×
1 325
Fashion Jobs
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Industrializzatore/Industrializzatrice Pelletteria
Tempo Indeterminato · PADOVA
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Direttore - Department Store Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Media Insights Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
THUN SPA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Affiliate E-Commerce Coordinator
Tempo Indeterminato · CHIASSO
VERSACE
Stock Controller - Napoli
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Responsabile Ricerca Tessuti
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
TBD EYEWEAR
Creative Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Accessori Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
AZIENDA RETAIL
Marketing Director
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Quality Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
FOURCORNERS
Sales Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Sales Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Art Director - Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Trademark Attorney
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
17 set 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Tom Ford elettrizza la chiusura della New York Fashion Week con un elegante Flower Power

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
17 set 2020

Dopo una New York Fashion Week ossessionata dall'evasione e dall'ottimismo, mentre i designer faticavano per dare un senso al loro ruolo in mezzo alla pandemia, nessuno si è rifatto ad un'epoca più felice di Tom Ford, che ha concluso la stagione mercoledì sera con un'ode all'esuberanza degli anni Settanta e una nuova interpretazione dell'eleganza del Flower Power.

Tom Ford, Primavera-Estate 2021 - Tom Ford


Quasi nessuna sfilata con pubblico, pochissimi big (assenti Michael Kors, Tommy Hilfiger o Ralph Lauren), una città deserta, la New York Fashion Week si è svolta in poco più di tre giorni, da domenica sera a mercoledì. La presenza di Tom Ford è simbolo della volontà del Council of Fashion Designers of America (CFDA), di cui è presidente, di supportare stilisti americani di tutte le dimensioni, che in questa fase si sono a volte trovati in grosse difficoltà, visto poi che storicamente il ready-to-wear americano d’alta gamma si appoggia molto sui grandi magazzini, già in pessime condizioni e uno dopo l'altro falliti o ridotti ai minimi termini dalla pandemia, da Barneys a Lord & Taylor, passando per Neiman Marcus.
 
In una nota al programma, Ford ha persino ammesso che durante il blocco, “il pensiero di disegnare una collezione sembrava frivolo quando nel nostro mondo accadevano tante cose importanti e inquietanti. I nostri negozi erano tutti chiusi e la moda stessa sembrava una stravaganza. Era difficile focalizzare, concentrarsi ed essere ispirato”.

In effetti, Tom Ford ha guardato indietro a quell'era felice, tra la nascita della pillola nei primi anni '60 e l'assalto dell'AIDS nel 1981, “quando la vita sembrava essere più spensierata”, facendo riferimento a modelli iconici come Donna Jordon e Pat Cleveland, rivelando di aver una volta fotografato quest'ultima. “La sua energia mi ha letteralmente innalzato. Abbiamo finito di scattare verso le 2 di notte e mi ci sono volute ore per calmarmi abbastanza da dormire. Mi sentivo come se avessi tirato cocaina tutta la notte e questo è successo anni dopo che ero diventato sobrio. Pat è un'ispirazione. La sua energia è un'ispirazione. È gioiosa e stimolante”.
 
Il risultato sono stati camicette, camicie e pantaloni di seta floreale superpieni di fiori ed iperphotoshoppati tagliati sotto la gola; o top zebrati, ghepardati o leopardati super allegri, per ragazze determinate a divertirsi davvero. Quando Tom ha proposto look monocolori, li ha realizzati in viola arcivescovo, blu elettrico e rosa abbagliante. Giocando con il glamour decadente delle illustrazioni di Antonio Lopez e la sua ossessione per le ragazze sexy americane del centro città, il look book di Ford ha catturato le modelle in pose pavoneggianti ed emozionate, tutte con immensi sorrisi, tutte con un trucco luminoso.
 
Questa primavera, coi suoi negozi in Italia e a Los Angeles chiusi, Ford si è rintanato a LA, vestendosi sempre, ha ammesso, con gli stessi jeans sporchi e la stessa camicia denim.

Tom Ford, Primavera-Estate 2021 - Tom Ford


“Penso che tutti noi potremmo subire un peggioramento della depressione globale [sia finanziario che psicologico]. Ho pensato di saltare del tutto la stagione… Onestamente sentivo che la moda dovesse andare in letargo per un anno”, si è lamentato lo stilista texano, che poi alla fine ha cominciato ad invitare amici intimi, due alla volta, a cene fuori casa rigorosamente a distanza sociale. Stupito che i suoi ospiti maschi si siano sforzati di “lavarsi i capelli”, e che le ragazze avessero fatto un grande sforzo per vestirsi bene. In risposta, Ford ha preparato diversi caftani a strisce in sfumature vulcaniche per la sera. Mentre per i pranzi intorno alle piscine californiane ha mostrato grandi e meravigliosi scialli-mantelle tie-dye che Janis Joplin avrebbe adorato.
 
Ford ha vestito i suoi ragazzi come i fratelli del suo cast femminile, nella stessa miscela di stampe floreali e animalier, con l'aggiunta di una serie di tute Disco Dragon e alcuni giubbotti di pelle lucidi molto eleganti, nei toni del rosso sangue e del blu scuro.
 
Tutto sommato, questa è stata una delle collezioni più sicure e attraenti di Ford da quando ha lanciato la sua casa di moda nel 2006, anche se, data la tragedia sanitaria che ci circonda, la moda non sembra per niente importante di questi tempi. Eppure, con il loro rievocare giorni migliori, quando il mondo sembrava benedetto da infinite possibilità, questi vestiti sono sembrati molto giusti.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.