Tod's e Ferragamo inciampano su downgrade di Citi

Avvio debole in Borsa per Ferragamo (-1,64%) e Tod's (-1,3%) dopo un downgrade rispettivamente a “sell” da “neutral” e a “neutral” da “buy” da parte di Citi. 

Facebook/Salvatore Ferragamo

Il broker ha tagliato le stime su vendite, EBIT ed EPS per l’intero settore (dell’1%, del 4% e del 4% rispettivamente) ponendosi a livello di EBIT il 2-3% sotto il consensus a causa di “venti contrari più forti” legati ai persistenti timori sull’economia globale e sulla Cina, alle tensioni commerciali USA-Cina, ai crescenti rischi politici in Europa e a un confronto difficile con i due anni precedenti. 

In questo contesto Citi suggerisce un approccio molto selettivo da cui derivano i due downgrade e un upgrade a “neutral” da “sell” di Prada. 

Con i consumatori cinesi che valgono un terzo delle vendite globali di beni di lusso e circa la metà della crescita del settore nel 2017-18, quest’anno le valutazioni saranno largamente guidate dalle notizie dalla Cina e dai dati macro, conclude Citi che indica Prada, Swatch e Richemont tra i titoli più esposti all’evoluzione delle relazioni commerciali tra Washington e Pechino.

© Thomson Reuters 2019 All rights reserved.

Lusso - ScarpeLusso - AltroIndustryBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER