ad attirare l’attenzione di tutti i mercati".

Altro trend, "lo spirito londinese, rivisitato da Jean Paul Gaultier come da Monnalisa, con il taran riletto in chiave rock, colori forti, stampe patchwork, mélange di tessuti e tocchi di paillettes che arricchiscono i capi. Nero, rosso intenso, royal blu, giallo, écru e verde smeraldo si abbinano su un mix di materiali differenti come il tulle, il raso, la pelle e il jersey. Londinese - sottolinea Fontana - è senz’altro anche il damerino di Paul Smith. Viene definito in diversi modi : University, Campus, Old School. Si tratta sempre di originali reinterpretazioni del classico stile college, i blu con i gialli, i verdoni e i rossi, la scelta di tessuti scozzesi per kilt e pantaloni, il maxi check, i velluti a coste, il tweed. Colori accostati con maestria per ricreare un mondo preppy dove il blazer è tutt’altro che formale. Uno stile della tradizione ma con forme e proporzioni attualissime, un sapore british molto ricercato e un po’ vintage leggibile ad esempio nella collezione Myths".

Il tema di 'flora e fauna' "è sempre presente nel nostro immaginario, particolarmente collegabile al mondo dei piccoli" evidenzia Fontana, anticipando che "Diesel ha impostato una collezione per un bimbo che si muove in una giungla urbana con leoni e tigri grafici da combinare con uno streetwear molto colorato. Un abito in lana con stampa anemone per la bimba di Paul Smith che passeggia in Floral Street. Anche la bimba di Versace combina il tartan alla stampa floreale, giallo, nero e viola come tributo ad una storica collezione della maison".

Altro filone guarda allo "street style con il suo super presente denim tra jeans magari logorati ad arte con applicazioni di farfalle come nel caso Parrot Italy, o accostato al kersey e alla felpa nella collezione Sarabanda". Per quanto riguarda i materiali "la ricerca ha fatto grandi passi: Il Gufo parte da velluti con lavorazione dévoré, ancora più ricchi e preziosi grazie ad un ramage quasi barocco, passando per il neoprene floccato, che trasferisce tridimensionalità e matericità al tessuto. ADD Junior arriva al Pitti con 3 inediti disegni: micro camouflage, stampa effetto maglia e stampa quadro effetto acquerello , utilizzati per rendere speciali capi da grande freddo".

Altra tendenza diffusa, conclude Emanuela Fontana, "è il mix e match di materiali. Piumini di Nylon scaldati da panno di lana, giacche e blazer destrutturati con inserti in jersey di lana nel caso di Fay mentre per Replay & Sons accostamenti insoliti check e camouflage caratterizzano la collezionelo scopo è rendere i capi comodi e particolari per dei bimbi mediatici sempre più attenti alle tendenze". Da notare infine "l’utilizzo del neoprene, tessuto ultra tecnico rubato al mondo delle mute da sub che, accostato a linee ergonomiche, e alla piuma asseconda le tendenze del momento sia nel maschietto come vediamo nella collezione di Fay che nella femminuccia couture di Monnalisa. Molto tecnico e divertente il tema ski di Frankie Morello Toys".

Copyright © 2022 AdnKronos. All rights reserved.